Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Comunicati Stampa

Il Comune interviene per lasciare aperta la farmacia di Carraia

09 luglio 2020 – L’attuale gestore della farmacia di Carraia ha rinunciato all’assegnazione e, a partire da domani, non sarà più dietro il bancone.

Il Dott. Antonio Ciccone ha infatti accettato l’assegnazione in un’altra sede ed è quindi automaticamente decaduto da quella di Carraia. Per garantire la continuità del servizio, il Comune ne assume la gestione diretta, tramite un’ordinanza del Sindaco, valida fino a che non si completeranno le procedure per l’affidamento temporaneo della sede.

Ringraziamo il dottor Ciccone per l’attività svolta in questi anni – ha commentato il Sindaco Riccardo Prestini – e per essersi ben inserito nella frazione, per cui costituiva un punto di riferimento. Le procedure per permettere il cambio di gestione sono complesse e molto lunghe e non potevamo permettere che si interrompesse un servizio pubblico essenziale non solo per Carraia, ma per tutta la zona extraurbana”.

Il servizio verrà quindi svolto, in via d’urgenza, dalla società partecipata Farmapiana, alla quale è affidata la gestione delle farmacie comunali, che ha risposto tempestivamente all’Amministrazione rendendosi disponibile a subentrare nella gestione transitoria. La farmacia rimarrà chiusa giusto qualche giorno per consentire le operazioni materiali di cambio di gestione e già dal 20 luglio riaprirà i battenti.

Centri estivi anche per la fascia 0-3

08 luglio 2020 – Anche i bambini da 0 a 3 anni potranno partecipare ai centri estivi. Saranno organizzati dai nidi d’infanzia Il Trenino e l’Albero Nido per i bambini già iscritti, provenienti dalle graduatorie comunali del 2019.

Come è successo con i centri estivi per la fascia sopra ai 3 anni – ha detto l'Assessore alla Pubblica Istruzione Laura Maggi - abbiamo voluto dare una risposta, appena ne abbiamo avuto l’occasione, ed un segnale importante anche ai bambini più piccoli, che come gli altri bambini e ragazzi sono stati bloccati nelle relazioni e nelle attività educative durante il lockdown. Nonostante i tempi stretti, siamo riusciti a far partire questa possibilità che sarà di sostegno anche alle famiglie”.

Dal 13 luglio al 7 agosto l’Albero Nido potrà accogliere 20 bambini, il Trenino ne potrà accogliere 30. Il servizio sarà attivato a moduli settimanali. Le tariffe saranno proporzionate a quelle già previste per la frequenza ai nidi d’infanzia, in base alla classe ISEE di appartenenza. Allo stesso modo sarà proporzionato il contributo da erogare alle famiglie che usufruiscono dei posti privati convenzionati.

Lo sportello lavoro riapre in presenza

06 luglio 2020 – Domani, martedì 7 luglio, lo sportello lavoro mOve Job riapre al pubblico in presenza.

Il progetto di sportello informativo giovani e lavoro, gestito dalla Cooperativa CONVOI, prevede attività di accoglienza e analisi dei bisogni, sostegno nella ricerca attiva del lavoro, aiuto per realizzare il proprio curriculum vitae, consulenza, orientamento e informazioni, mobilità e formazione, organizzazione di eventi e workshop per acquisire nuove competenze.

Lo sportello si trova negli uffici comunali, in piazza Gramsci 11 al primo piano, nella sala riunioni. È aperto nei seguenti orari: il martedì dalle 9:00 alle 12:00 e il giovedì dalle 15:00 alle 18:00. Si riceve solo su appuntamento: chiamare negli orari di apertura il numero 3920449339 oppure scrivere a move.calenzano@gmail.com

Misure anti-crisi: risorse comunali per garantire a tutti il contributo affitto

06 luglio 2020 – Il Comune mette a disposizione fondi propri, per garantire a tutti l’erogazione del primo mese di contributo straordinario per l’affitto, rivolto a famiglie o singoli che hanno avuto una riduzione del reddito di almeno il 30%, a causa dell’emergenza sanitaria.

Le domande ammesse in graduatoria sono 73 e i 30mila euro messi a disposizione dalla Regione non sono sufficienti a coprirle tutte. Il Comune ha allora integrato i fondi a disposizione con ulteriori 8mila euro dal proprio bilancio, in modo da erogare a tutti almeno il mese di aprile.

"La misura eccezionale messa in campo dalla Regione per il sostegno all'affitto – ha spiegato l'Assessore alla Casa Stefano Pelagatti – prevedeva un primo trasferimento ai Comuni, 30mila euro per Calenzano e un'eventuale integrazione, qualora la graduatoria fosse stata più lunga. Per tale integrazione però dobbiamo attendere ulteriori atti dalla Regione. La nostra volontà invece era quella di dare una risposta, nel più breve tempo possibile, a chi è in difficoltà con il pagamento del canone".

Calenzano camminando

03 luglio 2020 – Oltre dieci iniziative, tra passeggiate, degustazioni e presentazione di libri, per conoscere meglio il territorio di Calenzano. “Calenzano camminando”, promosso dal Comune e dall’ATC, con il contributo della sezione soci Coop Sesto F.no-Calenzano, si terrà dal 4 luglio al 10 ottobre.

Mai come adesso c'è bisogno di scoprire il nostro territorio – ha commentato l'Assessore all'Ambiente Irene Padovani – e c'è bisogno di tornare a farlo insieme, in totale sicurezza. Un programma ricco, reso possibile dalla collaborazione tra il Comune, le associazioni e la sezione soci Coop, grazie al cui contributo possiamo offrire iniziative totalmente gratuite”.

Con Calenzano Camminando torniamo a proporre eventi per i nostri soci – ha detto la Presidente della sezione soci Coop Sesto F.no-Calenzano Lia Bogliolo -, con un programma ricco di argomenti e cose da scoprire, con il quale riprendiamo temi molto importanti per noi, come il camminare, la salute, il rispetto dell'ambiente e la scoperta del territorio”.

Si inizia il 4 luglio con una passeggiata e cena sull’aia a Valibona, a cura dei Birboni e un trekking in Calvana sulle tracce del lupo, a cura dell'associazione Lupo Appenninico, che si ripeterà anche il sabato successivo. Il 15 luglio ci si sposta al castello di Calenzano, con visita guidata al museo del figurino e al borgo medievale. Il fine settimana successivo, il 18 luglio, si torna in Calvana con I Birboni per gustare il tramonto sul Monte Maggiore.

Abbiamo definito un ampio programma, che valorizza le nostre eccellenze paesaggistiche, storiche e artistiche – ha detto il Presidente dell'ATC Niccolò Taiti -. Sarà l'occasione per promuovere Calenzano e vederlo da altri punti di vista, con l'obiettivo di inserire questi percorsi in una futura mappa da proporre all'ambito turistico della provincia di Firenze”.

Dopo la pausa estiva il programma riprende a fine agosto, con la presentazione di due libri: “Custodi erranti, uomini e lupi a confronto” di Matteo Luciani, il 29 agosto a Valibona; “Legri, storia di una valle” di Andrea Papini il 1 settembre a CiviCa. Il 5 settembre si torna a passeggiare, questa volta verso Fulignano, dove si potrà visitare un allevamento di ovini, con pranzo medievale e mostra di disegni a Legri.

Sabato 12 settembre la passeggiata sarà nel tempo, con visita a San Donato, dove hanno dimorato i Medici e Don Milani. Gli ultimi due eventi, il 19 settembre e il 10 ottobre, saranno dedicati al trekking e degustazione a km zero, a Collina e Travalle.

Tutti i fine settimana di luglio e settembre il Memoriale di Valibona sarà aperto, con punto ristoro. Il venerdì dalle 18 e il sabato e la domenica tutto il giorno, l'associazione I Birboni e l'azienda agricola Del Buffa accoglieranno i visitatori del Parco della Calvana.

Tutte le iniziative sono gratuite, ad eccezione delle degustazioni, che sono comunque facoltative. Prenotazione obbligatoria, per il rispetto delle norme anti-contagio.

“Mai più guerra”. In Consiglio l’ordine del giorno sulla pace

02 luglio 2020 – Il Consiglio Comunale di Calenzano aderisce all’appello del coordinamento nazionale enti locali per la pace e i diritti umani, approvando all'unanimità l’ordine del giorno “Mai più guerra. Difendiamo i valori che ci sono più cari”, presentato dal Presidente del Consiglio Comunale.

L’ordine del giorno è stato presentato in occasione del 75° anniversario della fondazione delle Nazioni Unite, che ricorreva lo scorso 26 giugno.

Con l'adesione a questo ordine del giorno – ha detto Alessio Pedrini, Presidente del Consiglio Comunale, delegato dal Sindaco alla cooperazione e pace – vogliamo promuovere i valori di pace, tolleranza e libertà, alla base della nostra Costituzione, anche attraverso programmi di educazione civica rivolti alle nuove generazioni”.

Nell’ordine del giorno, alla luce del degrado politico, sociale e ambientale del pianeta, inasprito dalla pandemia Covid-19, si riaffermano i principi e i valori che hanno portato alla nascita delle Nazione Unite che “nonostante tutti i limiti e i problemi, restano la forma più alta di multilateralismo esistente”.

Si chiede quindi al Governo e al Parlamento Italiano, oltre che alla Commissione e al Parlamento europeo di sostenere l’impegno dell’ONU per il cessate-il-fuoco globale, di promuovere una convenzione universarle per il potenziamento e la democratizzazione dell’ONU, l’istituzione dell’assemblea parlamentare delle Nazioni Unite e il trasferimento della sede a Gerusalemme.

Ci si impegna inoltre a promuovere un programma di educazione civica nelle scuole, uno degli obiettivi già inseriti dall’Amministrazione nel bando “Crescita consapevole” per il piano di offerta formativa. Questo dovrà includere la promozione dei valori costituzionali e universali della pace, della giustizia, della dignità umana, della tolleranza e della solidarietà.

Nuova direttrice del Museo del Figurino

01 luglio 2020 – Elisabetta Carovani è la nuova direttrice del Museo del Figurino Storico di Calenzano, gestito dall’Associazione Turistica Calenzano e dal Consorzio Co&so.

Faccio gli auguri di buon lavoro alla nuova direttrice – ha commentato l’Assessore alla Cultura Irene Padovani – e ringrazio la commissione esaminatrice per il lavoro di selezione dei curriculum. Colgo l’occasione per ringraziare la direttrice uscente per il grande lavoro fatto, in termini di modernizzazione e apertura all’esterno. Inizieremo subito a collaborare con la nuova direttrice e con il gestore per programmare le prossime iniziative”.

L’incarico, che inizia oggi, ha la durata di tre anni e terminerà quindi il 30/06/2023. La selezione, in seguito ad avviso di interesse del Comune, è stata a cura della commissione esaminatrice, composta da personale del Comune e un membro scelto tra i gestori del museo.

Due nuove ecotappe sul territorio

1 luglio 2020 - Sono 4 adesso le Ecotappe di Alia Servizi Ambientali SpA attive nel comune di Calenzano, dove gli utenti possono liberamente conferire rifiuti di piccole dimensioni che non trovano corretta destinazione della raccolta porta a porta o con contenitori stradali.

Oltre ai punti di raccolta già attivi alla Casa del Popolo di via Puccini ed all’Università (Design Campus) in via Pertini, i cittadini adesso possono recarsi anche alla Misericordia di Carraia e al circolo Arci “La Vedetta” a Settimello. Nei due nuovi punti di raccolta appositamente attrezzati è possibile conferire piccoli RAEE (rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche come telefonini, radioline, sveglie, etc..di dimensioni inferiori a 25 cm), pile esauste e farmaci scaduti. Presso la Casa del Popolo e l’Ecotappa all’Università, invece, ci sono anche i raccoglitori per le bombolette spray, toner e cartucce di inchiostro per stampanti; alla Casa del Popolo è presente anche il punto di raccolta degli oli alimentari esausti.

"Durante la chiusura dovuta all'emergenza sanitaria – ha dichiarato l’Assessore all’Ambiente di Calenzano Irene Padovani - abbiamo ricevuto tante richieste relative al conferimento di rifiuti differenziati. Segno che nei nostri cittadini questa virtuosa abitudine è ben radicata. Per questo torniamo ad offrire i servizi sul territorio e li aumentiamo con nuove ecotappe, distribuite nelle frazioni. Perché è bene mantenere le buone abitudini e diffonderle sempre di più. Ringraziamo i circoli per aver dato la propria disponibilità ad ospitare i nuovi punti".

Si ricorda che le Ecotappe sono accessibili soltanto per le utenze domestiche durante l’orario di apertura dei locali o degli uffici. Al momento, al fine di garantire la messa in atto delle misure di contenimento del Covid-19 anche nell’espletamento di questo servizio è necessario rispettare le misure di sicurezza ed accedere al conferimento una persona per volta, indossando la propria mascherina.

Le Ecotappe rappresentano un’opportunità di conferimento sul territorio aggiuntiva all’Ecocentro ed all’Ecofurgone, per coloro che devono smaltire rifiuti particolari di piccole dimensioni che non sono conferibili nel normale ciclo di raccolta. Alia sta potenziando questo servizio su tutta l’area della Piana dove adesso sono 17 i punti di conferimento presenti. I dettagli sulle strutture presenti sul territorio ed i rifiuti conferibili sono consultabili sul portale aziendale nella sezione dedicata .

Per maggiori informazioni è possibile contattare il call center, attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 19.30 e il sabato dalle 8.30 alle 14.30, con i tre numeri 800 888 333 (da rete fissa, gratuito) o 199 105 105 (da rete mobile, a pagamento, secondo i piani tariffari del proprio gestore), 0571.196 93 33 (da rete fissa e rete mobile).

Nuovo regolamento per l’assegnazione di alloggi ERP

01 luglio 2020 – È stato approvato dal Consiglio Comunale, con 12 voti favorevoli e 2 astenuti (Lega), il nuovo regolamento per l’assegnazione e l’utilizzo degli alloggi ERP.

Il regolamento, che ha lo scopo di uniformarsi alla legge regionale n. 2 del 2019, è stato redatto in maniera unitaria tra tutti i Comuni della Società della Salute Firenze Nord-Ovest, allo scopo di applicare le stesse regole tra territori limitrofi, mettendo in atto la normativa vigente.

Disciplina i vari aspetti relativi all’assegnazione degli alloggi pubblici, dalla formazione delle graduatorie per nuove assegnazioni o per mobilità, alle dimensioni, all’individuazione di appartamenti da destinare alle emergenze.

“Un atto amministrativo importante – ha commentato l'Assessore alla Casa Stefano Pelagatti - che consentirà di dare piena attuazione alla nuova legge regionale approvata l'anno scorso, con l'obiettivo di poter applicare le procedure più adeguate e congrue, a tutela sia del patrimonio immobiliare ERP, sia degli assegnatari degli alloggi e degli aventi diritto inseriti nelle graduatorie”.

Il titolo sulle assegnazioni disciplina l’accesso alle graduatorie anche dei cittadini di Stati non aderenti all’Unione Europea, che devono essere titolari di un permesso di soggiorno di lungo periodo, oppure di un permesso almeno biennale ed esercitare regolare attività lavorativa. La legge regionale prevede inoltre l’obbligo di residenza in Toscana da almeno 5 anni o in Italia da almeno 10 anni.

Particolari punteggi sono previsti per invalidità, nucleo familiare composto da una sola persona con soggetti a carico, residenza in ambienti impropriamente adibiti ad abitazioni, barriere architettoniche nell’alloggio di residenza, alloggio assegnato a titolo precario da almeno un anno, sfratto per finita locazione, coabitazione con altro nucleo familiare, sovraffollamento e condizioni di storicità di presenza sia della residenza anagrafica o di attività lavorativa, sia nella graduatoria comunale.

Il regolamento prevede inoltre che, con cadenza almeno biennale, venga predisposto un programma di mobilità tra gli alloggi disponibili, per rispondere a nuove esigenze dei nuclei familiari, oppure per risolvere situazioni di disagio abitativo. Ogni quattro anni viene emanato il bando generale, che rimane aperto fino alla pubblicazione del nuovo bando.

A CiviCa anche per studiare

25 giugno 2020 – Dal 30 giugno si potrà tornare a CiviCa per studiare, solo individualmente, su prenotazione e seguendo le norme sul distanziamento. Non è ancora ammessa la libera consultazione del materiale.

Si dovrà prenotare la propria postazione con almeno un giorno di anticipo, mandando un’email a biblioteca@comune.calenzano.fi.it o telefonando al numero 055 8833421, dal martedì al venerdì dalle 9 alle 12.45.

Dal 30 giugno e per tutto il mese di luglio la biblioteca sarà aperta il martedì, mercoledì e giovedì dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18, il venerdì e il sabato dalle 9 alle 13, il lunedì sarà chiusa. La postazione potrà essere prenotata, di volta in volta, o per la fascia oraria 9-13 o per quella 15-18. Il personale della biblioteca accompagnerà gli utenti alla postazione assegnata.

Nel rispetto delle norme sulla sanificazione degli spazi e del materiale, rimane vietato l’accesso all’area ristoro, alla cavea, alla sala bambini, alle postazioni internet e in generale a tutti gli scaffali della biblioteca.

Terreno e appartamento all’asta

25 giugno 2020 – C’è ancora tempo per partecipare alle due aste bandite dal Comune, per la vendita di un terreno edificabile in via Salvanti e di un appartamento in via Puccini.

La presentazione delle offerte per il terreno edificabile in via Salvanti scade alle ore 10 di lunedì 3 agosto 2020 e lo stesso giorno alle ore 11 verranno aperte le offerte.

La presentazione delle offerte per l'unità immobiliare a destinazione residenziale sita in via Puccini 202 a Calenzano scade alle ore 10 di giovedì 23 luglio 2020  e lo stesso giorno alle ore 11 verranno aperte le offerte.

Partecipazione e proposte all'assemblea sulla mobilità

24 giugno 2020 – Circa ottanta persone hanno partecipato ieri sera all'assemblea pubblica sul Piano della Mobilità, durante la quale sono stati illustrati i risultati delle indagini e del questionario, allo scopo di individuare insieme ai cittadini le azioni future.

“Ringrazio i cittadini che hanno partecipato ieri sera – ha detto il vicesindaco e assessore alla mobilità Alberto Giusti -. È stato bello rivedere così tante persone ad un incontro per il futuro della nostra comunità, dopo i difficili mesi di lockdown. Da oggi siamo al lavoro, grazie anche alle osservazioni e suggerimenti di ieri sera, per definire il piano nel dettaglio e rendere più sostenibile e sicura la mobilità di Calenzano."

Tanti sono stati gli interventi dei cittadini, principalmente concentrati sulla ciclabilità, con la richiesta di maggiori collegamenti con i comuni limitrofi; sulla sicurezza per i pedoni, con la richiesta di zone 30, riduzione della velocità delle auto e limitazione ai mezzi pesanti; sulla revisione del trasporto pubblico, per un migliore collegamento tra le stazioni ferroviarie e il centro abitato.

Calenzano Estate: dal primo luglio eventi in piazza e al castello

24 giugno 2020 – Trenta eventi, dal 1° luglio al 13 settembre, per l’edizione 2020 di Calenzano Estate, organizzata dal Comune interamente con risorse proprie e ad ingresso gratuito. Gli spettacoli si terranno in piazza Vittorio Veneto e nel giardino del castello. A settembre tornano le presentazioni di libri a CiviCa.

Se me lo aveste chiesto un mese fa, non avrei saputo dirvi se era possibile oppure no tornare a portare la cultura nelle piazze – ha commentato l’Assessore alla Cultura Irene Padovani -. Invece i nostri uffici, con un grande lavoro di squadra, sono riusciti a mettere insieme un grande programma e di tutto rispetto, con momenti di approfondimento e svago di ottima qualità. Non era scontato. Quest’anno ci saranno più eventi nella piazza del Comune, oltre che al castello, per valorizzare sia il centro cittadino che il nostro borgo medievale”.

Si inizia il primo luglio, con l'apertura affidata come di consueto alla Scuola di Musica di Calenzano che si esibisce nel concerto “Voci di donne dal mondo”. Altri saranno i momenti musicali, con la musica classica della rassegna “Armonie d'estate”, quella dell'Orchestra da camera Città di Grosseto e il tributo a Mia Martini a cura delle Eviolins.

Tanti gli eventi teatrali, con spettacoli di grande qualità artistica: la Compagnia delle Seggiole con “Grillo Swing”; Gaia Nanni che interpreta “Gran Kabaret” con Letizia Fuochi; Luisa Cattaneo e Gabriele Giaffreda nello spettacolo di Stefano Massini “Se alzo gli occhi (frammenti di universo)”, un viaggio quanto mai attuale nel percorso che ci porta a sentirci tutti parte di qualcosa di più grande.

Michele Neri racconterà le storie dei paladini di Francia, da Carlo Magno a Orlando, con una serie di tre spettacoli adatti a tutte le età. Ci sarà poi il racconto radiofonico tratto da “L'inquilino” di Marco Vichi e lo spettacolo su Aldo Moro di Mauro Monni, intitolato “La solitudine del re”.

Il blocco dovuto alla pandemia – ha concluso l'Assessore Padovani – ha prodotto forti ripercussioni sul mondo della musica e dello spettacolo, che stentano a ripartire. Noi abbiamo voluto confermare il nostro programma estivo per ribadire il valore, anche economico, di questo settore, compreso tutto l’indotto che si muove intorno a questo mondo. Con Calenzano Estate vogliamo tornare a dare vita e speranza sia a chi sta sul palco che a chi lavora dietro le quinte”.

Gli eventi saranno tutti ad ingresso gratuito, con prenotazione obbligatoria, solo telefonica, ai numeri 055 8833292-448, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13. Si consiglia di presentarsi agli spettacoli alle ore 20:45 rispettando le distanze consigliate per agevolare le operazioni di ingresso, come prescritto dalla normativa vigente in materia di contenimento del contagio da covid-19. Nel caso non si possa partecipare agli spettacoli prenotati, è necessario disdire almeno 24 ore prima, pena l’esclusione dalla prenotazione degli eventi successivi.

Scarica il programma

Piano della mobilità, assemblea pubblica

22 giugno 2020 – Si terrà domani, martedì 23 giugno, alle 21 in piazza Vittorio Veneto, l'assemblea pubblica sul Piano della Mobilità, rinviata la scorsa settimana per maltempo.

Durante l'assemblea, che si terrà all'aperto nel rispetto delle norme sul distanziamento, verranno illustrati i risultati delle indagini e del questionario sulla mobilità, allo scopo di individuare insieme ai cittadini le azioni future. Saranno presenti il Sindaco Riccardo Prestini, il Vicesindaco Alberto Giusti e il progettista del Piano Stefano Ciurnelli.

“I dati raccolti ci spingono ad agire con decisione per cambiare mentalità e modi di vivere – ha detto il Vicesindaco e Assessore alla mobilità Alberto Giusti -. Invitiamo i cittadini a continuare a seguire questo percorso per lo sviluppo del nostro Piano del traffico e della Mobilità Sostenibile, che comprenderà misure di rallentamento delle auto, zone 30, nuovi percorsi ciclopedonali e cambiamenti della viabilità”.

Per accedere alla piazza ci si dovrà attenere alle misure di sicurezza. Si dovrà quindi indossare la mascherina, igienizzare le mani, mantenere la distanza dalle altre persone e rispettare le indicazioni sui posti a sedere.

Una piscina olimpionica per la Piana

17 giugno 2020 – È stata posata stamani la prima pietra della nuova piscina olimpionica di Calenzano, il terzo impianto coperto di questo tipo in tutta la Regione. Avrà un bacino di utenza di 150mila abitanti. I lavori dureranno un anno e mezzo.

Il progetto esecutivo dell’opera è stato approvato dalla Giunta ad aprile, ma si è dovuto attendere la fine dell'emergenza per poter aprire il cantiere. Sarà realizzata in project financing, sulla base della proposta della società sportiva Esseci Nuoto e di Co.ar.co (Consorzio Artigiano Costruzioni).

Nel 2022 la piscina comunale di Calenzano compie 30 anni, contiamo di festeggiare l’anniversario inaugurando il nuovo impianto”. Lo ha detto il Sindaco Riccardo Prestini nel corso della cerimonia: “Siamo orgogliosi di questo progetto, con il quale confermiamo la capacità di Calenzano di realizzare, grazie alla collaborazione con i privati, opere pubbliche importanti. Uno strumento per valorizzare la nostra cittadina, creando anche nuove prospettive turistico-sportive, potendo ospitare nella nuova piscina manifestazioni di rilievo regionale e nazionale”.

La nuova piscina sarà collegata ed integrata con quella esistente, andando quindi a costituire un polo natatorio completo, in grado di soddisfare non solo le esigenze delle squadre ma anche quelle dei cittadini che ogni giorno partecipano alle tante attività sportive che vi si svolgono. Il progetto prevede inoltre un verde attrezzato a solarium, che nel periodo estivo può essere collegato alla vasca tramite l’apertura delle vetrate e un punto di ristoro.

Nuovo monitoraggio dell’aria a Settimello

16 giugno 2020 – Sarà attiva da domani la centralina dell’Università di Firenze per il rilevamento delle sostanze chimiche presenti nell’aria a Settimello. Prosegue così il percorso individuato dall’Amministrazione, in collaborazione con Arpat e con l’Università per stabilire le sorgenti dei cattivi odori segnalati dai cittadini.

L'azione dell'Amministrazione per affrontare il problema dei cattivi odori a Settimello va avanti – ha dichiarato l'Assessore all'Ambiente Irene Padovani -. Nei mesi scorsi è stata posizionata la centralina mobile di Arpat e i nostri uffici hanno continuato a inserire le segnalazioni dei cittadini in un prospetto, in base a orari, luoghi e meteo. Ora attiviamo questo ulteriore strumento. Colgo l'occasione per ringraziare i cittadini che hanno fatto le segnalazioni: è grazie al vostro contributo che possiamo elaborare una statistica e in alcuni casi abbiamo anche individuato alcune irregolarità, sulle quali siamo intervenuti insieme alla Polizia Municipale”.

Per segnalare i cattivi odori si può inviare un'email a ambiente@comune.calenzano.fi.it.

Dal 26 febbraio al 12 maggio è stata posizionata la centralina mobile di Arpat, per il rilevamento del PM10, del PM2,5 e del NO2. Alcuni dati sono già presenti, mentre altri saranno resi noti sul sito dell’agenzia (a questo link)  non appena sarà conclusa la loro elaborazione. Questa centralina sarà nuovamente posizionata nel periodo estivo e poi nel periodo invernale, per avere un quadro completo di tutto l’anno.

Il livello di polveri presenti nell’aria, utile a valutare se nella zona c’è un’esposizione diversa rispetto alla media, non permette però di valutare la provenienza dei cattivi odori. Per questo il Comune ha stipulato anche una convenzione con il Dipartimento di Chimica dell’Università di Firenze, per l’installazione di una centralina che analizzerà l’aria dal punto di vista qualitativo.

Questa centralina sarà posizionata domani e rimarrà per un anno. I dati prodotti permetteranno di capire la sorgente dei cattivi odori: produttiva (industrie), domestica (caldaie) o stradale (traffico). Per questo la centralina viene posizionata in un luogo in cui è esposta in maniera adeguata ai tre diversi elementi e non produca quindi dati falsati per l’eccessiva vicinanza alle industrie, al centro abitato o all’autostrada.

Ecco i centri estivi disponibili da lunedì

12 giugno 2020 – Sono state autorizzate le prime quattro richieste di centri estivi che potranno iniziare da lunedì prossimo.

Alla manifestazione di interesse hanno risposto 12 associazioni. Le prime quattro, che partiranno lunedì, hanno già concluso la pratica di autorizzazione, mentre gli altri stanno ultimando la presentazione e saranno autorizzati nei prossimi giorni.

Sul sito del Comune sarà pubblicata la modulistica per le famiglie e saranno inseriti di volta in volta gli altri progetti (la Concordia, parrocchia San Niccolò, Ranch, cooperativa Alice). Via via che saranno autorizzati, sul sito del Comune verranno pubblicati tutti i riferimenti per iscriversi.

Dalla prossima settimana i bambini e i ragazzi di Calenzano potranno tornare finalmente a svolgere attività di gruppo e socializzazione – ha detto l’Assessore alla Pubblica Istruzione Laura Maggi –, nel pieno rispetto delle linee guida regionali ed in sicurezza. Per aiutare le associazioni ad affrontare l’aumento dei costi che queste comportano, il Comune ha messo a disposizione 30mila euro, oltre al trasporto e ad una quota per la mensa, cui si aggiungono le 10mila euro della Regione Toscana”.

Questi i centri estivi che inizieranno lunedì. Per informazioni su costi, orari e modalità rivolgersi direttamente alle associazioni:

  • Professione Tennis: presso impianti in via di Le Prata. Info: 055 8824854 – 339 7290287 – info@professionetennis.com

  • Primavera dello Sport: presso il palazzetto dello sport in via di Prato. Info: 055 8827464 – 393 9524062 – info@primaveradellosport.it

  • Arciasino: presso località Cupo. Info: 348 9384829 – info@arciasino.org

  • Professione Danza e Spettacolo. Info: 320 4153220 – info.corsididanza.pds@gmail.com

Intervento della Polizia Municipale per persona molesta, ferita un’agente

11 giugno 2020 – Ci sono volute due ambulanze e una pattuglia della Polizia Municipale per fermare una persona molesta, che si buttava in mezzo alla strada. C'è stata una colluttazione tra l'uomo, il personale sanitario e i vigili e un'agente è stata ferita, con prognosi di 14 giorni.

Esprimo la mia solidarietà e quella di tutta l’Amministrazione all’agente di Polizia Municipale e al personale del 118 rimasti feriti – ha commentato il Sindaco Riccardo Prestini -. Il loro intervento ha garantito la sicurezza dei cittadini, evitando che l’uomo, gli automobilisti o i passanti rimanessero coinvolti in incidenti o altri episodi rischiosi”.

La Polizia Municipale è intervenuta su segnalazione di alcuni cittadini. L’uomo, che non è residente a Calenzano, era in stato di ubriachezza, aveva atteggiamenti molesti e si buttava continuamente in mezzo alla strada, rischiando di provocare un incidente. Per fermarlo e sedarlo sono intervenute due ambulanze con medico a bordo. L’uomo è ora ricoverato in ospedale per altre patologie.

Gli spettacoli dal vivo ripartono a mezzanotte

11 giugno 2020 – Gli spettacoli dal vivo potranno riprendere dal 15 giugno e a CiviCa non si perde tempo. A mezzanotte in punto del 15 giugno, ossia la notte tra domenica e lunedì, in sala polivalente si terrà il primo evento con Lorenzo Degl’Innocenti.

L’evento “Riparto da qui. Letture, racconti ed aneddoti divertenti vissuti con i grandi maestri” è promosso dal Comune di Calenzano e da La Macchina del Suono, a cura di Lorenzo Degl’Innocenti.

In questi mesi ci siamo attenuti scrupolosamente alle regole anti-contagio – ha commentato l’Assessore alla Cultura Irene Padovani -, senza però abbandonare i nostri utenti. Abbiamo continuato ad offrire contenuti di qualità online, ma non vedevamo l’ora di riprendere gli spettacoli dal vivo. Così subito nel primo giorno possibile abbiamo deciso di ritornare a fare eventi culturali e vi diamo appuntamento a mezzanotte nella nostra biblioteca per tornare a emozionarsi insieme”.

Per rispettare le norme sulle distanze i posti saranno limitati. Prenotazione obbligatoria, solo telefonicamente, ai numeri 055/8833421-292 entro le ore 13 di sabato 13 giugno.



Piano della mobilità, assemblea pubblica

11 giugno 2020 - Un'assemblea pubblica all'aperto, nel rispetto delle norme anti-contagio, per illustrare i risultati delle indagini e del questionario sulla mobilità e individuare insieme ai cittadini le azioni future. Si terrà mercoledì 17 giugno alle 21 in piazza Vittorio Veneto.

Saranno presenti il Sindaco Riccardo Prestini, il Vicesindaco Alberto Giusti e il progettista del Piano Stefano Ciurnelli. In caso di maltempo l'evento sarà rinviato.

"L'emergenza sanitaria non ci ha impedito di portare avanti il percorso di partecipazione per il Piano della mobilità sostenibile e per il Piano del traffico - ha detto il Vicesindaco Alberto Giusti -. Dopo le indagini e il questionario, i cui risultati sono sul sito del Comune e sono stati presentati in diretta streaming, vogliamo ora incontrare i cittadini e condividere con loro gli obiettivi e le strategie per cambiare la mobilità a Calenzano".

Per accedere alla piazza ci si dovrà attenere alle misure di sicurezza. Si dovrà quindi indossare la mascherina, igienizzare le mani, mantenere la distanza dalle altre persone e rispettare le indicazioni sui posti a sedere.

I saluti di fine anno scolastico si terranno al palazzetto

10 giugno 2020 – Le previsioni meteo rimangono incerte anche per i prossimi giorni, così l'Amministrazione ha scelto di organizzare i saluti di fine anno scolastico al Palazzetto dello Sport, venerdì 12 nel pomeriggio e sabato 13 la mattina.

“Abbiamo dovuto rimandare l’iniziativa prevista al parco del Neto per una situazione meteorologica instabile, ma riteniamo comunque di confermare, alla fine dell'anno scolastico, il saluto dell'Amministrazione agli studenti e al personale della scuola che vorrà essere presente. Diamo così la possibilità ai nostri giovani cittadini, che quest'anno concludono il loro ciclo scolastico, di salutarsi guardandosi negli occhi” -  hanno dichiarato il Sindaco Riccardo Prestini e l'Assessore alla Pubblica Istruzione Laura Maggi.

Gli studenti delle classi quinte della primaria sono convocati il venerdì 12 giugno, nel seguente ordine:

5 A – 5 B Anna Frank ingresso ore 13,45
5 C  Anna Frank e 5 A Marchesi ingresso ore 14,30
5 A – 5 B Don Milani ingresso ore 15,15
5 C Don Milani ingresso ore 16,00

Gli studenti delle classi III della scuola secondaria di 1^ grado, sono convocati per il giorno 13 giugno, nel seguente ordine:

3 A ingresso ore 10,00
3 C – 3 D ingresso ore 11,00
3 E – 3 F ingresso ore 11,45
3 B – 3 G ingresso ore 12,30

Potranno accedere al Palazzetto dello Sport, bambini e ragazzi accompagnati ognuno da un solo genitore e gli eventuali insegnanti e maestri che avranno la possibilità di essere presenti. Si richiede ai ragazzi di indossare le scarpe da ginnastica.

Alla fine della cerimonia sarà consegnato un ricordo con il logo “#Calenzanodicegrazie”. Per eventuali informazioni potete inviare una mail a: scuola@comune.calenzano.fi.it

Riaprono venti parchi gioco

10 giugno 2020 – Venti parchi gioco e la struttura Arbo-Neto al parco del Neto. Sono le attrezzature ludiche che da oggi potranno riaprire, grazie ad un impegno quotidiano, nel rispetto delle ordinanze regionali.

"Abbiamo trovato questa soluzione, grazie alla collaborazione della Vab – ha commentato il Vicesindaco Alberto Giusti -, perché siamo consapevoli del bisogno che hanno le famiglie e i bambini di tornare a utilizzare i giochi. Vogliamo però che possano farlo in totale sicurezza, come previsto dalle linee guida della Regione Toscana che impongono la pulizia giornaliera dei giochi. Purtroppo non possiamo garantirla a tutte le aree ludiche. Chiediamo ai cittadini di utilizzare solo quelle nell’elenco ed evitare quelle delimitate dal nastro bianco e rosso, almeno finché le norme di sicurezza non cambieranno."


Queste le aree gioco che possono riaprire: Nome di Gesù,  via Manara, via delle Bartoline, piazza della Resistenza, via don Minzoni, parco della Fogliaia, viale Matteotti, via Nuova, via don Milani, via Faggi, viale del Pino, via dei Tigli, via Dietro Poggio. A Le Croci: via di Cupo, via Poggio del tesoro. A Carraia: via Grandi, via di Carraia (di fronte alla scuola elementare). A Legri: parco delle Rimembranze e giardini lungo via di Legri. A Settimello: via Tagliafraschi, parco oliveta, via due giugno, area tematica 'ARBO-NETO' presso il parco del Neto.


Si raccomanda il mantenimento delle distanze.

Lavori in estate al parco di Villa Carmine

08 giugno 2020 – La Giunta ha approvato il progetto esecutivo del secondo lotto di interventi al parco di Villa Carmine. I lavori si terranno nei mesi estivi, poi il parco potrà aprire.

La prima fase dei lavori, che riguardava la parte vegetale del parco, si è conclusa alla fine dell’anno scorso, ma per poter aprire al pubblico con regolarità, devono essere realizzate le prime opere di messa in sicurezza delle parti architettoniche, come per esempio statue e muretti.

Il secondo lotto di lavori, che prevede la manutenzione di questi manufatti, è stato ritardato dal blocco delle attività durante l’emergenza sanitaria, ma si conta di concluderlo entro l’estate. Una volta messi in sicurezza, il parco potrà aprire al pubblico.

Il terzo ed ultimo lotto di lavori riguarderà il restauro conservativo di alcune statue danneggiate, del tabernacolo, delle fontane e della grotta e i tecnici del Comune sono già al lavoro, in collaborazione con la Soprintendenza, per individuare le soluzioni più idonee.

Riapre il Museo del Figurino

05 giugno 2020 – Riapre oggi il Museo Comunale del Figurino di Calenzano, gestito dall’ATC e dal Consorzio Co&so.

Siamo felici di poter riaprire – ha commentato l’Assessore alla Cultura Irene Padovani -, è per noi un segnale di ritorno alla normalità. Con i luoghi della cultura può rinascere il nostro territorio. Nei mesi estivi organizzeremo, insieme al museo, alcuni eventi nel nostro borgo medievale, contando di attirare nuovi visitatori in un’estate tutta particolare, quando ci si muoverà meno e magari si vorrà scoprire i piccoli gioielli che abbiamo a due passi da casa”.

Il museo sarà aperto il venerdì dalle 13 alle 19 e il sabato e la domenica dalle 9 alle 13 e poi dalle 15 alle 19. Ingresso gratuito. La riapertura è accompagnata da due novità: un nuovo sito internet www.museofigurinostorico.it e una app con la quale si potrà fare una visita guidata delle varie sezioni. La app non andrà scaricata, basterà inquadrare il QRcode posto all’ingresso e seguire le istruzioni.

Riapriamo con grande gioia ed emozione – ha commentato la Direttrice del Museo Cristina Cisternino – e lo facciamo con una mostra, che avevamo già in programma prima dell’emergenza e che costituisce per noi una sorta di continuità, di voglia di andare avanti e programmare nuove attività ed eventi”.

La mostra, dal titolo “Il museo siete voi”, espone figurini e modellini prestati o donati al museo negli ultimi tre anni e rimarrà aperta per tutta l’estate. L’accesso al museo rimane libero. È consigliata la prenotazione per i gruppi, in modo da poter organizzare la visita in sicurezza, contingentando gli ingressi.

Sport all’aperto su aree pubbliche

05 giugno 2020 – Scade il 10 giugno il termine per la presentazione delle manifestazioni d'interesse per la prenotazione di aree pubbliche per svolgimento di attività sportive.

Si vuole dare così la possibilità alle associazioni sportive di tornare a svolgere le proprie attività, all’aria aperta e seguendo tutte le regole di distanziamento e sicurezza.

La presentazione di manifestazione di interesse potrà avvenire esclusivamente tramite posta elettronica  all’indirizzo calenzano.protocollo@postacert.toscana.it

Per il bando e il modulo clicca qui

Festa della scuola rinviata causa maltempo

05 giugno 2020 – La festa di fine scuola, prevista per le mattine del 9 e 10 giugno, è rinviata a causa del maltempo.

Avrebbe dovuto tenersi al Parco del Neto, ma le previsioni meteo per la prossima settimana non consentono di mantenere l’iniziativa per quelle date.

La nuova data sarà comunicata nei prossimi giorni, in base all'evolversi della situazione meteorologica.

Festa di fine anno scolastico

03 giugno 2020 - Una festa di fine anno scolastico per tutte le alunne e gli alunni che concludono quest’anno un ciclo scolastico a Calenzano. La promuove il Comune presso il parco del Neto nelle mattine del 9 e del 10 giugno.

La scuola è quella che ha sofferto di più il lungo momento di chiusura – ha detto il Sindaco Riccardo Prestini – e ci è sembrato doveroso dare la possibilità di incontrarsi, almeno a quegli alunni che il prossimo anno non si rivedranno, con l'augurio che a settembre la scuola possa riprendere in aula, com'è giusto che sia”.

Gli studenti delle classi quinte della primaria (il giorno 9) e le terze della secondaria di primo grado (il giorno 10) potranno ritrovarsi al parco del Neto, accompagnati da un genitore, dove ad aspettarli ci saranno il Sindaco Riccardo Prestini e l’Assessore alla Pubblica Istruzione Laura Maggi.

Bambini e ragazzi arriveranno a gruppi, convocati in orari diversi e si disporranno, insieme ad un genitore, nei cerchi disegnati sull’erba. Così saranno evitati assembramenti e sarà garantito il distanziamento sociale. I ragazzi dovranno scegliere una canzone da cantare tutti insieme (da comunicare al Comune precedentemente) e riceveranno in dono dall’Amministrazione una sacchetta bianca con il logo “#Calenzanodicegrazie”.

"Un gesto simbolico ma ricco di significato – ha detto l'Assessore alla Pubblica Istruzione Laura Maggi - per fare in modo che questi bambini e questi ragazzi, giunti alla fine di un percorso scolastico, abbiano almeno la possibilità di ritrovarsi un'ultima volta insieme e salutare, guardandoli  negli occhi, i lori compagni ed i loro insegnanti. La scuola è trasmissione del desiderio di sapere e non esiste didattica del sapere se non attraverso la relazione umana. Un piccolo gesto per ringraziare, tramite gli studenti che parteciperanno, anche tutti gli altri. Pensare a loro è un atto dovuto ed è pensare al futuro di questo Paese".

Riaprono i fontanelli

03 giugno 2020 – Saranno riattivati domani i tre fontanelli di Calenzano, in via Don Minzoni, a Settimello e a Carraia.

Gli impianti erano stati chiusi come misura per limitare il contagio e per evitare assembramenti. Ora sono stati controllati e sanificati e possono riaprire.

Al fontanello è necessario rispettare le regole anti-contagio: rispettare la distanza di almeno un metro, indossare la mascherina, non toccare gli erogatori d’acqua con le mani, con la bocca o con le bottiglie.

Individuati i finalisti del premio letterario

03 giugno 2020 – Si è chiusa con un successo la prima edizione del premio letterario di CiviCa, promosso dal Comune in collaborazione con l’associazione Amici di CiviCa.

La giuria ha individuato i finalisti, mentre i nomi dei vincitori saranno comunicati a settembre, in occasione della premiazione. Ad ogni finalista arriverà una comunicazione da parte della segreteria del premio.

La prima edizione è andata molto bene – ha commentato l’Assessore alla Cultura Irene Padovani -, in tanti hanno partecipato anche da fuori Regione. Ringraziamo gli Amici di CiviCa per averci proposto questa bella iniziativa, che ci dà anche l’occasione per far conoscere la biblioteca, il nostro territorio e le tante opportunità che offre”.

In totale gli iscritti sono stati 227, di cui il 20% da fuori provincia e il 40% da altre Regioni. 104 sono gli iscritti alla sezione poesia, per un totale di 286 poesie, 123 ai racconti.

La cerimonia di premiazione, che è stata rimandata a causa dell’emergenza sanitaria, si terrà sabato 5 settembre a CiviCa. I testi di tutti i finalisti saranno pubblicati in un’antologia.

Lettera ai volontari per la Festa della Repubblica

02 giugno 2020 – Una lettera ai volontari dell’emergenza COVID, che esprimono lo spirito stesso della Repubblica. L’ha resa pubblica oggi, nel 74° anniversario della Repubblica Italiana, il Sindaco di Calenzano Riccardo Prestini.

Nella lettera il Sindaco ricorda gli oltre 33mila morti in Italia per la pandemia e vuole ricordare questo momento anche per il valore “di grande unità nazionale, di straordinaria solidarietà”, di cui il contributo dei volontari è stato espressione. Questo a fronte invece di un atteggiamento divisivo da parte delle “forze reazionarie e sovraniste che usano il 74° anniversario della Repubblica per manifestare idee e propositi faziosi, di scontro con le istituzioni più alte”.

Il Comune di Calenzano, tradizionalmente, in questo giorno organizzava la Festa della Cittadinanza, ossia la consegna della Costituzione a chi aveva compiuto 18 anni nel corso dell’anno o ai nuovi cittadini italiani residenti a Calenzano. Questo ovviamente non è stato possibile, a causa delle norme di distanziamento per contrastare il contagio, ma il Sindaco ha voluto comunque celebrare l’anniversario ricordando la parte più viva e solidale della comunità.

Dobbiamo riconoscerci nello spirito unitario che portò allora alla scelta della forma di governo del Paese, la Repubblica”, scrive il Sindaco, “uno spirito rappresentato anche dal tuo impegno, grazie al quale siamo riusciti a garantire servizi essenziali. È in questa disponibilità a mettersi in gioco, a prendersi cura della comunità, che risiede lo spirito della nostra Repubblica, nata dalla lotta antifascista e dalla Resistenza, ossia da quel moto di popolo che decise di prendersi cura dell’Italia e del suo futuro”.

Di seguito il testo integrale della lettera.

Cara volontaria, caro volontario,

quest'anno la Festa della Repubblica cade in un momento in cui il nostro Paese sta uscendo da un'emergenza epocale, una pandemia che ha portato alla morte di oltre 33mila cittadini della Repubblica Italiana.

Un'esperienza che ha provocato cambiamenti altrettanto epocali nelle vite dei singoli e nell'economia, con ripercussioni delle quali non conosciamo ancora la piena portata. Vogliamo però ricordarla anche come un momento di grande unità nazionale, di straordinaria solidarietà, di cui il tuo contributo è stato espressione.

Forze reazionarie e sovraniste, nell'esercizio del diritto fondamentale della libertà di pensiero garantito dalla nostra Costituzione, usano il 74° anniversario della Festa della Repubblica per manifestare idee e propositi faziosi, di scontro con le istituzioni più alte, di divisione.

Noi siamo invece convinti che, proprio a fronte dell'emergenza, dobbiamo riconoscerci nello spirito unitario che portò allora alla scelta della forma di governo del Paese, la Repubblica, che ci ha consentito, sia pur tra alterne vicende, di vivere in pace, in libertà e adeguato benessere per oltre 70 anni.

Questo spirito unitario è rappresentato anche dal tuo impegno, grazie al quale siamo riusciti a garantire i servizi essenziali a tutte quelle persone che non potevano uscire e che hanno potuto avere, non solo spesa e medicinali a casa, ma anche un segnale di vicinanza in un momento di assoluto isolamento.

La pandemia è arrivata inaspettata per tutti, cittadini e istituzioni. E ci siamo trovati ad affrontare in tempi rapidissimi situazioni nuove, a dover mettere in campo servizi mai attivati prima. Se avessimo dovuto farlo con le solite forze a disposizione, non saremmo riusciti a dare la risposta che abbiamo dato. Ma all’appello che ho fatto avete risposto subito, in tanti, pieni di entusiasmo e voglia di partecipare.

È in questo spirito di servizio, in questa disponibilità a mettersi in gioco, a prendersi cura della comunità, che risiede lo spirito della nostra Repubblica, nata dalla lotta antifascista e dalla Resistenza, ossia da quel moto di popolo che decise di prendersi cura dell’Italia e del suo futuro.

È di questa freschezza e spontaneità che ti ringrazio, a nome di tutta Calenzano. E ti invito a farne tesoro. Alcuni di voi già prestavano servizio di volontariato nelle nostre associazioni, altri invece si sono affacciati per la prima volta a questo tipo di collaborazione sociale. Ora stiamo uscendo dall’emergenza, ma c’è ancora tanto da fare e da costruire e del tuo contributo abbiamo ancora bisogno.

A tutte le volontarie e i volontari di Calenzano e in generale a tutti i cittadini calenzanesi, auguro

Buona Festa della Repubblica

Il Sindaco

Riccardo Prestini


Apre il cantiere della nuova fogna a Settimello

01 giugno 2020 – Apre questa settimana il cantiere per la nuova fogna a Settimello, finanziata da Autostrade per l’Italia per un totale di 2 milioni e 700 mila euro, nell’ambito delle opere locali del progetto di terza corsia.

Il nuovo collettore fognario sostituirà l’attuale fognatura, insufficiente in caso di forti piogge a raccogliere le acque urbane e le acque meteoriche provenienti dall’autostrada. Con il nuovo sistema di regimazione delle acque meteoriche viene data una soluzione adeguata anche ai problemi di allagamento, che si verificano in alcune aree della frazione, in particolare in via Dante Alighieri, via Baldanzese e via San Morese.

Questa settimana iniziano i lavori propedeutici, con le verifiche per la bonifica bellica, relativa al controllo della presenza di mine o altri esplosivi. I lavori di realizzazione del collettore inizieranno poi dal fosso interrato che si trova davanti al parco del Neto, nel territorio di Sesto Fiorentino e proseguiranno in direzione nord, verso via Dante Alighieri e via Cecco Angiolieri.

Il progetto prevede, oltre all’adeguamento del collettore fognario, anche interventi di ripristino idraulico e ambientale e, una volta ultimati tali lavori, il rifacimento di via Dante Alighieri e dei relativi marciapiedi e della pista ciclabile, che sarà resa più sicura in particolare per quanto riguarda gli accessi alle fabbriche.

Un piano integrato per piantare più alberi

29 maggio 2020 – Un’unica regia per piantare più alberi, messi a dimora direttamente dal Comune o dalle associazioni oppure finanziati dalle donazioni di singoli cittadini. Sono state approvate dalla Giunta Municipale le linee guida per le iniziative e attività di forestazione su aree pubbliche.

“Con queste linee guida stabiliamo le modalità per progettare nuove foreste urbane, sia come Amministrazione, sia rispondendo alle proposte che ci arrivano dai privati – dichiara l’Assessore al Verde Pubblico Alberto Giusti –. Calenzano ha un grande patrimonio arboreo che vogliamo estendere, con la collaborazione di associazioni e cittadini, ai quali nei prossimi mesi dedicheremo specifici bandi e regolamenti.”

Il tema degli alberi è da tempo al centro delle azioni della Giunta di Calenzano, che l’estate scorsa ha promosso due campagne per aumentarne la dotazione sul territorio: ‘Mosaico Verde’, che prevede la sponsorizzazione da parte di un’azienda privata di un bosco urbano;  e l’appello ‘Luadato sì-un albero in più’, che prevede la piantagione di 60 milioni di alberi su tuttto il territorio nazionale, uno per ogni cittadino italiano.


“L’incremento delle piante è stato uno dei primi impegni che abbiamo preso appena insediati – ha commentato l’Assessore all’Ambiente Irene Padovani -, perché una città piena di alberi non è soltanto più vivibile, ma ha anche l’obiettivo di contrastare il cambiamento climatico e migliorare la qualità dell’aria. Un'azione che è in linea anche con la strategia regionale ‘Toscana Carbon Neutral’”.


Le iniziative di forestazione potranno essere di tre tipi:
•    di iniziativa comunale, sia con progetti di nuove piantagioni sia con interventi di manutenzione;
•    di forestazione diretta, ossia svolti direttamente da associazione di volontariato, con le operazioni di acquisto e piantagione svolte dai volontari;
•    di forestazione indiretta, ossia tramite la donazione di fondi, da parte di associazioni o singoli cittadini, da destinare all’acquisto e messa a dimora di nuove piante da parte del Comune.

Le singole iniziative saranno valutate dagli uffici comunali, in seguito alla partecipazione ad uno specifico bando. Per ogni singola iniziativa saranno individuate le aree di intervento, privilegiando la vicinanza della piantagione a potenziali sorgenti emissive.

Elettrodotto, fase autorizzativa in conclusione

28 maggio 2020 – Si sta completando la fase autorizzativa del progetto del nuovo elettrodotto tra Colunga e Calenzano, a cura di Terna Spa, che riguarda anche il nostro territorio.

All’albo pretorio del Comune è stato pubblicato il link e la password per poter vedere i dettagli del progetto (clicca qui), che prevede una generale razionalizzazione delle linee elettriche ad alta tensione (380 KV) e in alcuni casi il loro interramento o lo spostamento da centri abitati e siti di interesse storico.

All'albo sono state pubblicate anche le singole particelle su cui sarà attivata la servitù coattiva, per la quale i singoli proprietari verranno contattati direttamente. È questo uno degli ultimi passaggi burocratici di un lungo iter autorizzativo, iniziato nel 2009.

La nuova linea elettrica ripercorrerà in gran parte la linea esistente, mentre negli anni sono state concertate con l'ente locale alcune migliorie per rendere l'elettrodotto, oltre che più efficiente, anche più sicuro.

In particolare è previsto l'interramento della linea delle Carpugnane, che libererà il futuro parco dai tralicci, e di quella del centro cittadino. L'elettrodotto sarà invece allontanato dal centro abitato a Carraia, Legri e da Volmiano. Le due linee lungo il Chiosina saranno invece accorpate in un'unica linea, con pali meno impattanti dal punto di vista paesaggistico.

Nuovo ponte del Molino, adottato il progetto

28 maggio 2020 – È stato adottato martedì scorso dalla Giunta Municipale il progetto definitivo del nuovo ponte del Molino, chiuso dal 6 marzo per garantire la sicurezza dei cittadini. Sarà ora convocata la conferenza dei servizi per lo spostamento dei sottoservizi.

Il ponte è risultato instabile, in seguito ai controlli svolti su tutti i ponti e le passerelle di proprietà del Comune e quindi è stato necessario chiuderlo completamente, anche al transito pedonale. Già dal 6 marzo è stata predisposta una viabilità alternativa per i mezzi, mentre per i pedoni è in corso la costruzione di una passerella in ferro, che verrà installata sul ponte attuale e rimarrà transitabile fino alla sua demolizione.

Il progetto infatti prevede il rifacimento completo del ponte, che dovrà essere demolito. Prima però devono essere spostati tutti i sottoservizi (luce, acqua, gas, fibra...) e devono concludersi alcuni passaggi burocratici con la Soprintendenza e il Genio Civile.

Il nuovo ponte manterrà una sola corsia per le auto, a causa del poco spazio di manovra dalla parte del Molino, ma sarà affiancato da una corsia ciclopedonale, che sarà integrata con la nuova pista di Via di Pagnelle.

A Calenzano contagi zero nell'ultima settimana

27 maggio 2020 – A Calenzano non ci sono stati nuovi casi di Covid nell'ultima settimana e questo a fronte di un costante aumento del numero di tamponi effettuati, crescono notevolmente i guariti, ma purtroppo si è registrato un nuovo decesso.

Un dato significativo è quello sui guariti, che nell'ultima settimana sono passati da 15 a 25. Sul territorio rimangono quindi 16 persone tuttora in isolamento perché positivi, di questi 7 sono ricoverati in ospedale. I deceduti in totale dall'inizio dell'epidemia sono stati 6, 3 uomini e 3 donne, con un'età media di oltre 75 anni.

Siamo sulla buona strada – ha commentato il Sindaco Riccardo Prestini -, ma dobbiamo prestare ancora molta attenzione. Purtroppo nella giornata di ieri ci è stato comunicato un altro decesso, che fa salire a sei il numero totale dei cittadini calenzanesi positivi al Covid che sono deceduti. Il dato sui contagi, ad un mese dalla fine della chiusura totale, è incoraggiante e ci permette di tornare ad una quasi normalità. Bisogna però mantenere il distanziamento, è fondamentale per evitare una ripresa del virus ed è un segnale di rispetto verso le famiglie che hanno avuto malati o morti per l’epidemia, cui rinnoviamo la vicinanza dell’Amministrazione e di tutta la comunità”.

Un altro aspetto preoccupante che si è verificato nei giorni scorsi è l’abbandono di mascherine e guanti nelle aree pubbliche. “Non è solo una questione di decoro urbano e di inquinamento – ha sottolineato il Sindaco -. Gettare a terra i propri dispositivi di protezione, che potrebbero essere infetti, è una grave violazione delle norme sanitarie per limitare i contagi”.

Si ricorda che le mascherine e i guanti monouso vanno smaltiti come rifiuti indifferenziati.

Sala consiliare dedicata a Nilde Iotti

27 maggio 2020 – Sarà dedicata a Nilde Iotti la sala consiliare del Comune di Calenzano. La mozione è stata approvata nella seduta del Consiglio Comunale di lunedì scorso.

Ricordiamo l’impegno di Nilde Iotti sui temi dell’emancipazione femminile e dei diritti della famiglia – ha detto il Sindaco Riccardo Prestini nel dibattito consiliare -, ma anche la sua attenzione al corretto funzionamento dello Stato, alle riforme istituzionali, al rinnovamento dei gruppi dirigenti. Come Presidente della Camera la ricordiamo per l’imparzialità nei confronti di tutte le forze politiche, cui garantiva pari dignità, favorendo il confronto democratico. Accogliamo quindi con favore la mozione, affinché in questa sala venga garantito lo stesso rispetto delle diverse opinioni da parte di tutte le forze che compongono il Consiglio”.

La mozione, presentata dai gruppi di maggioranza (PD e Calenzano Futura), è stata approvata con 14 voti favorevoli (i gruppi di maggioranza e Sinistra per Calenzano-Per la Mia Città), 2 astenuti (Lega-Salvini Calenzano) e 1 contrario (Gruppo Misto).

È un segnale di riconoscenza verso una persona che, con il suo impegno politico e istituzionale, ha contribuito a rendere ancora più solide le fondamenta su cui si basa la nostra Repubblica – ha commentato il Presidente del Consiglio Comunale Alessio Pedrini -. Verso una donna, fautrice di tante battaglie per la democrazia e contro ogni pregiudizio o violenza, che deve costituire per tutti noi un punto di riferimento cui ambire, una guida cui guardare come fondamentale insegnamento quotidiano, nel nostro non facile impegno di amministratrici e amministratori”.

Piano della mobilità: i risultati delle indagini e del questionario

26 maggio 2020 – A Calenzano per spostarsi si usa soprattutto l’auto, ma i cittadini si dicono disponibili a cambiare abitudini in presenza di un’alternativa valida, come una rete più estesa di piste ciclabili e una migliore organizzazione del trasporto pubblico.

Sono stati presentati sabato scorso i risultati delle indagini e del questionario rivolto ai cittadini sul Piano della Mobilità Sostenibile e Piano Urbano del Traffico. La presentazione è avvenuta nel corso di una seduta aperta della Commissione Assetto del Territorio, trasmessa in diretta streaming sul canale youtube del Comune, dove è ancora visibile.

“I questionari hanno confermato e in parte spiegato ciò che era emerso dalle indagini svolte con le telecamere nei punti nevralgici del traffico calenzanese – ha commentato il Vicesindaco e Assessore alla Mobilità Alberto Giusti -. C'è un'abitudine consolidata all’uso del mezzo privato, in prevalenza l’auto, per gli spostamenti anche molto brevi. L’altro aspetto importante è la caratteristica del traffico nella nostra città, in gran parte pendolare per la presenza di numerose attività economiche, oppure di attraversamento. Molti cittadini si sono però detti disposti a passare alla bicicletta o ai mezzi pubblici se questi fossero alternative valide, perciò stiamo lavorando in questa direzione. Alcune piste ciclabili sono in corso di realizzazione e in bilancio abbiamo stanziato fondi importanti per realizzarne altre ancora. Per i mezzi pubblici, lavoreremo in sinergia con la Regione e la Città metropolitana per migliorare intermodalità ed efficienza delle linee su gomma e su ferro. Ringrazio i cittadini che hanno partecipato finora al percorso, inviando osservazioni e compilando il questionario, li invito a non perdere i prossimi appuntamenti in cui presenteremo le proposte di Piano."

I risultati delle indagini e del questionario (per scaricarli clicca qui) saranno presentati ora alle categorie economiche del territorio e ai soggetti pubblici interessati, come per esempio i Comuni limitrofi, la Città Metropolitana, i gestori dei servizi pubblici. Conclusa questa prima fase partecipativa, saranno predisposte alcune ipotesi di cambiamento del sistema di mobilità, che saranno poi presentate ai cittadini nella seconda metà di giugno.

"La Commissione Assetto del Territorio, forse per la prima volta, ha aperto le porte alla diretta streaming – ha commentato la Presidente della Commissione Maria Arena -, per condividere con i cittadini i risultati emersi dall'indagine sul traffico e sulla mobilità che si svolge sul nostro territorio, e trattandosi di un argomento che impatta quotidianamente sulla vita dell'utente, mi sembrava opportuno farlo in questa modalità, anche e soprattutto perché negli ultimi mesi non è stato possibile portare avanti tutte quelle iniziative di partecipazione pubblica da svolgere nell'ambito del processo che vede il POC andare avanti nel suo iter.  Sono molto soddisfatta  della discussione emersa, che si è svolta nel massimo clima di collaborazione, utile e costruttiva,  e ci sarà sicuramente modo di  mettere a punto ed elaborare i contributi dati da tutti i gruppi consiliari in questa sede. Noi siamo fermamente convinti che  il coinvolgimento di più soggetti in tematiche di portata ampia come quella della viabilità pubblica  sia un valore aggiunto, che può senz'altro dare forza all'azione di governo di un territorio".

Tornano i mercati a pieno regime: situazione sotto controllo

22 maggio 2020 – Prima settimana di mercati a pieno regime e la situazione è rimasta sotto controllo. Sia mercoledì a Calenzano che oggi a Settimello, i banchi non sono mai stati troppo affollati e le persone hanno rispettato le regole sulla distanza e sulle mascherine.

In entrambi i mercati sono stati creati percorsi delimitati, con ingresso e uscita separati, in modo da lasciare le corsie a senso unico e quindi ridurre gli scambi tra persone. All’ingresso e all’uscita era presente il personale del Comune per verificare la capienza.

Sia mercoledì che oggi non è mai stato raggiunto il limite massimo di persone all’interno e quindi non c’è stato bisogno di contingentare gli ingressi.

Piano della mobilità: risultati in diretta video

20 maggio 2020 – Sabato prossimo, 23 maggio, la Commissione Assetto del Territorio del Consiglio Comunale si riunirà per la presentazione dei risultati del questionario sulla mobilità e delle indagini sul traffico. La riunione sarà trasmessa in diretta streaming.

Prosegue così il percorso di partecipazione per la definizione del Piano della Mobilità Sostenibile e del Piano Urbano del Traffico, iniziato con lo studio dei flussi e dei parcheggi sul territorio e proseguito poi con il questionario online, cui hanno risposto oltre 1000 cittadini.

La riunione della Commissione sarà trasmessa sul canale youtube del Comune di Calenzano dalle ore 10 alle ore 13 di sabato 23 maggio. Chi è collegato in diretta potrà solo assistere alla riunione, senza intervenire.

La storia della ruota di Karavan in cinque racconti

19 maggio 2020 – Ad un anno dalle celebrazioni per il decennale dell'opera "Tempo" di Dani Karavan, la simbolica ruota all'uscita dell'autostrada, il Comune, l’Associazione Culturale Essere e la rivista L’Eco del Nulla mettono a disposizione il testo “Forme d’autore. Cinque racconti di arte urbana”.

In un’epoca di emergenza, quando le uscite sono ancora limitate, i cinque racconti che ripercorrono la storia dell’opera di Karavan, possono contribuire a dare un’occasione di svago e approfondimento culturale.

È possibile scaricare il testo gratuitamente online, sul sito del Comune e sul sito della rivista Eco del Nulla. Da domani nel programma di “Accade a CiviCa online” sarà disponibile un video in cui alcuni attori leggono stralci dei racconti contenuti nel volume “Forme d'autore”.

Inoltre, le copie rimaste saranno disponibili da domani nei seguenti negozi, dove i cittadini potranno ritirarle nel corso della loro spesa:

Cartolibreria Anna Di Fissi – Via Roma, 51
Edicola di Giuliani Fabio – Via Cioni
Edicola di Tirinnanzi Emanuele – Via Vittorio Emanuele 151/a
Alimentari Carraia Non solo pane – Via Bellini
Bar La Chiusa Alimentari – Via della Chiusa, 6
Panificio Giusti – Via del Molino, 157 e Via Giusti
Forno Ciccone – Piazza del Ghirlandaio, 4
Pastificio La Spiga – Via Don Minzoni, 33
Un secolo di Pane – Via Puccini
Latteria – Via Cesare Battisti, 3
Centro civico di Legri
Circolo ARCI Le Croci

Attenzione agli assembramenti. Controlli e sanzioni

19 maggio 2020 – Proseguono i controlli della Polizia Municipale e delle Forze dell’Ordine per il rispetto delle regole anti-coronavirus. Con la riapertura delle attività infatti, molte persone si sentono autorizzate a tornare alle vecchie abitudini, ma non è il momento di abbassare la guardia.

“La fase tre ci consente di tornare alla socialità – ha detto il Sindaco Riccardo Prestini -, ma dobbiamo farlo con attenzione e rispettando le regole: restare distanti e non raggrupparsi tra più persone. Dopo il periodo della costrizione e delle limitazioni di movimento, la nuova fase chiede ancor più senso civico e assunzione di comportamenti responsabili per se stessi e per il rispetto degli altri. Perciò faccio appello alla serietà e alla coscienza di tutti i cittadini, dei ragazzi, dei genitori: si può uscire, andare a trovare un amico, fare una passeggiata al parco, fare attività sportiva all’aperto e ancora altro. Ma non ci si può fermare a fare un pic-nic sul fiume, passare un pomeriggio al parco con gli amici o fare capannello al mercato e negli altri spazi ed aree pubbliche. Capisco la voglia di normalità, ma se non rispettiamo le regole rischiamo di tornare indietro e di doverci di nuovo chiudere nelle nostre case”.

Nei prossimi giorni proseguiranno i controlli della Polizia Municipale, che la scorsa settimana ha fermato e sanzionato un gruppo di dieci ragazzini, tra i 12 e i 14 anni, che si trovavano in gruppo in un parco pubblico, vicini e senza mascherina. La sanzione è di circa 300 euro a persona.

Sport, mercati, circoli e biblioteca: il calendario della riapertura

18 maggio 2020 – Dopo il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri e l’ordinanza della Regione Toscana, che hanno disposto le riaperture delle attività commerciali, il Comune interviene con proprie disposizioni sulla biblioteca, i mercati e gli impianti sportivi.

CiviCa riapre da domani soltanto per il prestito, negli impianti sportivi all’aperto si potranno svolgere attività sportive individuali e tornano tutti i banchi del mercato con misure di contenimento dell’utenza. Può ripartire anche la somministrazione nei circoli.

Proviamo a tornare gradualmente alla normalità – ha detto il Sindaco Riccardo Prestini -, con una riapertura che consente al sistema Paese di ripartire, ma che necessita ancora di molta cautela. Rivolgo un appello ai cittadini, ai giovani, alle famiglie, a tutti coloro che aspettano da mesi di poter tornare a una vita sociale. Adesso ci sono possibilità in più, ma non bisogna abbassare la guardia, altrimenti si rischia di vanificare tutti gli sforzi fatti”.

Da domani, martedì 19 maggio, riapre la biblioteca ma solo per il prestito e, preferibilmente, ordinando prima i materiali con un’email a biblioteca@comune.calenzano.fi.it. CiviCa sarà aperta il martedì, mercoledì e giovedì dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18, il venerdì e il sabato dalle 9 alle 13; si accede con la mascherina soltanto fino al bancone, non è consentito sostare nelle aule di lettura né girare tra gli scaffali. Rimane attivo il prestito a domicilio. La restituzione del materiale dovrà essere fatta tramite il box esterno.

Ripartono a pieno regime anche i mercati, dove gli ingressi saranno contingentati. Il mercoledì in via della Conoscenza e il venerdì a Settimello, saranno creati percorsi diversi per l’entrata e l’uscita. A Calenzano si accederà da un solo punto in via della Conoscenza e si uscirà da un solo punto sempre in via della Conoscenza, che verrà chiusa al traffico per evitare affollamento sul marciapiede. L’ingresso alla biblioteca, per il giorno del mercato, sarà da via Pertini. A Settimello l'accesso sarà da via Palagi e l'uscita da Via Cioni.

Rimane sospesa fino al 24 maggio l’attività sportiva al chiuso, mentre può ripartire già da oggi l’attività sportiva individuale all’aperto negli impianti sportivi pubblici o privati, senza la possibilità di utilizzare spazi comuni al chiuso, come gli spogliatoi.

Da oggi può ripartire anche l'attività di somministrazione per circoli e associazioni, solo ai soci, con le stesse modalità previste per bar e ristoranti. Rimangono invece sospesi fino al 15 giugno gli eventi sociali e culturali all'interno dei circoli stessi. Vietata ogni forma di assembramento.

Lavoro, 50 anni di diritti

16 maggio 2020 – La lunga strada verso lo Statuto dei Lavoratori e le prospettive per il futuro, ovvero le sfide di oggi. È questo il messaggio della mostra e del convegno online, promossi dal Comune di Calenzano in occasione del 50° anniversario dell’approvazione della legge 300 del 1970, meglio nota come Statuto dei Lavoratori.

A partire dalla prossima settimana saranno pubblicati, sul sito del Comune e sui canali social istituzionali, i contributi video di studiosi e sindacalisti, che raccontano la genesi dello Statuto e le prospettive attuali e future dei diritti dei lavoratori, in un contesto economico e produttivo radicalmente cambiato rispetto agli anni ‘70. Ad accompagnare i video, alcuni pannelli illustrativi con la cronologia degli eventi storici, stralci degli interventi istituzionali e immagini per ripercorrere quella lunga strada.


“Stiamo lavorando a questo anniversario già da tempo – ha detto il Sindaco Riccardo Prestini – e avremmo voluto organizzare un convegno e una mostra su questo tema. Ovviamente l’emergenza sanitaria non ce lo consente, ma vogliamo ugualmente valorizzarlo, perché è grazie allo Statuto che i lavoratori vedono finalmente garantiti e tutelati, da legge dello Stato, i propri diritti. Oggi, a causa dei profondi cambiamenti nell'economia e nella società, c'è bisogno di un nuovo Statuto dei Diritti, che garantisca a tutti le stesse tutele, soprattutto nel momento in cui ancora non sappiamo quali saranno gli effetti economici di questa crisi sanitaria. Ricordare da dove veniamo ci può aiutare a impostare quelle tutele, di cui ancora oggi il lavoro ha bisogno”.

Nei prossimi giorni saranno pubblicati i contributi video di Riccardo Del Punta, Professore di diritto del lavoro dell’Università di Firenze; di Franca Maria Alacevich, Professoressa di sociologia dei processi economici e del lavoro dell’Università di Firenze; di Paola Galgani della CGIL e di Roberto Pistonina della CISL.


I pannelli illustrativi invece ripercorrono la lunga strada verso lo Statuto, partendo dall'Unità d'Italia, quando vengono gettate le fondamenta dei primi diritti dei lavoratori e delle lavoratrici. Si prosegue poi con la Lotta di Liberazione, il gran detonatore che fece acquistare al lavoro ed ai lavoratori un ruolo centrale nella politica italiana. Quindi il Patto di Roma e la nascita della CGIL unitaria, ed a seguire il lavoro nella nostra Carta Costituzionale.


La storia prosegue con le grandi manifestazioni sindacali, spesso represse nel sangue e si conclude con la genesi politica e l'iter legislativo dello Statuto dei Lavoratori. La mostra finisce con uno sguardo all'attualità e alle nuove sfide del diritto del lavoro: riders, braccianti, badanti e finte partite IVA.

Suolo pubblico gratuito per negozi, bar e ristoranti

14 maggio 2020 – In attesa di conoscere la data esatta di riapertura delle attività commerciali e di somministrazione di bevande e alimenti, il Comune ha previsto la concessione gratuita del suolo pubblico per favorire la disposizione di tavolini all’aperto, dove sarà più facile garantire le misure di sicurezza.

Fino al 31 ottobre negozi, bar, ristoranti, pasticcerie, gelaterie e pizzerie a taglio potranno richiedere la concessione del suolo pubblico in deroga al pagamento della TOSAP. Potranno così occupare le aree pubbliche disponibili, in prossimità dei propri locali, anche occupando posti auto, dove la disposizione della strada lo consente.

La richiesta dovrà pervenire allo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP) in via telematica.

Sospensione delle tariffe nei nidi privati

13 maggio 2020 – Il Comune ha riconosciuto una quota ai gestori dei nidi privati, per permettere la sospensione delle tariffe per i mesi di cui i cittadini calenzanesi non ne hanno usufruito. Si equiparano così le misure già previste per i bambini delle strutture pubbliche.

Con una delibera della Giunta Municipale, il Comune ha riconosciuto ai nidi privati convenzionati l'80% dei contributi mensili, che sarebbero stati versati come contributo di frequenza. Uno stanziamento che permette da una parte l'organizzazione della didattica a distanza e dall’altra consente di sospendere le tariffe per i mesi in cui i nidi sono rimasti chiusi.

Le strutture convenzionate sono in totale sei. Quattro si trovano sul territorio di Calenzano e due in altri Comuni.

Pacchi alimentari per chi è ancora in difficoltà

13 maggio 2020 – Saranno prorogate a maggio alcune misure di sostegno per le famiglie più in difficoltà, con l’erogazione di pacchi alimentari tramite il Centro di Ascolto Interparrocchiale.

In attesa che il Governo decida ulteriori stanziamenti per rispondere alle necessità primarie dei cittadini – ha spiegato l’Assessore al Sociale Stefano Pelagatti -, così come fu fatto ad aprile per i buoni spesa, il Comune ha deciso di prorogare anche per il mese di maggio l’erogazione dei pacchi alimentari. Vogliamo così dare una risposta a tutte quelle famiglie che hanno ancora difficoltà a rispondere ai bisogni più urgenti”.

Non saranno distribuiti nuovi buoni spesa, ma chi si trova ancora in situazione di difficoltà potrà ricevere il pacco alimentare. In questi giorni gli uffici comunali stanno contattando le persone che hanno beneficiato dei buoni ad aprile, per verificare se permangono le condizioni per le quali il mese scorso è stato concesso il buono. In caso positivo, questi saranno indirizzati al Centro di Ascolto per ricevere i beni di prima necessità.

Chi ad aprile non richiese i buoni, ma si trova oggi in condizioni di difficoltà per le conseguenze dovute all’emergenza sanitaria, può chiedere direttamente il pacco alimentare contattando il Centro di Ascolto ai numeri: 393 9014018 - 339 3530936.

Per chi avesse ulteriori esigenze, non soltanto legate all'emergenza alimentare, si ricorda la possibilità di contattare il servizio sociale professionale al numero 055 6930269, attivo dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 14.

Aeroporto, il Sindaco Prestini chiede il ritiro della variante al PIT: “la Regione apra finalmente un confronto con le comunità”

12 maggio 2020 – “Chiedo alla Regione Toscana di ritirare l’avvio del procedimento per la variante al PIT, nella quale è stato nuovamente inserito il nuovo aeroporto di Firenze. Si apra piuttosto un confronto con le comunità della Piana, per definire le vere priorità di quest’area”. Il Sindaco Riccardo Prestini scrive alla Regione Toscana, dopo l’approvazione in Consiglio Comunale dell’ordine del giorno per il Parco della Piana.

L’atto, dal titolo “Per la realizzazione del Parco della Piana e per la rivalutazione delle infrastrutture necessarie all’asse Firenze-Pistoia”, è stato approvato con 14 voti favorevoli (Partito Democratico, Calenzano Futura e Sinistra per Calenzano-Per la mia città) e 3 astensioni (gruppo misto e Lega-Salvini Calenzano) nel corso del consiglio comunale del 30 aprile. Rappresenta una sintesi dei due atti presentati separatamente dai tre gruppi che hanno votato favorevolmente, che sono sostituiti dall’ordine del giorno approvato.

Ribadiamo la contrarietà dell’Amministrazione di Calenzano al progetto del nuovo aeroporto di Firenze – ha detto Prestini –, sia nel merito del progetto stesso, che per le modalità con cui continua ad essere portato avanti, senza coinvolgere le comunità interessate, nonostante la bocciatura da parte del Consiglio di Stato che ne ha dimostrato ancora una volta l’illegittimità. L’emergenza Covid ha ancora più rafforzato la necessità di ridefinire le priorità per le comunità e per le attività economiche, per questo chiediamo alla Regione di avviare finalmente un confronto e lo facciamo forti di un atto che rappresenta un punto di unione tra tutte le forze di centro-sinistra e progressiste che siedono in Consiglio Comunale”.

Il Sindaco Prestini chiede alla Regione Toscana di aprire un tavolo di discussione con tutti i Comuni per definire insieme quali sono le priorità per la Piana, dalla mobilità sostenibile alla riqualificazione ambientale e il miglioramento delle infrastrutture. Finalità per le quali la Regione stessa è chiamata a stabilire specifici finanziamenti.

Questa area è tra le più produttive della Regione – ha concluso Prestini – e rappresenta un motore economico, di cui oggi più che mai possiamo vedere il grande valore a livello regionale e anche nazionale. Quello che chiediamo è di sedersi a un tavolo per definire insieme di cosa ha veramente bisogno questa area: infrastrutture, ambiente, mobilità, trasporto pubblico. Fino a che non avremo definito, e finanziato, progetti che diano risposte in questi settori chiave, ha veramente poco senso parlare di un nuovo scalo aeroportuale in questa area”.

Botta e risposta con il Sindaco e la Giunta

9 maggio 2020 - In un momento in cui tutti noi ci troviamo di fronte a nuove regole di comportamento sociale, a situazioni che cambiano continuamente, creando dubbi e confusione, il Sindaco e gli Assessori mettono a disposizione uno strumento in più per dare informazioni e chiarire dubbi.
Martedì prossimo, 12 maggio, dalle 18 alle 19, alla conclusione della riunione settimanale della Giunta, gli Amministratori saranno a disposizione sulla pagina Facebook Calenzano Post per rispondere in diretta alle vostre domande.
Non sarà una video diretta, ma semplicemente un post riepilogativo dei provvedimenti presi, al quale basterà scrivere tra i commenti le proprie domande e avere subito la risposta direttamente dal Sindaco Riccardo Prestini e dagli Assessori, tramite la pagina istituzionale. Ai commenti che arriveranno dopo le 19 sarà risposto il giorno successivo.

Crescita consapevole: un progetto per ampliare l’offerta formativa

08 maggio 2020 – Sono state approvate dalla Giunta Municipale le linee guida del progetto “Crescita consapevole”, rivolto alle realtà del settore educativo che vogliono presentare proposte per l’offerta formativa nelle scuole.

Sono state individuate determinate aree tematiche di interesse che verranno differenziate poi nei bienni successivi. Per l’anno scolastico 2020/2021 e 2021/2022 le aree tematiche scelte sono: educazione alimentare e alla salute; storia, conoscenza e consapevolezza del territorio; cittadinanza, senso civico, legalità e lotta alle mafie; promozione della lettura ad alta voce.

"Dopo crescita consapevole sportiva, nasce Crescita Consapevole – ha detto l’Assessore alla Pubblica Istruzione Laura Maggi -. L'obiettivo è contribuire alla formazione dei nostri alunni, inserendo e variando di biennio in biennio aree tematiche differenziate, in modo da affrontare temi diversi e sempre attuali. Lo scopo è di dare ai ragazzi, durante tutto il percorso dall’infanzia alla secondaria di primo grado, la possibilità di partecipare ad un percorso strutturato, che vada ad accrescere il loro bagaglio culturale e contribuisca alla loro formazione di cittadini consapevoli. Tutto l'iter è condiviso con l'Istituto Comprensivo: dalla scelta delle aree tematiche, alla successiva individuazione dei progetti da inserire nel PTOF".


Il bando per la presentazione delle proposte sarà pubblicato a partire dall’11 maggio sul sito del Comune e rimarrà aperto fino al 12 giugno.

Fai un regalo a CiviCa per il suo compleanno

04 maggio 2020 – I primi cinque anni di CiviCa si ricorderanno solo in maniera virtuale, con contributi video che saranno pubblicati sui social. E la biblioteca chiede ai propri utenti di farle un regalo altrettanto virtuale: inviare un messaggio di auguri.

Basterà mandare un breve video, con messaggio di auguri al massimo di 20 secondi, a biblioteca@comune.calenzano.fi.it. I contributi saranno poi pubblicati sui social, andando a creare una carrellata di pensieri per CiviCa, in un momento in cui ancora non si sa quando la biblioteca potrà riaprire.

Avevamo pensato grandi cose per il quinto compleanno – ha dichiarato l’Assessore alla Cultura Irene Padovani -. Ospiti importanti sarebbero dovuti venire a trovarci, per portare il proprio contributo nella nostra accogliente realtà culturale. Purtroppo questo non sarà possibile, ma non lasceremo soli i nostri affezionati utenti, che in queste settimane ci hanno fatto sentire tutta la loro vicinanza. La cultura è un servizio essenziale, ha rischiarato i giorni più bui e sono i numeri a dimostrarlo. Tutto questo lo terremo ben presente quando l’emergenza sarà finita”.

Un servizio che non si è fermato, che si è rimodulato per continuare a dare una risposta. Una risposta che è stata molto gradita. In un mese gli accessi al sito sono stati 3500 e 17mila le pagine visitate. Anche il prestito a domicilio ha avuto un grande successo, facendo registrare ben 250 richieste nella prima settimana.

Ringraziamo le tante realtà che da anni collaborano con CiviCa e con la cultura a Calenzano – ha concluso Padovani -, che si sono subito rese disponibili, gratuitamente, a fornire contenuti di grande qualità. E ringraziamo anche lo staff di CiviCa e del servizio cultura, senza i quali non sarebbe stato possibile. Una grande squadra, un bene primario per Calenzano”.

Giunta e Consiglio ringraziano gli operatori di Villa Magli

04 maggio 2020 – Un ringraziamento istituzionale, da parte della Giunta e del Consiglio Comunale, agli operatori della RSA Villa Magli, per la grande professionalità dimostrata nello svolgere il proprio servizio e per la vicinanza psicologica agli anziani, che non possono ricevere visite.

“Quest’anno è stato un primo maggio particolare, senza celebrazioni istituzionali e soprattutto senza lavoro – hanno dichiarato l’Assessore al Sociale Stefano Pelagatti e il Presidente del Consiglio Comunale Alessio Pedrini -. In realtà qualcuno che ha lavorato in questo periodo di emergenza c’è stato e in particolare vogliamo ringraziare le lavoratrici e i lavoratori, che in questo momento si stanno prendendo cura di una fascia di persone che ha subito gravi conseguenze dall'emergenza sanitaria in corso: i nostri anziani”.

A nome della Giunta e del Consiglio Comunale, le due cariche istituzionali, hanno ringraziato tutti gli operatori socio-sanitari che lavorano sul territorio, anche all’interno della Casa della Salute e in particolare gli operatori della RSA Villa Magli.

“Questi lavoratori – hanno concluso Pelagatti e Pedrini -, oltre a doversi occupare professionalmente delle persone assistite, hanno dovuto sopperire anche alle mancanze affettive della rete familiare e amicale, che gli ospiti della residenza hanno dovuto subire. L’augurio è che anche questa esperienza ci dia la forza necessaria per superare questo momento e serva ad accrescere il senso di appartenenza e l’orgoglio di far parte di questa comunità”.

Riaprono parchi pubblici e cimiteri

02 maggio 2020 – A partire dalla prossima settimana riapriranno i cimiteri, le aree cani, i giardini e parchi pubblici ma non i giochi per bambini, che rimarranno delimitati con nastro bianco e rosso. Lo prevede il Sindaco in alcune ordinanze che saranno in vigore da lunedì 4 maggio.

Facciamo un ulteriore passo in avanti verso la normalità – ha commentato il Sindaco Riccardo Prestini -, anche se rimangono prescrizioni ancora importanti. Questa fase è molto delicata, dal comportamento di ognuno dipenderanno le decisioni future. Se riusciamo a mantenere bassa la curva dei contagi, potremo procedere ad una ulteriore progressiva riduzione dei divieti. I cittadini hanno dimostrato una grande responsabilità nella fase uno, rispettando norme molto restrittive e non interpretabili. Ora più che mai è necessario agire con buon senso, per la sicurezza propria e degli altri, mantenendo le distanze e indossando la mascherina”.

Riaprirà anche il Parco del Neto a partire da mercoledì 6 maggio. Vi si potrà accedere per una passeggiata o per fermarsi sull’erba, ma si dovrà indossare la mascherina e mantenere il distanziamento tra le persone che non vivono nella stessa abitazione. Non si potrà consumare in gruppo cibo e bevande, non si potranno quindi fare pic-nic. Il bagno pubblico rimarrà chiuso, non potendo garantire la sanificazione in modo adeguato.

Al Neto, come negli altri parchi, si dovrà rimanere per il tempo necessario all’attività motoria o di svago, dando quindi la possibilità a tutti di accedere al parco, senza affollare troppo gli spazi o senza creare assembramenti. Ci si potrà fermare sulle panchine, ma soltanto una persona per volta, a meno che non si sia conviventi.

Da lunedì 4 maggio riaprono anche i cimiteri, dove si potrà accedere solo con la mascherina e si dovranno utilizzare guanti monouso per le attrezzature comuni, come scale, fontane ecc… Si dovrà rimanere a distanza e non creare assembramenti.

Polizia Municipale e protezione civile controlleranno il rispetto delle prescrizioni e del corretto comportamento delle persone.

Plessi scolastici dinamici per adattarsi alle nuove esigenze didattiche

30 aprile 2020 – Un protocollo di intesa per scuole più innovative, adatte alle nuove esigenze didattiche e maggiormente collegate con il territorio. È stato firmato dal Comune di Calenzano con l’Istituto Nazionale di Documentazione, Innovazione e Ricerca Educativa (INDIRE) ente di ricerca del Ministero dell’Istruzione.

L’obiettivo è di sostenere la realizzazione di nuovi plessi o la ristrutturazione delle scuole esistenti, tramite la progettazione di spazi educativi coerenti con le innovazioni tecnologiche e con le evoluzioni della didattica, anche rispetto ad un nuovo rapporto con il territorio, improntato ad una maggiore apertura degli spazi scolastici e a processi di progettazione partecipata.

“Grazie alla collaborazione con gli esperti di INDIRE – ha commentato l’Assessore alla Pubblica Istruzione Laura Maggi – andremo a progettare spazi scolastici flessibili e dinamici, con attenzione all’ambiente e cura estetica, strutture agevoli ed in grado di adattarsi alle esigenze in continua evoluzione, capaci di destrutturare didattica e spazio, di essere più inclusivi e con una visione più ampia e volta al futuro dei nostri bambini e ragazzi. La crisi sanitaria e sociale in corso dimostra palesemente l’esigenza di scuole di questo tipo, con le quali la programmazione di metodologie diverse di didattica sarebbe stata possibile, consentendo quindi un rientro anticipato sui banchi”.

“Indire conduce da anni una ricerca sui nuovi modelli di organizzazione degli edifici scolastici. Muovendo da istanze pedagogiche e didattiche – sottolinea il dirigente di ricerca di Indire Samuele Borri - la nostra ricerca propone soluzioni organizzative che superano l’idea di aula come contenitore indistinto di alunni. Il manifesto Indire “1+4 Spazi Educativi” propone ambienti aperti e configurazioni flessibili. Queste soluzioni permettono di far fronte anche a situazioni che richiedono la destrutturazione del binomio gruppo classe-aula in gruppi a geometria variabile impegnando gli alunni in attività alternate e diversificate. Il protocollo di intesa con il Comune di Calenzano è l’opportunità per realizzare un prototipo di scuola pronta ad affrontare le sfide del futuro proponendo un paradigma centrato sullo studente”.

Ripartono i lavori su strade e verde pubblico

29 aprile 2020 – Riprendono già da questa settimana i lavori pubblici sulle strade e la manutenzione del verde, mentre a maggio si completeranno altri interventi rimasti in sospeso con la chiusura delle attività.

Abbiamo perso un mese – ha commentato il Vicesindaco e Assessore ai Lavori Pubblici Alberto Giusti -, ma i lavori sono ripartiti e cercheremo di recuperare nel più breve tempo possibile. Purtroppo durante la chiusura delle attività non erano possibili alcuni importanti interventi di manutenzione, come il taglio dell’erba nei giardini e nelle aree verdi e la sistemazione delle buche nella strada, mentre sono proseguiti soltanto i cantieri urgenti”.

Sono già ripresi il taglio dell’erba nelle aree verdi, i lavori in via Bellini a Carraia e quelli in via di Prato, dove si stanno sistemando alcuni passaggi pedonali.

In questo mese sono andate avanti anche le progettazioni – ha detto Giusti -, tra cui quella del nuovo ponte del Molino. Con la riapertura dei cantieri, nel mese di maggio, sarà realizzata una passerella pedonale, che servirà fino alla demolizione del ponte”.

A partire dal 4 maggio riapriranno i cantieri locali di Autostrade, tra cui quello al sottopasso di via Vittorio Emanuele. Questo era stato bloccato per garantire la salute e la sicurezza dei lavoratori e per le disposizioni del Governo in merito ai cantieri e agli spostamenti, dato che le squadre vengono da fuori regione.

A maggio il Consorzio di Bonifica inizierà lo sfalcio degli argini della Marina e della Marinella. Riprenderanno poi i lavori in via della Torre, dal cimitero al castello, che sarà conclusa a breve, quelli per l’allargamento della rotatoria a sud di Carraia. Inizierà la realizzazione della “piazza verde” di CiviCa e riprenderà la manutenzione ordinaria delle strade, con la riparazione di buche e marciapiedi.

Si ricorda che fino al 4 maggio è possibile compilare online il questionario sulla mobilità dal computer, dallo smartphone o dal tablet e inviare i propri suggerimenti a pianomobilita@comune.calenzano.fi.it

Contributo straordinario per l’affitto: da domani le domande

29 aprile 2020 – Ancora una misura straordinaria di sostegno ai cittadini per questo periodo di emergenza sanitaria. Sarà pubblicato da domani sul sito internet del Comune l’avviso per il contributo straordinario all’affitto.

Dal 30 aprile al 19 maggio sarà possibile presentare la domanda inviandola all’indirizzo di posta elettronica certificata: calenzano.protocollo@postacert.toscana.it

Questa misura straordinaria di sostegno è destinata ai lavoratori dipendenti e autonomi che in conseguenza dell’emergenza causata dal Coronavirus abbiano cessato, ridotto o sospeso la loro attività o il loro rapporto di lavoro. Non possono chiedere questa misura straordinaria gli assegnatari di alloggi ERP e chi usufruisce del contributo regionale GiovaniSì.

Il contributo coprirà il 50% del canone di locazione e, comunque, in misura non superiore a 300 € al mese. Sarà assegnato, se si confermano i requisiti, per 3 mensilità successive a partire da aprile 2020 e sarà corrisposto mensilmente a seguito dell’approvazione della graduatoria. Per la formazione della graduatoria si terrà conto del valore ISE (e non ISEE) dando priorità al valore più basso: in caso di parità sarà considerata la presenza di minori nel nucleo.

I beneficiari della misura straordinaria potranno presentare domanda anche per il bando contributo affitto 2020. La somma erogata quale misura straordinaria verrà sottratta all’importo spettante in base al Bando contributo affitto 2020.

Per informazioni: Servizio Assistenza, Sicurezza Sociale e Casa: 055/8833423 055/8833299 sociale@comune.calenzano.fi.it

Lavori al sottopasso di via Vittorio Emanuele

28 aprile 2020 – Inizieranno lunedì prossimo, 4 maggio, i lavori di consolidamento del sottopasso autostradale di Via Vittorio Emanuele, nei pressi del casello, che deve essere adeguato alla normativa antisismica.

Quel tratto di strada rimarrà chiuso per circa tre mesi. I veicoli provenienti da e per Firenze, Prato e uscita autostradale saranno dirottati sulla Perfetti Ricasoli. Per il centro di Calenzano, chi proviene da Firenze/Sesto Fiorentino potrà percorrere la via Dante Alighieri.

Anche il transito delle linee autobus  2 e 86 sarà modificato come segue:

Linea 2  - direzione Calenzano
“....…Via Vittorio Emanuele - Via Baldanzese – Via Poliziano - Sovrappasso Autostrada A1 – Via Poliziano –  Via Salvanti –  Via Ciolli –  Via del Garille –  Via delle Carpugnane – Via di Prato ......…”
Fermate provvisorie:
- in Via Baldanzese fra Via Vittorio Emanuele e Via Giovanni Boccaccio
- in Via delle Carpugnane prima di Via di Prato.


Linea 2 direzione Piazza Dalmazia
Linea 86 direzione stazione Sesto Fiorentino
“….....Via di Prato – Via Larga – Via Pertini -  Via Giusti – Via Dante Alighieri ….....”
Fermata provvisoria in Via di Prato prima della rotatoria in corrispondenza del centro commerciale

Nuova modalità per la consegna delle mascherine della Regione

27 aprile 2020 – In seguito alle difficoltà che sono state segnalate al Comune, cambia la modalità di distribuzione delle mascherine messe a disposizione dalla Regione Toscana, inizialmente nei centri commerciali e nelle farmacie.

Le mascherine, 5 a persona a settimana, si possono trovare nelle farmacie e saranno consegnate solo con la tessera sanitaria. Nelle frazioni di Legri e Le Croci, dove non ci sono farmacie, saranno distribuite rispettivamente al centro civico e alla Coop, sempre dietro presentazione della tessera sanitaria e soltanto ai residenti nelle frazioni, di mattina nell'orario di apertura.

I cittadini over65, gli immunodepressi e i domiciliati potranno prenotare la consegna domiciliare delle mascherine al numero 055 8833270. A partire da domani il numero sarà attivo soltanto la mattina, dalle 9 alle 13, sia per le mascherine che per il servizio di consegna della spesa a domicilio. Il pomeriggio non sarà più attivo.

La consegna, sia tramite le farmacie che nelle altre modalità, avverrà sulla base della disponibilità delle mascherine fornite dalla Regione Toscana.

Prosegue la sanificazione di spazi e arredi pubblici

24 aprile 2020 – Continuano le operazioni di sanificazione da parte di Alia sul territorio di Calenzano, che andranno avanti per tutta la durata dell’emergenza sanitaria.

Si sta procedendo alla sanificazione degli arredi urbani e delle postazioni dei cassonetti, oltre alle zone davanti ai negozi, uffici pubblici e servizi che possono rimanere aperti.

Prosegue anche la consueta pulizia delle strade, anche se non vengono elevate sanzioni, per venire incontro alle esigenze di chi è in isolamento e non può uscire per spostare l’auto. Si rinnova però l’appello per tutti gli altri cittadini di spostare comunque il mezzo, proprio per garantire una corretta pulizia e igiene degli spazi pubblici, ancora più importante in questo periodo.

Violenza di genere: tutte le possibilità di aiuto

24 aprile 2020 – Un’unica pagina web in cui sono riportate tutte le possibilità di aiuto per chi è vittima di violenza domestica. La troviamo sul sito della Regione Toscana, che proprio in questi giorni di isolamento sociale, ha rafforzato la comunicazione in questo senso.

“Purtroppo nell'emergenza tutto si amplifica e le questioni sociali non fanno eccezione – hanno dichiarato l’Assessore alle Pari Opportunità Laura Maggi e l’Assessore al Sociale Stefano Pelagatti -. Se poi nell'emergenza ci si vede costretti a limitare il movimento delle persone e diventa obbligatorio stare in casa, aumentano il tempo e lo spazio dove si possono concentrare violenze nei confronti di donne e bambini ovvero le “mura domestiche”, che si trasformano in una terribile ed atroce gabbia. Accogliamo quindi l’appello della Regione e di Anci Toscana a divulgare la pagina web e chiediamo a tutte le donne, e a chi entra in contatto con loro, di non aver paura, di chiamare i numeri a disposizione perché la rete di sostegno è ancora più attiva e rafforzata di sempre”.

Sulla pagina della Regione Toscana si trovano tutti i numeri di telefono messi a disposizione dai centri antiviolenza per l’emergenza, le indicazioni per scaricare la App del Numero Unico nazionale 1522 e poter quindi “chattare” in modo silenzioso con le operatrici del Telefono Rosa, i punti di accesso alla rete regionale del Codice Rosa, i numeri di pubblica utilità da chiamare in caso di emergenza, le indicazioni per scaricare l'app YouPol, creata per contattare le Forze dell'Ordine senza necessità di telefonare e dotata di georeferenziazione del contatto.

Appello del Comune: chi può faccia donazioni per sostenere chi è in difficoltà

23 aprile 2020 – “Chi può faccia donazioni per sostenere chi è in difficoltà”. L’appello arriva dal Comune, che in questi giorni sta concludendo le prime azioni di sostegno, dai buoni spesa ai pacchi alimentari. La prossima settimana invece sarà pubblicato il bando per i contributi all’affitto.

Le donazioni possono avvenire direttamente sul conto corrente del Comune di Calenzano: IBAN IT 73 V 03599 01800 000000136158 - Causale: Emergenza da COVID-19. Oppure si possono donare alimenti non deteriorabili (pasta, riso, farina, zucchero…), contattando il Centro di Ascolto Interparrocchiale ai numeri 3939014018 o 3393530936.

Nelle scorse settimane gli uffici comunali hanno valutato le 300 richieste di buoni spesa arrivate, delle quali 239 sono state accolte, per un totale di 70mila euro erogate alle famiglie in difficoltà. Un’altra importante misura, portata avanti anche con il contributo del Comune, è stata la distribuzione dei pacchi alimentari a cura del Centro di Ascolto Interparrocchiale.


La prossima settimana uscirà il bando per il contributo straordinario all’affitto, rivolto a famiglie o singoli che hanno avuto una riduzione del reddito del 30% a causa dell'emergenza sanitaria, con un reddito complessivo del nucleo non superiore a 28.684,36 (valore ISE 2019). È una misura importante che andrà ad aiutare nell'immediato quelle famiglie che stanno avendo difficoltà nel pagamento dell’affitto e integrerà gli altri sostegni messi in campo a livello nazionale.

Io resto a casa ma partecipo con il cuore

23 aprile 2020 – Saranno pubblicati a partire da oggi alcuni contributi video e non solo per celebrare il 75° anniversario della Liberazione pur rimanendo a casa.

Tra i contenuti ci saranno alcune interviste realizzate nel 2005 da Anpi Calenzano, con le testimonianze di partigiani e cittadini che ricordano la vita a quell’epoca, la durezza della dittatura, il dramma della guerra, la Resistenza e poi la rinascita del Paese.

Sarà pubblicato anche il video “Ricordando Valibona” con Antonio Fazzini, a cura del Teatro delle Donne. Una cartina in cui sono riportati tutti i cippi presenti sul territorio di Calenzano, posizionati laddove si sono verificati gli omicidi da parte dei fascisti o delle truppe naziste in ritirata.

I video e gli altri contenuti saranno pubblicati sui canali social del Comune e su una pagina dedicata al 25 aprile sul sito internet del Comune.

Un’altra Liberazione

22 aprile 2020 – Il 25 aprile a Calenzano, così come in tutta Italia, è sempre stato soprattutto una festa di popolo. Ma non quest’anno, sia per l’impossibilità di riunirsi, sia per il clima di emergenza e lutto in cui si trova il Paese. Il Sindaco invita tutti i cittadini, con una lettera aperta, a celebrare questo appuntamento fondamentale per la nostra democrazia.

"Il momento che stiamo vivendo ha bisogno di un’altra liberazione – ha detto il Sindaco Riccardo Prestini -. Dobbiamo ritrovare la forza di liberarci dall’emergenza e avviare la ricostruzione del sistema economico, civile e sociale. Solo così daremo finalmente piena attuazione alla nostra Costituzione”.

Nei prossimi giorni saranno pubblicati sui canali informativi del Comune video e contributi originali per ricordare il 75° anniversario della Liberazione, tra cui alcune interviste ai partigiani calenzanesi. L’Amministrazione ha inoltre aderito all’appello del comitato nazionale dell’ANPI #bellaciaoinognicasa, con il quale si invitano tutti i cittadini a cantare Bella Ciao dalla finestra o dal balcone, sabato 25 aprile alle ore 15.

Nella mattinata del 25 aprile il Sindaco andrà ai cippi e ai monumenti, per onorare i caduti e deporre corone e mazzi di fiori, come segno istituzionale di rispetto e memoria. 

“Il modo migliore per celebrare il 75° anniversario della Liberazione – conclude il Sindaco – è affidarsi, ancora una volta alle nuove generazioni, che proprio in queste settimane hanno dimostrato un grande senso civico, dando la propria disponibilità ad aiutare i più deboli che devono rimanere in casa. Dovranno essere loro, creando le condizioni affinché possano assumerne pienamente il ruolo e le responsabilità, a ripensare lo sviluppo del nostro Paese, l’organizzazione dei servizi sui territori, a ricostituire un sistema di valori, diritti e responsabilità condivisi da tutta la comunità”. 

 

Questo il testo integrale della lettera

 

Cari cittadini, care cittadine, 

il prossimo 25 aprile sarà il 75° anniversario della Liberazione dell’Italia dal nazi-fascismo e, oggi come allora, il nostro Paese sta vivendo una fase molto difficile. Allora intervenne una generazione italiana ma anche europea che sognava una nuova stagione. Dopo l'orrore del fascismo e del nazismo, si voleva non solo resistere all'onta di un'Europa hitleriana, ma si sentiva di essere “un'avanguardia di una migliore società umana” come ricorda la frase di Thomas Mann scritta sulla lapide del cimitero Monumentale di Torino. Da quelle generazioni nacque l'idea e l’impegno dell'Europa unita, la democrazia conquistata, la ricostruzione politica, sociale ed economica dell'Italia. 

Gran parte degli ultimi testimoni di quegli anni e di quegli eventi sono morti proprio in queste ultime settimane, da soli negli ospedali, nelle residenze sociali o nelle loro case. I nostri anziani, e con loro una parte essenziale parte della nostra memoria, se ne sono andati. L'Italia non sarà più quella di prima e dovrà, presto, dedicare una giornata ai troppi morti (medici, infermieri, anziani, volontari) per ricordarli e piangerli tutti, affinché non diventino i nostri “desaparecidos”. 

Per la prima volta in 75 anni l’Italia non potrà festeggiare il 25 aprile in mezzo alla gente e con la gente. Il Comune pubblicherà online nei prossimi giorni alcuni contenuti originali sui propri canali informativi, tra cui alcune interviste a partigiani calenzanesi. Io quel giorno sarò davanti ai cippi e ai monumenti che ricordano i caduti, per onorarli, ma dovrò farlo da solo o comunque con pochissime persone. Una rappresentanza istituzionale, laddove ogni anno si riunivano centinaia di persone. È comunque necessario, così come è necessario ricordare questa data in maniera virtuale, anche in una situazione di emergenza, anzi proprio in una situazione di emergenza, perché oggi più che mai c’è bisogno di rammentare quella fase così alta dell’impegno civile e politico delle generazioni di allora. 

Dobbiamo ritrovare quella stessa forza e quello stesso impegno, per uscire rapidamente dall’emergenza dovuta alla pandemia e nel contempo avviare un processo di ricostruzione del sistema economico, civile e sociale, dando finalmente piena attuazione alla nostra Costituzione e ai valori costitutivi della nostra democrazia fondata sull’antifascismo: solidarietà, inclusione, sostegno ai più deboli, rimozione degli ostacoli che impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione alla vita politica, economica e sociale.       

Abbiamo bisogno di un’altra liberazione e di una ricostruzione che è ancora tutta da scrivere. E questo dovrà vedere il contributo essenziale delle nuove generazioni, che già hanno dimostrato una grande disponibilità in questa emergenza, proponendosi come volontari per aiutare chi è più debole e non può uscire di casa. Abbiamo bisogno delle nuove generazioni, non solo perché quelle più anziane stanno sparendo, ma anche perché necessitiamo di nuova linfa, energia e capacità innovativa, di rapidità nel dare risposte all’altezza dei problemi che l’attuale emergenza sanitaria ha ulteriormente aggravato

Dovranno essere le nuove generazioni, creando le condizioni affinché possano assumerne pienamente il ruolo e le responsabilità, a dover ripensare lo sviluppo del nostro Paese, l’organizzazione dei servizi sui territori, a ricostituire un sistema di valori, diritti e responsabilità condivisi da tutta la comunità. Sosteniamoli e lavoriamo insieme a loro, per superare l’attuale situazione di difficoltà e creare le condizioni far ripartire il nostro Paese sulla base di nuovi presupposti di sviluppo e di crescita nella libertà e nella democrazia.   

Solo così onoreremo tutti coloro che 75 anni orsono hanno combattuto, lottato e si sono impegnati, anche a costo della propria vita, per ricostruire il Paese e dare l’opportunità a tutti noi di vivere un lungo periodo di pace e di libertà.

Viva il 25 aprile, viva la libertà, viva la democrazia! 

Il Sindaco Riccardo Prestini

Approvato il progetto della piscina. I lavori subito dopo l’emergenza Covid

21 aprile 2020 – E’ tutto pronto per far partire il cantiere della nuova piscina olimpionica di Calenzano. La Giunta Municipale ha approvato il progetto esecutivo e le società costruttrici sono pronte ad allestire il cantiere, non appena le normative anti-covid lo permetteranno.

Il progetto infatti viene realizzato in project financing, sulla base della proposta della società sportiva Esseci Nuoto e di Co.ar.co (Consorzio Artigiano Costruzioni), cui sono già stati assegnati i lavori con la procedura di evidenza pubblica. Non mancano quindi altri passaggi burocratici per partire con i cantieri.

La nuova piscina sarà collegata ed integrata con quella esistente, andando quindi a costituire un polo natatorio completo, in grado di soddisfare non solo le esigenze delle squadre ma anche quelle dei cittadini che ogni giorno partecipano alle tante attività sportive che vi si svolgono. Il progetto prevede inoltre un verde attrezzato a solarium, che nel periodo estivo può essere collegato alla vasca tramite l’apertura delle vetrate e un punto di ristoro.

Mobilità, più di 400 questionari in una settimana

21 aprile 2020 – Più di 400 questionari compilati ad una settimana dal lancio del percorso partecipativo per il piano della mobilità sostenibile. Il questionario online rimane aperto fino al 4 maggio.

“Sono stati davvero tanti i cittadini che ci hanno dato la propria opinione su come vorrebbero la mobilità a Calenzano – ha commentato il Sindaco Riccardo Prestini – e invitiamo gli altri a farlo. Dateci il vostro contributo, in modo che possiamo definire insieme i cambiamenti che renderanno il traffico più fluido, il servizio pubblico più efficiente e la nostra città più vivibile”.

Per compilare il questionario online bastano 10 minuti, rispondendo a semplici domande sul modo in cui ci si sposta a Calenzano e su quali sarebbero le migliorie da apportare alla viabilità, al trasporto pubblico, alla mobilità sostenibile, in bici o a piedi.

È possibile inviare osservazioni o suggerimenti anche per email a pianomobilita@comune.calenzano.fi.it. C’è tempo fino al 4 maggio e possono rispondere anche cittadini che non vivono a Calenzano, ma che qui lavorano, studiano o che semplicemente percorrono le nostre strade negli spostamenti quotidiani.

“La positiva accoglienza che ha avuto fin da subito questa iniziativa di partecipazione – ha concluso il Sindaco – ci dà innanzitutto una conferma: che la mobilità sostenibile e la qualità dell’aria migliore sono considerate prioritarie in questa area dalla stragrande maggioranza della popolazione; di ciò dovrebbero tenere conto anche quelle istituzioni che riattivano procedimenti di modifica dei propri strumenti urbanistici, per riproporre, come prioritaria, la realizzazione del nuovo aeroporto di Firenze, dopo la bocciatura del Consiglio di Stato. Prima pensiamo a finanziare e realizzare tutti gli interventi infrastrutturali e di servizio, già individuati e condivisi dagli enti locali, necessari a cittadini e imprese per migliorare l’accessibilità complessiva dell’area vasta Firenze-Prato-Pistoia, anche al fine di ridurre l’inquinamento atmosferico. Solo dopo, potremo aprire un dibattito sul trasporto aereo”.

CiviCa attiva il prestito a domicilio

20 aprile 2020 – Dopo essere sbarcata online, CiviCa torna nelle case dei calenzanesi anche con la carta. Da domani potranno essere inviate le richieste di prestito a domicilio.

Dopo un primo momento in cui abbiamo avuto bisogno di organizzarci – ha commentato l’Assessore alla Cultura Irene Padovani – CiviCa è tornata subito presente e viva. Stanno avendo sempre maggior successo i contributi online, che le tante realtà culturali del territorio ci stanno inviando. E ora torniamo a fornire anche il nostro principale servizio: il prestito di libri e dvd. Ci manca molto la dimensione sociale di quello spazio, ma intanto cerchiamo di mantenere vivo il vostro interesse e accompagnare la quarantena con tanta buona cultura”.

A partire dal 21 apirle gli utenti iscritti alla biblioteca e residenti a Calenzano potranno richiedere la consegna a domicilio di massimo 3 materiali fra libri e dvd. Le consegne avverranno il martedì e il giovedì mattina, a partire dal prossimo 28 aprile.

Per richiedere il materiale basterà inviare un’email a biblioteca@comune.calenzano.fi.it oppure telefonare, dal lunedì al giovedì dalle 10 alle 13, al n. 055/8833421. Per sapere quali libri e film sono disponibili basterà consultare il catalogo online disponibile sul sito www.civicaonline.it

Nella richiesta dovrà essere indicato il titolo e l’autore del libro o il titolo del film, dovranno inoltre essere indicati i dati dell’utente: nome, cognome, data di nascita, indirizzo (specificando la frazione), nominativo sul campanello, recapito telefonico.

La restituzione del materiale dovrà avvenire in autonomia da parte dell'utente, utilizzando il box H24 posto fuori dalla biblioteca, entro 30 giorni dalla consegna.



Parla con noi. Servizio telefonico rivolto agli anziani

20 aprile 2020 – Un numero telefonico cui rivolgersi per segnalare esigenze o problemi o anche semplicemente per parlare con qualcuno, in un momento di isolamento e solitudine. Lo mette a disposizione l’Associazione Anziani con il progetto “Parla con noi”.

Il numero 055 8877004, sarà attivo tutti i giorni, tranne sabato domenica e festivi, dalle 16 alle 18. Eventuali necessità o criticità saranno segnalate al Comune.

Apriamo un ulteriore canale con la cittadinanza più fragile – ha commentato l'Assessore alle politiche sociali Stefano Pelagatti -, per monitorare ancora di più le esigenze e i bisogni dei nostri anziani”.

Per promuovere il servizio il Comune provvederà a inviare una comunicazione cartacea ai cittadini anziani soli ultraottantenni.

#Calenzanodicegrazie e i disegni dei bambini colorano le strade

18 aprile 2020 – Sono un centinaio i disegni ricevuti dal Comune per la campagna social “#Calenzanodicegrazie”, con la quale alla fine di marzo si sono inviati i bambini e le bambine delle scuole di Calenzano a postare un disegno per esprimere il proprio sentimento di gratitudine verso chi in questi giorni sta lavorando per combattere il contagio, curare i malati e garantire i servizi essenziali.

I disegni vengono inviati al Comune o postati direttamente sulla pagina Facebook e sul profilo Instagram dell’ente, con l’hashtag #calenzanodicegrazie, dove formano una bella galleria di immagini create dai giovani calenzanesi. Ora il Comune ha pensato di riunire questi contributi in alcuni poster da attaccare negli spazi della pubblica affissione sul territorio.

“Vorrei ringraziare i bambini ed i ragazzi di Calenzano, i loro genitori e gli insegnanti che li hanno supportati in questa iniziativa. Abbiamo  ricevuto molti lavori e sono tutti belli e carichi di gratitudine e speranza  – ha commentato l’Assessore alla Gentilezza Laura Maggi -. Volevamo dare risalto a questi sentimenti ed allo stesso tempo fare in modo che tutti i cittadini, anche quelli meno social o senza connessione, potessero avere l’opportunità di vederli ed apprezzarli: per questo abbiamo deciso di dividerli in alcuni manifesti che andranno a colorare nei prossimi giorni le nostre strade”.

Per la pubblicazione del proprio disegno sul manifesto c’è tempo fino a martedì prossimo, 21 aprile. La campagna social proseguirà anche dopo. Si ricorda che il disegno deve contenere soltanto il nome del bambino e la scuola di appartenenza. Non devono esserci foto dei bambini, che non potranno essere pubblicate.

Lunedì riaprono gli orti sociali, ma attenzione al calendario

17 aprile 2020 – Riapriranno lunedì 20 aprile gli orti sociali di Carraia e Dietropoggio, come previsto dall’ordinanza regionale sull’agricoltura amatoriale. Gli assegnatari però potranno accedere solo in determinati orari, per evitare affollamenti e garantire il distanziamento tra le persone.

All’interno degli orti dovrà essere comunque garantita la distanza tra le persone, che dovranno indossare la mascherina e i guanti monouso per l’utilizzo di attrezzature comuni. Per recarsi agli orti sarà necessaria l’autocertificazione. Chi si recherà in orari diversi da quelli comunicati rischierà la sanzione amministrativa prevista per le uscite non giustificate, che va da un minimo di 400 a un massimo di 3mila euro.

Questo il calendario: la mattina dalle 8 alle 11 per gli orti con numero dispari, il pomeriggio dalle 15 alle 18 per quelli con numero pari. A Dietropoggio, trattandosi di un grosso appezzamento con ben 140 orti, oltre alla divisione pari/dispari viene prevista una limitazione ulteriore, sulla base di una mappa che sarà pubblicata sul sito del Comune: la fila rossa potrà recarsi agli orti il lunedì, il mercoledì e il venerdì; la fila blu il martedì, il giovedì e il sabato.

Oltre alla pubblicazione del calendario sul sito, la turnazione sarà comunicata ai singoli assegnatari tramite sms.

Stop al gioco lecito negli esercizi aperti

16 aprile 2020 – Con un’ordinanza il Sindaco di Calenzano ha fermato le varie modalità di gioco lecito negli esercizi commerciali aperti, comprese le tabaccherie.

Per evitare il permanere dei clienti all’interno dei negozi e quindi per limitare le possibilità di diffusioni del virus, è stato vietata, fino a nuove disposizioni statali, ogni tipologia di gioco lecito che preveda vincite in denaro, sia tramite monitor e televisori che cartacee, come per esempio i “gratta e vinci”.

In caso di violazione dell’ordinanza è prevista una sanzione amministrativa da 400 a 3mila euro.

Il cibo delle mense scolastiche per i pacchi alimentari

16 aprile 2020 - Pelati, pasta, riso, biscotti e farina. In totale 200 kg di cibo non deperibile che andrà a far parte dei pacchi alimentari di emergenza. Sono stati donati questa mattina da Qualità & Servizi al Comune di Calenzano, che li distribuirà tramite il Centro di Ascolto Interparrocchiale.

"Ringraziamo Qualità & Servizi per questo importante contributo – ha dichiarato l’Assessore al Sociale Stefano Pelagatti -, che ci permette di incrementare la nostra capacità di sostegno alle famiglie in difficoltà. Un segnale di solidarietà e vicinanza, con un forte valore etico anche dal punto di vista ecologico e antispreco alimentare".

Si tratta degli alimenti che erano destinati alle mense scolastiche gestite dalla società partecipata e che sono rimasti inutilizzati a causa della chiusura delle scuole. Saranno inseriti nei pacchi alimentari di emergenza che il Centro di Ascolto Interparrocchiale continua a distribuire, anche per conto del Comune, alle famiglie che si sono trovate in immediata difficoltà economica a causa dell’emergenza sanitaria in corso.

“Stamani abbiamo consegnato due pallet di alimenti utili alla preparazione di pacchi alimentari per chi ne ha bisogno in questi tempi difficili – ha dichiarato l’Amministratore Unico di Qualità e Servizi Filippo Fossati -. Con i Comuni soci abbiamo concordato che fosse doveroso, ad azienda chiusa, donare quello che avevamo, partecipando così allo sforzo di solidarietà così forte fra persone e associazioni nel nostro territorio. Alla Caritas di Calenzano, alla parrocchia di San Martino a Sesto abbiamo dato pasta e pomodori pelati, biscotti e riso, quello che avevamo. Li ringraziamo per quello che fanno e ci sentiamo parte di questa comunità, che tutta Qualità e Servizi non vede l’ora di ricominciare a servire con il suo lavoro”.

Ricevimento telefonico per Sindaco e Assessori

16 aprile 2020 – Riparte la prossima settimana il ricevimento dei cittadini da parte del Sindaco e degli Assessori, che avverrà per via telefonica.

I cittadini che hanno bisogno di parlare con la Giunta possono chiedere un appuntamento telefonico alla segreteria al numero 055 8833225. Verrà fissato un appuntamento e saranno richiamati nel giorno e nell’orario prefissato.

Questo il calendario degli appuntamenti.

Sindaco Riccardo Prestini: lunedì dalle 10 alle 12.

Vicesindaco Alberto Giusti, Assessore ai lavori pubblici, gestione e manutenzione del patrimonio pubblico, verde e parchi, mobilità sostenibile e trasporto pubblico, protezione civile, rapporti con il Consiglio Comunale, attuazione del programma: lunedì dalle 15 alle 17.

Damiano Felli, Assessore al bilancio, personale e organizzazione dell’ente, tributi, innovazione tecnologica e semplificazione, ricerca di finanziamenti: mercoledì dalle 9 alle 11.

Laura Maggi, Assessore all’istruzione, alla formazione professionale, alla promozione e sostegno delle attività sportive, ai diritti e pari opportunità, alla gentilezza: giovedì dalle 16 alle 18.

Irene Padovani, Assessore alla cultura e eventi, comunicazione, ambiente e politiche per lo sviluppo sostenibile, politiche giovanili: venerdì dalle 11 alle 13.

Stefano Pelagatti: Assessore alla casa, welfare e sanità, politiche dell’integrazione e dell’accoglienza, cittadinanza attiva e partecipazione sociale: giovedì dalle 15 alle 17.

Aperto l’avviso per i prossimi corsi di educazione permanente

16 aprile 2020 – È aperto fino al 15 giugno l’avviso per presentare progetti di corsi di educazione permanente e laboratori. Sarà data priorità agli indirizzi di studio di lingue, fotografia, storia, storia dell’arte, informatica, scrittura creativa, benessere, settori eno-gastronomico, scientifico-naturalistico e artistico.

Una commissione tecnica esaminerà le proposte ricevute, allo scopo di inserirle nel programma della seconda edizione del 2020, prevista per ottobre/novembre e nella prima edizione 2021 prevista per febbraio/marzo del prossimo anno. 

Possono presentare i progetti sia singoli che associazioni. Ogni soggetto interessato potrà proporre un numero massimo di tre corsi/laboratori. I progetti presentati non possono essere considerati in nessun modo vincolanti per l’Amministrazione. 

Il progetto potrà essere presentato tramite il modulo pubblicato sul sito internet del Comune.

Calenzano aderisce all’appello della FIOM: ripartiamo in sicurezza

15 aprile 2020 – L’Amministrazione Comunale di Calenzano sottoscrive all’appello pubblico lanciato dalla FIOM CGIL Firenze per garantire la riapertura delle attività in condizioni di sicurezza, rivolto a cittadini, Sindaci, associazioni datoriali, forze politiche e sociali, società civile.

Nell’appello si chiede di istituire un protocollo territoriale che definisca linee guida comuni da introdurre in tutti i luoghi di lavoro, con l’obiettivo di garantire “la salvaguardia della salute dei lavoratori, della salute pubblica e del reddito”.

"La riapertura delle attività è materia di competenza del Governo, sulla scorta delle indicazioni del Comitato Tecnico-Scientifico – ha detto il Sindaco Riccardo Prestini -, ma per prepararsi alla riapertura delle attività produttive, cosa che tutti auspichiamo possa avvenire il prima possibile in condizioni di sicurezza, va accolta e sostenuta la richiesta della FIOM di attivare un percorso condiviso fra i soggetti sociali, rappresentativi del mondo della produzione e del lavoro, e delle Istituzioni. Lo scopo è di organizzare tutte le misure di prevenzione, sicurezza e tutela della salute dei lavoratori, delle loro famiglie e di tutte le comunità interessate”.

Nell’appello si chiedono misure da adottare subito per preparare le aziende alla riapertura, come per esempio la sanificazione dei locali, e attività da mettere in campo alla ripresa del lavoro, come dispositivi di sicurezza, misurazione della temperatura e modalità organizzative che garantiscano la distanza di almeno 2 metri.

Condividiamo l'appello della FIOM – ha concluso il Sindaco Prestini - e siamo disponibili ad essere parte attiva del percorso di confronto, perché anche per noi la sicurezza e la salute di tutti è un valore irrinunciabile. Anzi, è proprio la vicenda del Covid-19 ad aver dimostrato con più forza l’importanza di questo valore, che deve essere rafforzato e attuato pienamente, a partire dalle persone più fragili. Solo così questa ripartenza potrà fondarsi, finalmente e del tutto, sulla centralità e la dignità del lavoro".

Tamponi ai familiari dei casi positivi e nella RSA

15 aprile 2020 – Aumentano i tamponi fatti sul territorio di Calenzano, che nei giorni scorsi hanno interessato i familiari dei casi positivi già presenti e la RSA Villa Magli.

Nessun caso positivo è stato rilevato nella residenza per anziani, sia tra gli ospiti che tra gli operatori. Nella struttura si continua ad operare in sicurezza, utilizzando tutti i dispositivi di protezione e senza visite dall’esterno.

In totale i casi registrati a Calenzano dall’inizio dell’epidemia sono 35, di cui tre decessi. L’aumento dei contagi negli ultimi giorni è sicuramente legato all’intensificarsi dei controlli tra chi è entrato in contatto con gli altri casi positivi, anche se asintomatico o con sintomi lievi. Quattro le persone in isolamento fiduciario.

Intanto prosegue la consegna dei buoni spesa ed è stato fissato un termine per la presentazione delle richieste relative al mese di aprile. Potranno essere presentate entro le ore 12 di domani, giovedì 16 aprile. Il modulo per le domande può essere scaricato dal sito internet del Comune (link) e inviato per email a sociale@comune.calenzano.fi.it o per Whatsapp al numero 3488913210. Per informazioni: 055 8833325 (dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13).

Diteci qual è il sistema di mobilità che vorreste

15 aprile 2020 – Mettiamo l’attenzione su com’era il sistema di mobilità a Calenzano fino a un mese e mezzo fa e proviamo a dire come lo vorremmo cambiare, per renderlo più sostenibile, più efficiente e più agevole per tutti gli utenti delle nostre strade: camion, auto, moto, bici e pedoni.

Sarà lanciato oggi, mercoledì 15 aprile, alle 15 con una diretta FB sulla pagina del Comune di Calenzano, il questionario online sul Piano Urbano del Traffico e della Mobilità Sostenibile, con l’obiettivo di raccogliere i suggerimenti dei cittadini di Calenzano e anche di chi a Calenzano lavora o studia, di chi transita nelle nostre vie, di chi utilizza i mezzi pubblici e le nostre stazioni.

“Nel programma con cui ci siamo candidati a guidare la nostra comunità – spiegano il Sindaco Riccardo Prestini e il Vicesindaco Alberto Giusti nella presentazione del questionario - , lo abbiamo scritto chiaramente: volevamo e vogliamo dare un nuovo volto alla mobilità di Calenzano, alleggerendo il traffico, incentivando l’uso di mezzi pubblici, favorendo l’uso della bicicletta e di altri mezzi più sostenibili, mettendo in sicurezza i percorsi ciclo-pedonali, riducendo l’inquinamento, le emissioni di gas serra e il consumo di energia e, nel contempo, aumentando l’attrattività e la qualità dell’ambiente urbano”.

Per questo nei mesi scorsi è iniziato il percorso per la redazione del nuovo Piano Urbano del Traffico e del Piano Urbano della Mobilità Sostenibile, in raccordo con quello già adottato dalla Città Metropolitana. Sono state fatte indagini sul traffico e sulla sosta e, prima di definire quali sono le misure migliori da adottare per migliorare la mobilità sul nostro territorio, viene avviato un percorso di partecipazione, per raccogliere le valutazioni, le opinioni e le esigenze dei cittadini.

Il questionario sarà online a partire da oggi pomeriggio, subito dopo la presentazione in diretta FB. Potrà essere compilato dal computer, dallo smartphone o dal tablet e inviato per email a pianomobilita@comune.calenzano.fi.it entro lunedì 4 maggio.

“Il mondo sembra essersi fermato – concludono il Sindaco e il Vicesindaco -, e stiamo combattendo tutti nel nostro piccolo perché possa tornare presto “a girare”. Possiamo usare questo tempo per riflettere su come potrebbe e dovrebbe farlo, meglio di prima”.

Pasqua in casa. Il Sindaco ringrazia per il senso civico

14 aprile 2020 – “Ringrazio i cittadini di Calenzano per il grande senso civico dimostrato in questi giorni di festa. Pochissime le persone in giro. I parchi e i giardini erano praticamente deserti, nonostante il bel tempo”. Il Sindaco Riccardo Prestini si rivolge alla cittadinanza, alla luce dei controlli fatti in questi giorni.

Dovremo resistere ancora – ha detto il Sindaco -, con senso di responsabilità e rispetto per chi sta lavorando per contrastare il virus, curare i malati e garantire i servizi essenziali. Speriamo tutti di poter uscire il prima possibile da questa situazione e programmare la ripresa, graduale, di tutte le nostre attività”.

Settanta le persone controllate dalla Polizia Municipale nei giorni di Pasqua e Pasquetta. Di queste, cinque sono state sanzionate, perché risultate essere fuori senza un valido motivo. In particolare si tratta di persone che stavano camminando o correndo lontano dalla propria abitazione o fuori comune.

Si è nel frattempo conclusa la consegna delle mascherine ed è obbligatorio indossarla in tutti gli spazi, all’aperto o al chiuso, pubblici o aperti al pubblico in presenza di più persone. È pertanto necessario portarla sempre con sé perché, anche se ci si trova da soli in un luogo potremmo sempre incontrare qualcuno e doverla quindi indossare.

Le sanzioni, per chi non indossa la mascherina, sono le stesse per chi viene trovato fuori senza motivo e quindi una sanzione amministrativa da 400 a 3.000 euro per i cittadini, sanzione amministrativa da 400 a 3.000 euro e chiusura temporanea dell'attività da 5 a 30 giorni per le attività commerciali. Per chi è positivo al virus e viene trovato fuori casa, con o senza mascherina, scatta la denuncia penale, con arresto da 3 a 18 mesi e ammenda da 500 a 5.000 euro.

Continua anche la ricezione e la consegna dei buoni spesa da parte degli uffici comunali. Ad oggi sono arrivate in totale 220 domande e i buoni consegnati sono 156. Gli uffici proseguono nella propria attività, verificando le domande ricevute, definendo l’importo spettante ad ognuno e poi fissando un appuntamento per la consegna dei buoni.

CiviCa online: boom di accessi al sito. Il programma della settimana

13 aprile 2020 – Oltre mille accessi nelle prime due settimane di programmazione online della biblioteca. Dalle storie per bambini alle letture dei grandi classici, dal teatro alla storia dell’arte, dal cinema alla musica: grande successo delle proposte pubblicate sul sito civicaonline #iorestoacasa.

Nuovi contributi verranno pubblicati questa settimana. Martedì 14 aprile Michele Neri leggerà filastrocche per bambini ed Elisabetta Carovani racconterà le origini di Calenzano. Il duo "da Casa" Vavolo De Giglio canterà “Tienimi dentro te” di Fabio Concato, mentre Federico Berti, in collaborazione con Amici di Civica, presenterà il film "Detenuto in attesa di giudizio".

Mercoledì 15 aprile Sergio Aguirre del Centro Iniziative Teatrali interpreterà "Il burbero", una storia per bambini; Anna Maria Palma leggerà la quinta lettera di "Lettere dalla Kirghisia" di Silvano Agosti. Carla Sorelli degli Amici di Civica propone invece un'antica ricetta, "La trippa a sugo" di Pellegrino Artusi e il duo "da Casa" Vavolo De Giglio canterà "Quando" di Pino Daniele. 

Giovedì 16 aprile torneranno le letture per bambini di Michele Neri che interpreta "Giovannin senza paura" e Carmine Liccardi (cardiologo) offrirà dei consigli per uno stile di vita corretto. Lorenzo Deg'Innocenti leggerà "Il colosso" di David Sedaris e Federico Berti, in collaborazione con Amici di Civica, presenterà il film "I tre giorni del Condor". 

Per venerdì 17 aprile l’associazione Socialisarte presenta Fiabesca – Favole in cerchio; Anna Maria Palma leggerà la sesta e settima lettera di "Lettere dalla Kirghisia" di Silvano Agosti e Manola Nifosì del Centro Iniziative Teatrali leggerà il primo capitolo de "I promessi sposi" di Alessandro Manzoni. Spazio anche alla canzone con il duo "da Casa" Vavolo De Giglio che canterà "Gigi" di Fabio Concato. 

Tutti i contributi rimangono visibili su www.civicaonline.it

Conclusa la consegna delle mascherine

11 aprile 2020 – Si è conclusa oggi la consegna delle mascherine porta a porta. Devono essere indossate negli spazi aperti o chiusi, pubblici o privati aperti al pubblico, in presenza di più persone.

In quattro giorni sono state consegnate 37mila mascherine, due per ogni persona, grazie all’impegno di dipendenti, associazioni e volontari che hanno lavorato con dedizione e assiduità per dare a tutti i dispositivi di protezione nel più breve tempo possibile.

Se qualcuno ha avuto disguidi nella consegna o se è soltanto domiciliato, può segnalarlo a protezionecivile@comune.calenzano.fi.it. Dal 13 aprile, come previsto dall’ordinanza regionale, scatta l’obbligo di indossarle.

Lo sportello lavoro riapre online

11 aprile 2020 – Riapre in modalità telematica lo sportello lavoro Move Job. A partire da martedì 14 asprile sarà possibile chiedere una consulenza o fissare un appuntamento scrivendo sulla pagina FB: MOVE CALENZANO oppure per e-mail a move.calenzano@gmail.com.

“Visto il prolungarsi del blocco delle attività – ha detto l’Assessore alle Politiche Giovanili Irene Padovani – ci è sembrato importante tornare a dare questo servizio, anche se in modalità telematica e quindi a distanza. In un momento di grande incertezza per il futuro, lo sportello può essere ancora più utile per dare informazioni sulle opportunità di formazione, fornire un sostegno nella ricerca del lavoro e accompagnare gli utenti nella riformulazione di un proprio progetto professionale e di vita”.

Lo Sportello Informativo Move JOB-LINE offrirà consulenza ai suoi utenti aiutandoli ad acquisire strumenti, conoscenze e competenze, sia nella realizzazione di un proprio progetto personale, sia attraverso le opportunità offerte dalla comunità.

Sarà possibile contattare lo sportello per chiedere una consulenza individuale per la formazione o per la redazione del proprio curriculum, partecipare a workshop online su prenotazione. Sarà attivato anche un servizio di ascolto e orientamento scolastico e universitario e un servizio di orientamento al mondo del volontariato per migliorare la conoscenza del tessuto associazionistico presente sul territorio.

Proseguirà l’aggiornamento del blog movecalenzano.blogspot.it, dove poter consultare le offerte di lavoro e quelle formative, di tirocinio, stage o volontariato.

Mascherine e buoni spesa, continua la consegna

10 aprile 2020 – Circa 30.000 mascherine e 121 buoni spesa sono stati consegnati negli ultimi tre giorni. Le operazioni si concluderanno poco dopo le festività pasquali.

La consegna delle mascherine si è già conclusa a Settimello, Carraia e Legri ed è in via di conclusione a Le Croci e nel centro cittadino. La consegna sarà sospesa a Pasqua e Pasquetta e si concluderà entro mercoledì 15 aprile. Quando ogni famiglia avrà i dispositivi di sicurezza, allora diventerà obbligatorio usarli quando si esce. Se qualcuno ha avuto disguidi nella consegna o se è soltanto domiciliato, può segnalarlo a protezionecivile@comune.calenzano.fi.it.

“Ringraziamo le associazioni e i volontari che in questi giorni stanno battendo il territorio porta a porta – ha detto il Vicesindaco Alberto Giusti -. È grazie al loro impegno che siamo riusciti a fornire a tutti in tempi rapidi le mascherine, che, lo ricordiamo, sono una protezione in più ma da sole non bastano a fermare il virus. È importante uscire solo in caso di necessità, mantenere le distanze e lavare spesso le mani”.

La mascherina deve essere utilizzata negli spazi aperti o chiusi, pubblici o privati aperti al pubblico, in presenza di più persone. È importante lavarsi bene le mani sia prima di metterla che dopo averla tolta. Per il vademecum sull’utilizzo clicca qui.

Proseguono anche le attività per assegnare i buoni spesa: ad oggi ne sono stati consegnati 121, a fronte di 193 domande ricevute, per un valore pari a 34mila euro. Subito dopo le festività pasquali gli uffici comunali riprenderanno a verificare le richieste e quindi a fissare un appuntamento con i singoli beneficiari per la consegna dei buoni.

“È per noi una grande soddisfazione aver dato una risposta immediata alle famiglie in difficoltà – ha commentato l’Assessore al Sociale Stefano Pelagatti -, non solo con i buoni spesa ma anche con la consegna di pacchi alimentari che è stata notevolmente implementata. Una risposta importante alla quale ha contribuito tutta la nostra comunità: l'amministrazione, i dipendenti comunali, il mondo del volontariato e gli esercizi commerciali aderenti all'iniziativa, i tanti cittadini che hanno voluto e potuto dare il proprio contributo con donazioni o con attività diretta, cercando di far fronte ad un bisogno di primaria necessità come quello alimentare. Un ‘welfare’ calenzanese che poggia su basi solide, che è possibile solo con il contributo di tutti e che anche questa volta sta dimostrando le proprie capacità”.

Salgono a tre i morti per coronavirus a Calenzano. 27 i contagiati

10 aprile 2020 – Un altro decesso tra i cittadini di Calenzano risultati positivi al Covid-19. È morto ieri all’ospedale un uomo di 86 anni. I contagiati in totale dall’inizio dell’epidemia sono 27. Appello del Sindaco per i giorni di festa: state a casa.

Il virus non è sconfitto – ha detto il Sindaco Riccardo Prestini -. C’è qualche segnale positivo, con la discesa della curva dei contagi che però non è stabile. Non bisogna assolutamente abbassare la guardia. Il Governo formalizzerà nei prossimi giorni la decisione di prolungare la chiusura per tutto il mese. Non vanifichiamo gli enormi sforzi fatti finora dai cittadini, dalle imprese, dai negozi, dalle scuole e soprattutto da tutti coloro che in questi giorni stanno lavorando per far fronte all’emergenza. Restate in casa”.

Nei giorni delle festività pasquali saranno intensificati i controlli sulle strade da parte delle Forze dell’Ordine e della Polizia Municipale. Inoltre il Comune di Calenzano, insieme a tutti i Comuni rappresentati da ANCI Toscana ha chiesto alla Regione l’emissione di un’ordinanza per chiudere, nei giorni di Pasqua e Lunedì dell’Angelo, tutte le attività commerciali, ad esclusione solo di farmacie, parafarmacie ed edicole.

Si ricorda che chi viene trovato fuori casa senza un valido motivo rischia una sanzione amministrativa da 400 a 3.000 euro per i cittadini, alla quale si aggiunge la chiusura temporanea dell'attività da 5 a 30 giorni se a trasgredire le regole è un’attività commerciale. Per chi è positivo al virus e viene trovato fuori casa scatta la denuncia penale, con arresto da 3 a 18 mesi e ammenda da 500 a 5.000 euro.

25 aprile online: sui social approfondimenti e contributi sulla Resistenza

9 aprile 2020 – Interviste, approfondimenti storici, video, opere letterarie e teatrali, fumetti, disegni e contributi di ogni genere da diffondere online in occasione del 75° anniversario della Liberazione. Saranno proposti nelle prossime settimane dal Comune di Calenzano, in attesa di conoscere i provvedimenti di distanziamento sociale che saranno in vigore il 25 aprile.

“Il 25 aprile si è sempre contraddistinta come festa di popolo nel segno e nel ricordo della Resistenza e della Liberazione del nostro Paese dall'oppressione nazi-fascista – ha commentato il Sindaco Riccardo Prestini -.  Quest'anno non possiamo sapere come sarà possibile celebrarne l’anniversario. Con ogni probabilità, alla fine di aprile le limitazioni sugli assembramenti saranno tali da non poter organizzare le consuete celebrazioni ai cippi e la festa a Valibona che ha visto, anche negli ultimi anni, una larga partecipazione della cittadinanza. In attesa di sapere come si evolverà la situazione sanitaria del Paese, proponiamo una serie di approfondimenti online, per riflettere insieme ad esperti e testimoni sull’attualità dei principi antifascisti nel 75° anniversario della Liberazione”.

La prima iniziativa è stata la condivisione sui canali social del Comune di "Pillole di Resistenza", contributi pubblicati dall’Istituto Storico Toscano della Resistenza e dell’Età Contemporanea ogni martedì. I primi due, “8 settembre 1943: l’ora delle scelte” e “La Repubblica Sociale in Toscana” sono già online.

I prossimi appuntamenti saranno comunicati in seguito sui canali comunicativi del Comune. Le associazioni antifasciste o i singoli cittadini che hanno contributi in merito da proporre, possono scrivere a sindaco@comune.calenzano.fi.it.

Inizia oggi la consegna delle mascherine

8 aprile 2020 - Inizia oggi la consegna delle mascherine porta a porta. Saranno lasciate nelle casette della posta dai volontari delle associazioni di protezione civile, già imbustate, 2 per ogni componente del nucleo familiare.

Nell’arco di una settimana saranno consegnate 37mila mascherine alle quasi 8mila famiglie di Calenzano. Nessuno chiederà di entrare in casa e la consegna è completamente gratuita. Quindi, attenzione alle truffe: se chiedono di entrare negli appartamenti o se chiedono soldi, non sono gli operatori inviati dal Comune.

"Ringrazio i dipendenti comunali, le associazioni e i volontari - ha detto il Vicesindaco Alberto Giusti -, che ci hanno permesso di smistare in tempi rapidi le mascherine per le singole famiglie e che oggi iniziano la consegna. È grazie al loro contributo che entro pochi giorni ogni cittadino avrà il proprio dispositivo di protezione".

Dal momento che sarà conclusa la consegna, come previsto dall'ordinanza regionale, diventerà obbligatorio indossare la mascherina in tutti i luoghi pubblici o privati aperti al pubblico, sia al chiuso che all'aperto, dove non sia possibile garantire la distanza dalle persone, compresi i mezzi di trasporto pubblico e i taxi.

"La mascherina da sola non protegge dal virus - ha specificato Giusti -, aiuta a limitarne la diffusione ma rimane l'obbligo di uscire solo in caso di necessità urgenti e non rinviabili e, nel caso si debba uscire, di mantenere la distanza di almeno un metro dalle altre persone. Il virus sta rallentando, se molliamo ora rischiamo di vanificare tutti gli sforzi fatti".

Le mascherine vengono consegnate ai residenti. Chi è domiciliato a Calenzano, ma ha la residenza da un’altra parte, come per esempio studenti o lavoratori fuori sede, potranno richiederle inviando un’email a protezionecivile@comune.calenzano.fi.it.

Dovranno essere indossate da tutti coloro che hanno un valido motivo per uscire. Esclusi soltanto i bambini di età inferiore a 6 anni e le persone che non ne tollerano l’utilizzo a causa di particolari condizioni psicofisiche, accertate da certificato medico.

Se si viene trovati fuori senza un valido motivo e/o senza mascherina si rischia una sanzione amministrativa da 400 a 3.000 euro. A questa si aggiunge la chiusura temporanea dell'attività da 5 a 30 giorni, se a violare le norme è un’attività commerciale. Per chi è positivo al virus scatta la denuncia penale, con arresto da 3 a 18 mesi e un’ammenda da 500 a 5.000 euro.

Parallelamente prosegue la consegna dei buoni spesa da parte dei dipendenti comunali, che stanno controllando le 100 domande ricevute, allo scopo di verificarne la validità e l’importo da erogare ad ognuno. Via via che le richieste sono confermate, i cittadini interessati vengono contattati dagli uffici per fissare un appuntamento per il ritiro dei buoni. La lista dei negozi che accettano tali buoni viene aggiornata costantemente sul sito internet del Comune (clicca qui).

Banda ultralarga a 2500 utenti: cantieri aperti

8 aprile 2020 – In tempi di isolamento e smart working sempre più cittadini stanno utilizzando la rete internet veloce dalle proprie abitazioni e questa infrastruttura è sempre più importante.

Per questo il Comune di Calenzano, che aveva già concordato con Estracom il progetto di potenziamento ed estensione della rete, ha fornito tutti i permessi necessari per continuare i lavori in questo momento di emergenza e i cantieri sono rimasti aperti, nel rispetto delle norme di sicurezza.

In questi giorni Estracom Spa, società di telecomuncazioni del gruppo Estra, sta lavorando nella zone della Fogliaia, Pratignone e centro cittadino per portare la rete FTTH (fiber to the home) a circa 650 utenti in via della Fogliaia, via di Le Prata, via di Pratignone, via di Prato, zona del centro commerciale Il Parco, via Puccini, via Larga, via Manin, via del Lago e via Curiel.

I cantieri si sposteranno nelle prossime settimane a Settimello (via Aretino, via Baldanzese) dove sono coinvolte 500 utenze, nel capoluogo (via Petrarca, via Giusti, Carpugnane, Colle) dove le utenze sono oltre 800, nel centro cittadino (via Garibaldi, p.za del Ghirlandaio, via Buonarroti, via Sanzio) con 250 utenze.

A seguire i cantieri si sposteranno in p.za Vittorio Veneto, via Roma, via San Donato, via del Saccardo e via XXV aprile, dove sono coinvolte 250 utenze.

In totale il progetto prevede 2500 allacciamenti alla banda ultralarga, una risposta alle esigenze di connessioni stabili e veloci, che proprio in queste settimane sono diventate un’infrastruttura prioritaria per molte più persone e imprese.

Buoni spesa, arrivate 100 domande

7 aprile 2020 – Inizia oggi pomeriggio la consegna dei buoni spesa, che avverrà solo su appuntamento. I primi venti cittadini sono già stati contattati e si recheranno in Comune per ritirare i buoni.

Nei primi due giorni sono arrivate circa 100 domande e gli uffici le stanno verificando in tempi rapidi, in modo da dare il prima possibile una risposta alle famiglie in difficoltà. Una volta stabilita la validità della domanda e l’importo da erogare, i cittadini vengono contattati per fissare un appuntamento per la consegna dei buoni.

Al momento sono sette i negozi ad aver inviato al Comune la propria disponibilità ad accettare i buoni spesa e alcuni di questi hanno già firmato la convenzione. L’elenco è pubblicato sul sito internet del Comune e viene costantemente aggiornato. I commercianti che vogliono partecipare potranno presentare la propria domanda, scaricando l’apposito modulo pubblicato sul sito del Comune e inviandolo a: sindaco@comune.calenzano.fi.it.

L’altra misura prevista è la consegna di pacchi alimentari, da parte del Centro di Ascolto Interparrocchiale, per le famiglie che sono in estrema immediata difficoltà a causa dell’emergenza Covid-19 e/o non possiedono i requisiti per accedere ai buoni spesa. Nei giorni scorsi ne sono stati consegnati 10, oltre a quelli che il Centro consegna abitualmente anche su indicazione dei servizi sociali.

Chi è in difficoltà a causa dell’emergenza sanitaria può richiedere i pacchi chiamando i numeri 3939014018 o 3393530936. Per le altre problematiche di tipo sociale è possibile contattare telefonicamente gli assistenti sociali al numero 055/6930269, attivo dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 14.

I buoni spesa, in tagli da 20 euro, vengono erogati da un minimo di 160 euro a un massimo di 480 euro, in base ai componenti della famiglia e ad eventuali contributi economici già percepiti. Possono essere richiesti dalle persone residenti o domiciliate a Calenzano che fanno parte di un nucleo familiare non in grado di soddisfare le necessità essenziali dei propri componenti, in seguito alle conseguenze economiche della dichiarazione di stato di emergenza per l’epidemia di Covid-19, avvenuta il 31 gennaio 2020.

In particolare possono essere richiesti dai lavoratori dipendenti, sia a tempo indeterminato che determinato e flessibile, che non hanno più un contratto di lavoro o la cui attività è stata sospesa; dai lavoratori autonomi che hanno dovuto sospendere la propria attività in seguito al decreto del 25 marzo; dai lavoratori a chiamata che hanno registrato una forte riduzione della propria attività.

Il buono spesa non viene erogato ai nuclei familiari che hanno depositi o conti correnti bancari superiori alle seguenti cifre (considerando il saldo contabile attivo al 31.03.2020): 6mila euro per i nuclei con un componente; 8mila euro per i nuclei con due componenti; 10mila euro per i nuclei con tre o più componenti.

Il modulo per le domande di buono spesa può essere scaricato dal sito internet del Comune e inviato per email a sociale@comune.calenzano.fi.it o per Whatsapp al numero 3488913210. Per informazioni: 055 8833325 (dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13).

Due mascherine per ogni cittadino

6 aprile 2020 – Sono state ritirate questa mattina dal personale della protezione civile le mascherine messe a disposizione dalla Regione Toscana: circa 37mila dispositivi saranno distribuiti nei prossimi giorni, due per ogni cittadino, secondo un calendario a zone che sarà comunicato successivamente.

Rimane il divieto di uscire di casa se non per motivi urgenti e non rinviabili. Nel caso si debba uscire è necessario mantenere la distanza di almeno un metro dalle persone e, nel momento in cui saranno state consegnate a tutti, sarà obbligatorio anche indossare la mascherina.

La distribuzione sarà a cura delle associazioni che collaborano con il sistema di protezione civile del Comune. Gli addetti, muniti di tesserino di riconoscimento, lasceranno le mascherine, imbustate, nella cassetta delle lettere.

Nessuno è autorizzato ad entrare nelle case e la consegna sarà completamente gratuita. Si rinnova quindi l’invito a non far entrare in casa persone che dicono di consegnare mascherine per conto del Comune, la nostra distribuzione avverrà esclusivamente nelle cassette della posta.

Nei prossimi giorni, sui canali di comunicazione del Comune, saranno comunicati i tempi di consegna zona per zona.

Per rimanere informati si invitano i cittadini ad iscriversi ai servizi di comunicazione del Comune:

-          sito internet del Comune e in particolare la pagina con tutti gli aggiornamenti relativi all’emergenza coronavirus;

-          pagine Facebook Comune di Calenzano e Calenzano Post

-          Canale Whatsapp del Comune: inviare un messaggio con scritto ISCRIZIONE al numero 353 3590041

-          APP Municipium, disponibile sia per android che per iOS sul proprio app store

Isolati in casa, l’aiuto arriva online

04 aprile 2020 – Un nuovo caso di coronavirus si è verificato ieri a Calenzano, si tratta di un uomo di 59 anni, ricoverato a Careggi.

“Dopo quattro giorni in cui non si registravano nuovi casi – ha detto il Sindaco Riccardo Prestini -, abbiamo ricevuto ieri sera la comunicazione di un nuovo contagio. Il virus è in rallentamento ma è ancora presente sul territorio. Dall’inizio dell’epidemia contiamo a Calenzano 23 contagi e 2 decessi. È fondamentale rispettare le regole: non uscite”.

Per sostenere le famiglie in difficoltà a causa dell’isolamento sociale, sono tante le iniziative attivate da istituzioni, ordini professionali e associazioni: sportelli psicologici, consulenze pedagogiche e il rafforzamento dei numeri anti-violenza.

Tre le possibilità per contattare psicologi per parlare delle proprie paure o ansie legate all’emergenza in corso.

  • L’assistenza psicologica della Protezione Civile della Regione Toscana, attiva tutti i giorni dalle 9 alle 19, chiamando i numeri 800.909685 (da fisso) e 055.4382530 (da cellulare).
  • Le due linee telefoniche attive dall’Ordine degli Psicologi della Toscana, Consiglio Regionale della Toscana, Comune di Firenze e Società Italiana di Psicologia dell’Emergenza, con il patrocinio anche del Comune di Calenzano: 331 6826935 (linea telefonica informativa Covid-19 attiva tutti i giorni dalle 9 alle 19); 055 3282200 (linea per supporto psicologico, attiva dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 16.30).
  • Sportello psicologico, già aperto dall’Associazione Sale in Zucca, in collaborazione con il Comune, la scuola, la Società della Salute e la scuola di specializzazione in psicoterapia psicoanalitica, attivo in via telematica su prenotazione, il venerdì dalle ore 17 alle 19.30 (può essere richiesto inviando un’email a  sportello@saleinzuccaonlus.com).

L’ANPE (Associazione Nazionale Pedagogisti Italiani) ha attivato un servizio gratuito di consulenza  pedagogica rivolto alle famiglie alle prese con l’educazione e la formazione a distanza e con la gestione dell’isolamento sociale di bambini e ragazzi. Per contattare il pedagogista di riferimento per la propria regione, consultare l’elenco sul sito https://www.anpe.it/ e inviare direttamente dal sito una richiesta di contatto.

Un’altra grave emergenza che si è aggravata in questo periodo è la violenza domestica contro le donne, costrette a rimanere tutto il giorno in casa con gli uomini maltrattanti, senza la possibilità di uscire per chiedere aiuto e spesso senza neanche la possibilità di poter telefonare.

Per questo, oltre al numero nazionale antiviolenza 1522, la Prefettura di Firenze ha promosso l’applicazione Youpol da scaricare sul proprio smartphone, dalla quale è possibile segnalare i casi di violenza direttamente alla Polizia di Stato. Le segnalazioni vengono immediatamente georeferenziate ma è possibile anche modificare l’indicazione del luogo in cui si è svolta la violenza. Sempre dall’applicazione è possibile chiamare direttamente la sala operativa della Questura. Info su http://www.prefettura.it/firenze/contenuti/Violenza_sulle_donne-8757024.htm

Contagi fermi a Calenzano. Il Sindaco “L’impegno dei cittadini dà i suoi risultati. Non molliamo”

3 aprile 2020 – A Calenzano i contagi sono fermi dal 29 marzo. Un dato incoraggiante ma che non ci porta fuori dall’emergenza. Il Sindaco Riccardo Prestini ringrazia i cittadini per l’impegno e il senso civico dimostrato: “Non molliamo adesso. La fase è ancora molto delicata. È fondamentale resistere e restare in casa”.

Da quattro giorni a Calenzano non registriamo contagi – ha detto il Sindaco Riccardo Prestini -. È il segno che le misure di contenimento adottate dal Governo stanno funzionando, ma non vuole assolutamente dire che siamo fuori dall’emergenza: restate a casa. I cittadini di Calenzano hanno dimostrato un grande senso civico e rispetto delle regole. Solo con l’impegno di tutti possiamo uscire prima e meglio da questa situazione”.

Dall’inizio dell’epidemia a Calenzano si contano in totale 22 contagi e due decessi per Covid-19. Ricordiamo ai cittadini che è possibile uscire solo in caso di effettive e non rinviabili necessità e mantenendo le distanze di sicurezza.

“Uscire adesso senza un valido motivo è una scelta egoistica – ha concluso il Sindaco –. Non vanifichiamo quanto è stato fatto in queste settimane, che è costato tanto impegno e tanti sacrifici, anche in termini di vite umane”.

La Polizia Municipale e le Forze dell’Ordine intensificheranno i controlli nel fine settimana, quando è previsto bel tempo e temperature in rialzo. Nel corso della settimana la Polizia Municipale ha controllato oltre 150 persone che si trovavano fuori. Dieci le sanzioni elevate, in particolare per podisti che si trovavano al parco di Travalle, pur non abitando nelle vicinanze, e cittadini la cui autocertificazione è risultata falsa. Controllate anche oltre 100 attività, tra negozi e imprese, tutte risultate regolari.

In seguito ad alcune segnalazioni ricevute, comunichiamo che rimangono aperti sul territorio i cantieri stradali non rinviabili, all’interno dei quali si lavora nel rispetto delle procedure di sicurezza, individuate dal protocollo di intesa tra Governo e sindacati del 14 marzo. Questo prevede in particolare il rispetto della distanza di almeno un metro, mentre l’utilizzo di dispositivi di sicurezza, come per esempio mascherine e guanti, è obbligatorio solo nel caso in cui non è possibile garantire tale distanza.

Buoni spesa e pacchi alimentari per chi è in difficoltà

02 aprile 2020 – Un doppio canale per assistere le famiglie in difficoltà in questo periodo di emergenza, utilizzando i 95.110,06 euro destinati dal Governo al Comune di Calenzano.

Una parte saranno utilizzati per distribuire buoni spesa, l’altra per consegnare pacchi alimentari, tramite il Centro di Ascolto Interparrocchiale di Calenzano, soggetto attivo nella distribuzione alimentare nell’ambito del Programma operativo del Fondo di aiuti europei agli indigenti.

“Un sostegno diretto per dare un po’ di respiro immediato alle famiglie in difficoltà – ha commentato il Sindaco Riccardo Prestini - a tutti quei lavoratori che oggi si trovano senza tutele, ai proprietari delle piccole imprese, dei negozi, agli artigiani, in breve a tutti coloro che hanno dovuto sospendere la propria attività e che hanno problemi immediati di liquidità. Una modalità che è stata anticipata anche a tutte le forze politiche presenti in Consiglio comunale. Faccio un appello a tutti i calenzanesi che invece oggi si trovano in situazioni più stabili: donate alimenti o fondi per poter aumentare la nostra capacità di assistenza”.

I buoni spesa, in tagli da 20 euro, andranno da un minimo di 160 euro a un massimo di 480 euro, in base ai componenti della famiglia e ad eventuali contributi economici già percepiti. Potranno essere richiesti dalle persone residenti o domiciliate a Calenzano che fanno parte di un nucleo familiare non in grado di soddisfare le necessità essenziali dei propri componenti, in seguito alle conseguenze economiche della dichiarazione di stato di emergenza per l’epidemia di Covid-19, avvenuta il 31 gennaio 2020.

In particolare potranno essere richiesti dai lavoratori dipendenti, sia a tempo indeterminato che determinato e flessibile, che non hanno più un contratto di lavoro o la cui attività è stata sospesa; dai lavoratori autonomi che hanno dovuto sospendere la propria attività in seguito al decreto del 25 marzo; dai lavoratori a chiamata che hanno registrato una forte riduzione della propria attività.

Il buono spesa non sarà erogato ai nuclei familiari che hanno depositi o conti correnti bancari superiori alle seguenti cifre (considerando il saldo contabile attivo al 31.03.2020): 6mila euro per i nuclei con un componente; 8mila euro per i nuclei con due componenti; 10mila euro per i nuclei con tre o più componenti.

Il modulo per le domande potrà essere scaricato dal sito internet del Comune e, da lunedì 6 aprile potrà essere inviato per email a sociale@comune.calenzano.fi.it o per Whatsapp al numero 3488913210. Sempre da lunedì, sarà attivo per informazioni il numero: 055 8833400 (dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13).

Nei prossimi giorni sarà comunicato dove poter ritirare i buoni e i negozi convenzionati in cui è possibile utilizzarli. I commercianti che vogliono partecipare potranno presentare la propria domanda, scaricando l’apposito modulo pubblicato sul sito del Comune e inviandolo a: sindaco@comune.calenzano.fi.it.

Una parte delle 95mila euro messe a disposizione dal Governo sarà utilizzata per acquistare beni alimentari, da distribuire tramite il Centro di Ascolto Interparrocchiale, che in questi giorni continua il suo prezioso aiuto alle famiglie in difficoltà, tramite i pacchi che vengono consegnati a domicilio dai volontari individuati dal Comune e tramite altre azioni di sostegno. Potranno richiedere il pacco alimentare di prima necessità, contattando il numero 3939014018, quelle famiglie che sono in estrema immediata difficoltà e/o non possiedono i requisiti per accedere ai buoni spesa.

Per donare alimenti non deteriorabili (pasta, riso, farina, zucchero…) si può contattare il Centro di Ascolto Interparrocchiale al numero 3939014018 o 3393530936.

Per donazioni in denaro si può fare riferimento direttamente al Comune di Calenzano: IBAN IT 73 V 03599 01800 000000136158 - Causale: Emergenza da COVID-19.

Oltre 2mila mascherine al Comune

02 aprile 2020 – Alcune aziende di Calenzano hanno donato oltre 2mila mascherine al Comune, che le ha distribuite alla polizia municipale, alle forze di protezione civile, ai volontari, alle associazioni che collaborano nel servizio di spesa a domicilio.

Dopo la prima donazione da parte della comunità cinese, che aveva fornito anche disinfettanti per superfici e per le mani, altre mascherine sono arrivate dai proprietari del ristorante “Fortuna”, dalla Fabbrica del Cioccolato Militare e da Fibeplast srl.

“Ringraziamo le aziende per la donazione – ha detto il Vicesindaco Alberto Giusti -, che ci permette di garantire maggiore sicurezza al nostro personale e ai volontari, impegnati nella gestione di questa eccezionale crisi sanitaria. Un gesto particolarmente gradito, dato che i dispositivi di sicurezza sono molto difficili da trovare e ogni singola donazione può tornare utile”.

Approvato il bilancio di previsione 2020

31 marzo 2020 – E’ stato approvato ieri dal Consiglio Comunale, con 11 voti favorevoli e 3 astenuti, il bilancio preventivo 2020 del Comune di Calenzano.

Il gruppo Sinistra per Calenzano ha deciso di non partecipare alla seduta, organizzata in parte in videoconferenza e in parte con la presenza fisica dei consiglieri in aula, per garantire il rispetto delle distanze e delle altre misure di sicurezza.

“Abbiamo scelto di mantenere la scadenza del 30 marzo per l’approvazione del bilancio preventivo – ha detto il Sindaco Riccardo Prestini -, nonostante il termine fosse stato prorogato. Questo perché il Comune, proprio in un periodo di emergenza come questo, ha bisogno di avere la piena operatività per rispondere adeguatamente alle tante esigenze che possono verificarsi. La Giunta e il Consiglio Comunale non possono essere assenti in una situazione così problematica, dobbiamo assumerci le nostre responsabilità, ognuno secondo il proprio ruolo. Ce lo chiedono i cittadini”.

Nel bilancio 2020 rimangono inalterate le tariffe e i tributi. Allo stesso tempo viene confermato il livello di servizi e previsto un corposo piano di investimenti nel triennio, per la realizzazione di nuove scuole, impianti sportivi, parchi, viabilità. 

“Il documento che portiamo all’attenzione del Consiglio – ha detto l’Assessore al Bilancio Damiano Felli durante la seduta – è stato ovviamente realizzato prima di questo periodo storico eccezionale e inaspettato, i cui contorni sono ancora tutti da individuare. Noi lo portiamo oggi in approvazione, per essere operativi a pieno ritmo fin da subito, a beneficio dei cittadini, consapevoli che potranno esserci revisioni nel corso dell’anno”.

Minuto di silenzio e bandiere a mezz’asta

31 marzo 2020 – Le bandiere del Comune a mezz’asta e listate a lutto, davanti alle quali il Sindaco Riccardo Prestini ha ricordato le vittime dell’epidemia di covid-19 con un minuto di silenzio.

Questa mattina alle 12 il Comune di Calenzano ha aderito all’iniziativa promossa dall’ANCI per ricordare le vittime dell’epidemia, onorare gli operatori sanitari, dare sostegno a tutti i cittadini e guardare al futuro con speranza.

Servizio di pronto intervento per le persone in isolamento

31 marzo 2020 – Un nuovo servizio coordinato dal Comune per risolvere i vari problemi di gestione delle persone in isolamento domiciliare. Dopo i volontari per portare la spesa a casa, ora si offre anche la possibilità di chiamare ditte di pronto intervento.

I cittadini che ne avessero bisogno possono richiedere l’intervento contattando il numero 055 8833270.

Per garantire un servizio costante, il Comune sta cercando quante più ditte disponibili e lancia un appello a idraulici, muratori, elettricisti o tecnici delle caldaie, pronti ad intervenire, con le dovute misure di sicurezza (DPI e tute) e sanificazione, per risolvere problemi urgenti in appartamenti in cui vivono persone in isolamento domiciliare, perché entrati in contatto con positivi, o in quarantena perché positivi al test di covid-19.

Le adesioni all’appello possono essere inviate per email all’indirizzo protezionecivile@comune.calenzano.fi.it

Covid: i dati aggiornati su contagi e decessi

30 marzo 2020 – Un altro cittadino calenzanese, affetto da Covid-19, è morto nel fine settimana. Aveva 76 anni ed era ricoverato in ospedale. “Purtroppo dobbiamo comunicare un’altra morte – ha detto il Sindaco Riccardo Prestini -, avvenuta ieri. Esprimiamo le nostre più vive condoglianze alla famiglia, cui va la vicinanza di tutta la comunità di Calenzano”.

A questa si aggiunge la morte di un cittadino residente a Calenzano, che però si trovava già da tempo a Belluno. Venticinque persone sono in isolamento fiduciario presso la propria abitazione, perché entrati in contatto con contagiati.

I dati degli ultimi giorni riportano anche segnali incoraggianti, che si spera possano confermarsi nel tempo. Nel fine settimana si è registrato un singolo contagiato, a fronte di un incremento che la scorsa settimana contava anche tre casi in un solo giorno. “Dall’inizio dell’epidemia – ha spiegato il Sindaco – a Calenzano abbiamo avuto in totale 22 contagi, con un importante rallentamento registrato negli ultimi giorni. Confidiamo che gli effetti delle misure restrittive continuino a limitare i casi di Covid-19 e di conseguenza permettano di evitare nuove morti”.

Abbastanza tranquilla la situazione nel fine settimana, quando i cittadini hanno rispettato le regole e sono rimasti nelle proprie abitazioni, nonostante il bel tempo. Negli ultimi due giorni la Polizia Municipale ha controllato 52 persone e 26 esercizi commerciali, tutti risultati in regola. Non ci sono quindi state nuove denunce.

“Ringrazio ancora i cittadini per il grande senso civico dimostrato - ha concluso il Sindaco -. Ora più che mai è necessario resistere e continuare a rispettare le regole. Auspichiamo che nelle prossime settimane si possa vedere il virus rallentare e decrescere, al punto da permetterci di programmare il ritorno alle nostre vite, al nostro lavoro, agli affetti, alla dimensione sociale che tanto manca in questo momento. Un ringraziamento particolare va ai tanti giovani volontari e a tutte le associazioni che in questi giorni collaborano con l’Amministrazione, per garantire un sostegno alle persone sole e a chi si trova in isolamento. Il vostro impegno sia di esempio per tutti noi”.

L’attività dei volontari è concentrata principalmente nella consegna di spesa e medicinali a domicilio a persone sole o in isolamento, oltre che per controllo del territorio e diffusione del messaggio audio per ricordare a tutti il rispetto delle regole. Oltre a quelli individuati dal Comune, sono operativi i volontari delle associazioni coinvolte nel sistema di protezione civile: Associazione Anziani, Misericordia, Pubblica Assistenza e VAB.

Nelle ultime due settimane, il numero del Comune per la spesa a domicilio, ha gestito oltre 70 richieste. A queste si è aggiunta la consegna di 52 pacchi alimentari del Centro di Ascolto Interparrocchiale di Calenzano, che prosegue la sua importante attività di sostengo alle famiglie bisognose, consegnando però a domicilio, grazie alla collaborazione con i volontari individuati dal Comune.

Si rinnova l’appello ai giovani a partecipare alla consegna a domicilio per le persone anziane sole. Per comunicare la propria disponibilità basta scrivere un’email a sindaco@comune.calenzano.fi.it.

Per attivare il servizio, e quindi ricevere la spesa a casa, si può chiamare il numero del Comune:  055 8833270, attivo dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18 dal lunedì al venerdì; il numero attivato dalla Società della Salute per gli anziani: 055 4282770 attivo dal lunedì al venerdì, dalle 15.30 alle 19.30, con il quale collaborano la Pubblica Assistenza di Calenzano, l’Associazione Anziani e la Misericordia di Legri; il numero verde della Croce Rossa Italiana 800 065510, sempre attivo.

CiviCa non si ferma. Attività online della biblioteca

28 marzo 2020 – “La cultura non si ferma anzi, è proprio in momenti come questo che c’è bisogno di bellezza e crescita culturale, c’è bisogno di viaggiare, con la fantasia, con il cuore”. L’Assessore alla Cultura Irene Padovani annuncia così l’inizio del programma online di CiviCa, la nostra biblioteca.

A partire dalla prossima settimana, su una pagina dedicata all’interno del sito di CiviCa, saranno pubblicate le proposte culturali di cui si potrà godere direttamente da casa.

“Ogni giorno CiviCa proponeva almeno un evento per diversi interessi e fasce di età – ha spiegato Padovani -. Ora ovviamente non è più possibile, ma non abbandoniamo i nostri utenti anzi, cerchiamo di ampliare l’offerta coinvolgendo le nostre tante realtà culturali, cui rivolgiamo un appello: mandateci le vostre proposte, saranno da noi valutate e condivise su tutti i canali di comunicazione istituzionali”.

Le prime iniziative online saranno martedì 31 marzo la lettura per bambini “Amelia vuole un cane” a cura di Manola Nifosì, il contributo dell’attore Gianluigi Tosto al Dantedì 2020, il concerto di Umberto Cerini che esegue la “Toccata Dorica” di Bach.

Mercoledì 1 aprile sarà pubblicata la prima parte delle “Filastrocche per bambini” a cura di Michele Neri; la lettura tratta da “Il cavaliere del secchio” di Kafka, a cura di Lorenzo Degl'innocenti; i consigli di Federico Berti sui film da vedere, a cura degli Amici di CiviCa.

Domani è l’Ora della Terra

27 marzo 2020 – Scocca domani alle 20.30 l’Ora della Terra, la campagna del WWF che ogni anno invita cittadini e istituzioni a spegnere simbolicamente la luce. Domani, sabato 28 febbraio, le luci esterne del palazzo comunale rimarranno spente.

 “Avevamo aderito alla campagna qualche mese fa – ha detto l’Assessore all’Ambiente Irene Padovani – e crediamo sia ancora più importante oggi ribadire l’importanza della salute del pianeta. Invitiamo quindi i cittadini a spegnere simbolicamente le luci esterne, domani alle 20.30, per dare un segnale collettivo di rispetto dell’ambiente”.

“Supporto immediato e costante alla scuola per la didattica a distanza”

27 marzo 2020 – “Fin dalla prima chiusura delle scuole l’Amministrazione si è adoperata per supportare l’Istituto Comprensivo nell’organizzazione della didattica a distanza, seppur questa, lo ricordiamo, è di esclusiva competenza statale”. Il Sindaco Riccardo Prestini e l’Assessore alla Pubblica Istruzione Laura Maggi rispondono alla lettera inviata dal gruppo Sinistra per Calenzano.

“Con l’entrata in vigore già del primo Dpcm relativo alla chiusura delle scuole, gli uffici predisposti del Comune di Calenzano, si sono attivati per prestare la propria disponibilità, sia attraverso un sostegno da parte del personale tecnico informatico (CED), sia informandosi sulla necessità dell’Istituto di piattaforme telematiche particolari o altre strumentazioni informatiche, per avviare la didattica a distanza”. Si legge nella lettera.

La prima settimana è stata difficile per tutti – hanno spiegato Prestini e Maggi -, proprio per la mancanza di strumenti e connessioni adeguate. Ma ci siamo attivati da subito, sia noi che la scuola, e la continuità educativa è stata assicurata per tutti gli ordini di scuola. In questa settimana è stata completata la dotazione per le famiglie. Ci sono dieci famiglie che la scuola sta cercando di rintracciare, con il sostegno dell’Amministrazione Comunale”.

La lettera prosegue ricordando le iniziative governative in merito e l’investimento di 85 milioni di euro da destinare al potenziamento della didattica a distanza: 10 milioni per l’utilizzo di piattaforme e-learning  e per strumenti digitali utili per l’apprendimento a distanza, con particolari criteri di attenzione per le ragazze e i ragazzi con disabilità; 70 milioni per mettere a disposizione degli studenti meno abbienti, in comodato d’uso gratuito, uguali dispositivi digitali; 5 milioni per formare il personale scolastico.

“Dati i tempi ristretti e l’oggettiva situazione emergenziale – concludono Prestini e Maggi -, riteniamo che tutto quello che era possibile fare, sia da parte nostra ma anche dallo Stato competente per materia, sia stato fatto”.   

IL TESTO INTEGRALE DELLA LETTERA 

Egregio Consigliere Marco Venturini,

diamo assicurazione a Lei e a tutta la cittadinanza che questa Amministrazione, per quanto di competenza, dato che l’esercizio dell’attività didattica è di competenza dello Stato centrale, ha profuso il massimo impegno per concorrere a garantire, insieme all’istituzione scolastica, la prosecuzione dell’attività didattica per i nostri ragazzi seppure a distanza.

Con l’entrata in vigore già del primo Dpcm relativo alla chiusura delle scuole, gli uffici predisposti del Comune di Calenzano, si sono attivati per prestare la propria disponibilità, sia attraverso un sostegno da parte del personale tecnico informatico (CED), sia informandosi sulla necessità dell’Istituto di piattaforme telematiche particolari o altre strumentazioni informatiche, per avviare la didattica a distanza.

I rapporti con il Dirigente scolastico, sono stati pressoché giornalieri, al fine di raccordarsi al meglio in questo periodo di emergenza.

Non si nasconde il fatto che la prima settimana è stata molto difficile da fronteggiare, soprattutto per trovare un modo capillare per raggiungere tutti gli studenti e tutte le insegnanti.

Allo stato attuale la situazione è la seguente:

  • dal primo giorno di sospensione delle attività didattiche, alcuni docenti erano ritornati al loro domicilio, nella speranza che tutto si fosse risolto con la prima scadenza. Tuttavia a seguito della proroga della sospensione delle attività didattiche al 3/04/2020, i docenti che si erano allontanati dalla sede di Calenzano, si sono attivati per poter garantire l’attività didattica a distanza, attraverso il collegamento su piattaforme gratuite messe a disposizione della scuola e in alcuni casi anche attraverso la spedizione postale o tramite scannerizzazioni di materiale didattico cartaceo nei luoghi del proprio domicilio. Per tutti gli ordini di scuola, dall’infanzia alla secondaria di primo grado, la continuità educativa è stata assicurata. All’inizio di questo processo, ci sono state evidenti difficoltà organizzative ma ad oggi, il Dirigente scolastico ci ha assicurato che funziona.
  • Per quanto riguarda le famiglie, il Dirigente scolastico ci ha fatto presente che molti genitori e molti ragazzi non avevano mai attivato le credenziali in loro possesso per il registro elettronico; l’istituto comprensivo ha creato ex novo oltre 100 credenziali per permettere l’accesso. Dall’inizio della sospensione delle attività educative al momento in cui si scrive, i docenti di ogni classe di ogni scuola (infanzia, primaria, secondaria di primo grado) hanno creato una rete, anche grazie alla collaborazione dei rappresentanti di classe, per raggiungere ogni alunno, al fine di assicurare la continuità didattica. Notevole supporto è stato dato anche dai docenti di sostegno che si sono attivati direttamente con le famiglie interessate, sempre tramite didattica a distanza.
  • In quest’ultima settimana è stata quasi completata anche la dotazione di strumentazione informatica per le famiglie che non avevano un computer o un tablet. Questo è stato reso possibile grazie alla collaborazione dei docenti e delle famiglie che hanno permesso un monitoraggio capillare interno per raggiungere tutti gli studenti che avevano difficoltà a livello di strumentazione. L’Istituto comprensivo ha già consegnato circa 13 tablet alle famiglie bisognose e ha già previsto la consegna per altri tablet il giorno 30/03.  A tal fine, l’Amministrazione Comunale si è resa disponibile a consegnare i tablet per quelle famiglie che avessero difficoltà per il ritiro. Al momento in cui si scrive siamo in attesa di ricevere indicazioni in merito da parte del Dirigente Scolastico. Di tutte le scuole, sono rimasti fuori, al momento circa 10 famiglie; a tal fine, il Dirigente Scolastico, ci ha informato che, attraverso la rete creata, stanno al momento cercando di rintracciare tali famiglie. L’Amministrazione Comunale si è resa disponibile per supportare il Dirigente in quest’ultima fase.

Riguardo all’implementazione della strumentazione informatica, investimento sicuramente necessario non solo per l’attuale emergenza ma anche in prospettiva, ci preme ricordarle che la Ministra dell’Istruzione ha proprio, in questi giorni, firmato il decreto ministeriale per distribuire alle scuole, in attuazione del decreto legge del governo cosiddetto “Cura Italia”, 85 milioni di euro per il potenziamento della didattica a distanza. Di questi, 10 milioni potranno essere utilizzati dalle istituzioni scolastiche per favorire l’utilizzo di piattaforme e-learning  e per dotarsi immediatamente di strumenti digitali utili per l’apprendimento a distanza, con particolari criteri di attenzione per le ragazze e i ragazzi con disabilità. Altri 70 milioni saranno utilizzabili per mettere a disposizione degli studenti meno abbienti, in comodato d’uso gratuito, uguali dispositivi digitali   e i rimanenti 5 milioni serviranno a formare il personale scolastico. 

Dati i tempi ristretti e l’oggettiva situazione emergenziale, riteniamo che tutto quello che era possibile fare, sia da parte nostra ma anche dallo Stato competente per materia, sia stato fatto.      

Con i nostri migliori saluti 

Il Sindaco                                                                                                                            L’Assessore all’Istruzione

Riccardo Prestini                                                                                                               Laura Maggi

 

 

Decesso di un paziente positivo al virus. Il cordoglio del Sindaco

27 marzo 2020 – E’ avvenuto ieri il decesso di un cittadino calenzanese risultato positivo al Covid-19. Si tratta di un uomo di 60 anni, già ricoverato da oltre un mese in ospedale per altri gravi patologie. Il Sindaco e tutta l’Amministrazione esprimono il loro cordoglio e la vicinanza alla famiglia.

“Le autorità sanitarie non ci hanno ancora specificato se la morte è da attribuire al Covid-19 – ha spiegato il Sindaco Riccardo Prestini – dato che l’uomo era da tempo ricoverato per altre gravi patologie. Al di là delle statistiche, comunque importanti per studiare l’espansione e la letalità del virus, rimane il dolore per la perdita della vita di un nostro cittadino, alla cui famiglia esprimiamo le nostre più vive condoglianze. Così come esprimiamo la nostra vicinanza a tutti coloro che non possono stare vicino ai propri cari in ospedale e in generale a chi in questi giorni si trova a vivere un lutto senza poter celebrare il funerale”.

I casi di cittadini positivi al Covid-19 a Calenzano sono in totale 18, compresa la persona deceduta ieri, con un trend che al momento si mantiene costante. La maggior parte di loro si trovano in isolamento nelle proprie abitazioni, dove ricevono le cure necessarie. Gli altri sono ricoverati in ospedale.

Rimane stabile il dato complessivo sulle morti,  rispetto allo stesso periodo degli anni scorsi, segno che al momento l’emergenza Covid-19 non ha determinato aumento della mortalità a Calenzano.

Ci auguriamo che venga confermato il rallentamento registrato negli ultimi giorni a livello regionale – ha dichiarato il Sindaco Riccardo Prestini – e che i contagi vengano diluiti il più possibile nel tempo. Questo darà modo alle strutture sanitarie di rispondere adeguatamente e alla ricerca di approfondire le sperimentazioni in atto, sia per la cura che per il vaccino. Ora più che mai è importante rispettare le regole e rimanere in casa il più possibile. Lo sforzo di tutti sta dando i primi risultati. Solo con l’impegno di tutti sarà possibile renderli stabili e contenere la diffusione del virus”.

Si ricorda che con il nuovo decreto del 25 marzo sono cambiate le sanzioni previste per chi non rispetta le regole. Chi viola le norme sulle uscite, raggruppamenti di persone e spostamenti all'interno o fuori dal Comune rischia una sanzione amministrativa da 400 a 3.000 euro; se la violazione avviene utilizzando un veicolo, la sanzione sarà aumentata fino ad 1/3; le attività commerciali che non rispettano l'obbligo di chiusura avranno una sanzione amministrativa da 400 a 3.000 euro e la chiusura temporanea dell'attività da 5 a 30 giorni. Le pene più severe sono per chi è risultato positivo al virus e viola la quarantena: rischia la denuncia penale, con arresto da 3 a 18 mesi e un’ammenda da 500 a 5.000 euro. Tali sanzioni valgono anche per i verbali elevati precedentemente.

Slittano i pagamenti dei tributi comunali

26 marzo 2020 – Il pagamento dei tributi comunali, previsto per marzo e aprile, è rinviato al 30 giugno. Lo ha deciso la Giunta Municipale con una delibera approvata lo scorso martedì.

Siamo consapevoli che il provvedimento adottato non è tale da risolvere i problemi economici dei lavoratori, delle imprese del manifatturiero e dei servizi della nostra città – ha dichiarato l'Assessore ai Tributi Damiano Felli -, ma è un atto immediato che il Comune vuole fare per dare un po' di respiro, un segnale concreto di vicinanza, in attesa che si definiscano misure comuni tra tutte le istituzioni, locali, centrali e comunitarie”.

In particolare sono stati dilazionati i seguenti pagamenti:

  • Imposta di pubblicità: prevista per il 31 marzo, è spostata al 30 giugno;

  • Tassa di occupazione suolo pubblico: prevista per il 30 aprile, è spostata al 30 giugno;

  • TARI: la prima rata delle utenze domestiche, in scadenza il 30 aprile, è spostata al 30 giugno; la prima rata delle utenze non domestiche, in scadenza il 30 aprile, viene dilazionata in tre rate scadenti rispettivamente il 30 giugno, 31 luglio e 30 settembre;

  • Imposta di soggiorno: per quella già riscossa dagli operatori, il versamento e la dichiarazione slittano al 30 giugno.

Per chi aveva già concordato la rateizzazione dei debiti nei confronti del Comune di Calenzano, è stata prevista la possibilità di sospendere le rate scadenti a fine marzo e maggio, che potranno essere saldate entro il 30 giugno, con conseguente allungamento della durata del piano.

Resta ferma la possibilità per i contribuenti di versare volontariamente i tributi alle scadenze previste prima dell’emergenza sanitaria, anche se sono oggetto di differimento o sospensione.

Auspichiamo che il Parlamento e il Governo valutino al più presto le richieste e proposte degli enti locali – ha continuato Felli -, in quanto anche i Comuni sono ormai un 'settore in crisi' al pari degli altri, per le nuove spese che ci troviamo a sostenere e, ancor più, per la forte riduzione delle entrate. Per affrontare questo momento di emergenza economica, oltre che sanitaria, c'è bisogno della concertazione con le categorie economiche e sindacali, allo scopo di individuare in maniera condivisa le misure più adeguate per supportare e rilanciare il sistema economico e produttivo e c'è bisogno della collaborazione di tutte le istituzioni, in primo luogo il Governo e l'Unione Europea”.

Ai provvedimenti decisi dal Comune si aggiungono quelli previsti dal decreto legge n. 18/2020, “Cura Italia”, con la sospensione di tutti i provvedimenti amministrativi. In particolare:

  • la sospensione dei termini di versamento di tutte le entrate tributarie e non tributarie derivanti da ingiunzioni fiscali e avvisi di accertamento, in scadenza nel periodo compreso tra l’8 marzo e il 31 maggio 2020, che dovranno essere effettuati entro il 30 giugno 2020;

  • la sospensione dal 09/03/20 al 15/04/20 di tutti i termini (compreso quello di impugnazione e le udienze) relativi al contenzioso civile e tributario;

  • la notifica di raccomandate, atti giudiziari e verbali della Polizia Municipale, senza consegna diretta, dal 17/03/20 al 30/06/20 avverrà con l'inserimento nella cassetta delle lettere senza raccogliere la firma del consegnatario, previo accertamento della presenza del destinatario o di persona abilitata al ritiro;

  • i termini delle sanzioni amministrative, sia per i pagamenti sia per la presentazione dei ricorsi, per il momento sono sospesi in tutto il territorio nazionale dal 10 marzo 2020 fino al 3 aprile 2020, salvo ulteriori proroghe. Quindi, se il termine è iniziato a decorrere tra il 10 marzo e il 3 aprile, l’inizio della decorrenza va inteso prorogato al 3 aprile 2020 e da tale data decorrerà per intero il termine per effettuare il pagamento in misura ridotta o per proporre il ricorso; se, invece, il termine scadeva tra il 10 marzo e il 3 aprile 2020, la scadenza si intende prorogata al 3 aprile. Infine, se il termine è iniziato a decorre prima del 10 marzo 2020, questo si sospende in tale data e inizia nuovamente a decorrere per il periodo residuale dal 3 aprile 2020;

  • le sanzioni per violazioni del codice della strada, dal 17 marzo al 31 maggio, potranno essere pagate nella misura ridotta del 30% non più entro 5 giorni ma entro 30 giorni dalla notifica o dalla contestazione del verbale, anche se diversamente indicato sul verbale stesso.

Sportello psicologico on-line

25 marzo 2020 – Lo sportello psicologico, già aperto dall’Associazione Sale in Zucca, in collaborazione con il Comune, la scuola, la Società della Salute e la scuola di specializzazione in psicoterapia psicoanalitica, rimane attivo in modalità agile. E quindi non di persona ma per telefono o altri mezzi a distanza. Il servizio è gratuito.

“In questo periodo di emergenza e isolamento sociale – ha detto l’Assessore alle Politiche Sociali Stefano Pelagatti - è ancora più importante il sostegno psicologico. Ben venga quindi che questo servizio non si fermi e che la cittadinanza, proprio in questo momento, possa continuare comunque ad usufruirne”.

Lo sportello, rivolto a tutti i cittadini che ne hanno necessità, intende fornire un servizio di ascolto e di valutazione delle cause di tutti quei disagi, che si possono manifestare a livello individuale o familiare, nei figli e nei genitori, nei contesti di vita quotidiana e quelli derivati dall’isolamento sociale, dal lutto, dalla paura.

Il colloquio permette, nel rispetto della privacy e del segreto professionale, di analizzare e leggere l’esperienza di disagio, al fine di individuare azioni future personali per prevenire e fronteggiare tali situazioni.

Per attivare lo sportello psicologico a distanza, basta inviare un’email a  sportello@saleinzuccaonlus.com, con i propri dati. Sarete ricontattati dal Dottor Lorenzo Gambacorta, psicologo specializzando in Psicoterapia Psicoanalitica, per fissare un colloquio che potrà svolgersi per via telematica: skype, internet, videochiamata, telefono.

Lo sportello è attivo su prenotazione il venerdì dalle ore 17 alle 19.30. Tutor del Progetto è la Dott.ssa Cristina Pratesi, Psicologa-Psicoterapeuta, già Responsabile SOS SMIA 6/7 ASL 10 Firenze, zona Nord Ovest e Direttore della Scuola di Specializzazione in Psicoterapia Psicoanalitica AFPP.

[1]


HTML 5
CSS 3