Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Comunicati Stampa

Spugnoli, 150.000 dalla Regione per la sistemazione della strada

​27 aprile 2021 – La strada per la località Spugnoli, soggetta in questi anni ad un progressivo cedimento, sarà sistemata in maniera definitiva grazie ad un finanziamento regionale di 150mila euro, ottenuto dal Comune nell'ambito di un progetto sulla difesa del suolo.

Per evitare l'isolamento delle abitazioni di Spugnoli durante i lavori e in caso di emergenza, è già stata riqualificata una strada bianca che potrà essere usata come viabilità alternativa. Nei prossimi giorni sarà svolto un primo intervento di messa in sicurezza della strada asfaltata, questa estate invece inizieranno i lavori veri e propri, ossia il rifacimento del muro di contenimento della strada, che verrà leggermente allargata e poi riasfaltata.

Nel 2018 la strada era stata interessata da una frana in un altro punto, a causa della quale fu distrutta anche la grotta con il monumento dedicato a Don Bortolotti, il parroco di Querceto ucciso in quel posto dall'esercito nazista in ritirata.

"Grazie ai fondi per la difesa del suolo da parte della Regione Toscana sulla progettazione comunale, potremo realizzare l'intervento di consolidamento necessario ad evitare l'isolamento delle numerose famiglie dell'abitato di Spugnoli - dichiara il vicesindaco e assessore ai lavori pubblici Alberto Giusti - Il nostro impegno nella ricerca di finanziamenti per la messa in sicurezza del territorio rurale e collinare va avanti, perchè questi luoghi necessitano di percorsi fruibili e sicuri per evitare l'abbandono e rimanere vivi."

L’Assessore Monia Monni: “La Regione è fortemente impegnata per la messa in sicurezza dei nostri territori sotto l’aspetto del rischio idrogeologico. Tramite il nostro Documento Operativo di Difesa del Suolo abbiamo finanziato opere per 22,5 milioni di euro per il triennio 2021-2023, tra cui questo importante intervento a Calenzano che permetterà di evitare l’isolamento delle famiglie che vivono in questa porzione delle colline calenzanesi.”

Teatro Manzoni, i progetti per l’estate e la scuola intitolata a Foà

23 aprile 2021 – Ancora non si sa quando sarà possibile riaprire i sipari, ma l’associazione Macchina del Suono, nuovo gestore del Teatro Manzoni, è pronta: spettacoli all’aperto, scuola di teatro e appuntamenti nei circoli.

Diamo il benvenuto ai nuovi gestori del Manzoni – ha commentato l’assessore alla cultura Irene Padovani -, con i quali auspico una grande collaborazione, affinché il teatro comunale rimanga un punto di riferimento per la comunità di Calenzano e non solo. Condivido l’idea di teatro aperto alla città, che possa sempre più fare rete con le tante realtà culturali del territorio, che coinvolga i circoli, le associazioni, i nostri parchi, che si apra alla comunità e vada incontro agli spettatori. Questo è ancora più importante in questo momento di incertezza e di grande cambiamento. Noi siamo pronti a ripartire. E non vediamo l’ora”.

Al momento si sta lavorando alla stagione estiva, con una partecipazione nel programma di Calenzano Estate, spettacoli nelle aree aperte dei circoli e un festival nel parco di Travalle. Confermata l’esperienza della scuola di teatro, che sarà intitolata ad Arnoldo Foà, già nei prossimi mesi ci saranno i primi workshop e laboratori.

Vogliamo che il Teatro Manzoni diventi il fulcro della cultura del territorio – hanno commentato Fabrizio Checcacci, Lorenzo Degli Innocenti e Roberto Andrioli dell’associazione Macchina del Suono -, un punto di riferimento per tutte quelle realtà che cercano un luogo, uno spazio d’espressione. Il Teatro Manzoni è vostro, del pubblico e di tutte quelle attività sociali e ricreative di cui una comunità ha bisogno”.

Scarica il comunicato della Macchina del Suono.

Nuovo menù per le scuole, presentazione online

23 aprile 2021 – Un’assemblea online per presentare il nuovo menù per la refezione scolastica. È promossa dal Comune di Calenzano per martedì 27 aprile alle 17 sui canali FB e Youtube “Calenzano Post”.

Visto che non è consentito recarsi a mensa per gli assaggi – ha commentato l’assessore alla pubblica istruzione Laura Maggi -, ci sembrava opportuno confrontarci con i genitori per illustrare il menù in modo più approfondito e rispondere alle loro domande, nella speranza e con l’impegno che la presenza possa ritornare velocemente”.

L’assemblea online sarà introdotta dall’assessore Laura Maggi, dal direttore generale di Qualità & Servizi Antonio Ciappi e dalla presidente del consiglio di istituto Barbara Zoppi. Seguiranno gli interventi dei referenti del gestore Qualità & Servizi: Francesco Dini, direttore operativo; Eleonora Tancredi, responsabile del servizio “qualità, ambiente e igiene”; Veronica Matteini, responsabile del servizio dietetico.

Successivamente saranno date le risposte alle domande inserite nei commenti dei due social. Sarà presente l’Istituto Comprensivo di Calenzano.

Incontri nelle fattorie per il biodistretto

22 aprile 2021 – Un ciclo di incontri nelle fattorie, per illustrare le opportunità che si aprono per il mondo agricolo che sceglie di far parte di un biodistretto. Sono organizzati dal Comune da fine aprile a fine giugno.

"Il percorso per la creazione di un distretto agricolo biologico a Calenzano va avanti – ha commentato l’assessore all’ambiente Irene Padovani -. Dopo la prima fase di partecipazione, che ha coinvolto le aziende agricole, le associazioni di categoria, gli operatori del turismo e le realtà associative che si occupano di ambiente e turismo, avremmo voluto organizzare dei tavoli tematici per entrare nel merito delle questioni emerse, ma purtroppo le restrizioni anticontagio non ce lo consentono”.

Sono stati quindi organizzati una serie di incontri nelle aziende agricole, dove parteciperà un numero minore di persone e sarà possibile organizzarli all’aperto. Questi incontri tratteranno sia del tema del biodistretto, sia di tutte le altre questioni legate ad un’agricoltura che rispetti la biodiversità.

Agli incontri parteciperanno, oltre agli Amministratori, i ricercatori dell’Università di Firenze che stanno seguendo il progetto, il CNR che sta portando avanti il monitoraggio degli olivi per individuare le specie che meglio si adattano al cambiamento climatico, i referenti del progetto di apicoltura urbana, agronomi e altri soggetti che già hanno sperimentato il biodistretto sul proprio territorio.

Liberazione, cerimonia ristretta

21 aprile 2021 – Saranno ancora in forma ristretta le cerimonie per l’anniversario della Liberazione il prossimo 25 aprile. Il Sindaco, con l’Anpi e una stretta delegazione di amministratori, deporrà corone e mazzi di fiori ai cippi sul territorio, ai monumenti alla Resistenza e infine al cippo a Valibona.

"Purtroppo neanche quest’anno possiamo organizzare la consueta festa a Valibona – ha detto il Sindaco Riccardo Prestini -. Domenica prossima infatti, considerata la persistente emergenza sanitaria per il Coranavirus non sarà possibile promuovere lo svolgimento di cortei e celebrazioni che prevedano la partecipazione di tanti cittadini. Dobbiamo usare la massima cautela e non saranno consentiti assembramenti di persone. Il giorno della Liberazione è una festa per tutta l’Italia democratica e anche quest’anno dovremo ricordarlo in forma quasi privata. Per questo vi invitiamo ad aderire all’appello dell’Anpi per deporre un fiore nel luogo che ognuno di voi riterrà un simbolo della Resistenza sul nostro territorio”.

Calenzano ha risposto all’appello lanciato dall’Anpi “Strade di Liberazione”, con il quale, il 25 aprile dalle ore 16, si invita la cittadinanza a deporre un fiore sotto le targhe di vie e piazze dedicate ad antifascisti e partigiani, oltre che ai cippi e ai monumenti presenti sul nostro territorio.

Pacchetto scuola, bando online dal 3 maggio

21 aprile 2021 – Sarà online dal 3 maggio il bando per il “pacchetto scuola” per il prossimo anno scolastico.

Con il pacchetto scuola – ha dichiarato l’assessore alla pubblica istruzione Laura Maggi – diamo una risposta concreta a tutte quelle famiglie che hanno difficoltà a sostenere le spese scolastiche, per i libri di testo, il materiale didattico e i servizi, sulla base delle risorse assegnate dalla Regione Toscana”.

Potranno fare richiesta le famiglie, residenti a Calenzano, con studenti nelle scuole secondarie di primo e secondo grado, di età non superiore a 20 anni, con un’attestazione ISEE non superiore a 15.748,78 euro.

Si potrà fare domanda, dal 3 al 31 maggio, esclusivamente in modalità telematica accedendo ai servizi online dal sito del Comune.

Nel caso in cui l’apposito stanziamento regionale non sia sufficiente a coprire tutte le richieste, il contributo sarà erogato ai soggetti in graduatoria, in ordine di Isee crescente, in misura percentuale minima non inferiore al 60% del contributo massimo assegnabile, fino ad esaurimento delle risorse.

Scomparsa di Leonardo Masotti, il cordoglio del Sindaco

16 aprile 2021 – “Esprimo a nome mio e dell’Amministrazione comunale, il più sincero cordoglio per la scomparsa del Prof. Masotti, un uomo che con le sue idee, la sua professionalità e curiosità scientifica ha dato un grande impulso allo sviluppo tecnologico di tutto il nostro Paese, realizzando concretamente realtà produttive avanzate e di successo, sempre mantenendo al centro della propria attività le persone, creando anche sul nostro territorio posti di lavoro di qualità”.

Il Sindaco Riccardo Prestini invia così le proprie condoglianze alla famiglia e al personale della El.En per la scomparsa di Leonardo Masotti, già Professore di Ingegneria elettronica presso l'Università degli Studi di Firenze e fondatore di El. En, importante azienda del settore laser che ha la sua sede principale a Calenzano.

Credo che con la scomparsa del Prof. Masotti la nostra comunità, così come tutto il mondo dell’imprenditoria, perda un grande innovatore – ha commentato il Sindaco -, un capitano d'industria che con il suo amore per la ricerca ha creato opportunità di sviluppo per la propria azienda, ha trovato soluzioni innovative nel campo della medicina, dell’industria e della conservazione del patrimonio artistico; ma lo voglio ricordare anche come persona di elevate qualità umane e culturali che gli hanno consentito nella sua attività professionale di avere sempre grande attenzione verso il proprio personale dipendente, valorizzandolo e facendone parte attiva ed integrante del successo riscontrato dall’impresa da lui cofondata. Così come certamente queste sue qualità umane, etiche e professionali sono diventate patrimonio comune di tutti i suoi più stretti collaboratori, a partire dal figlio Giovanni, assicurando anche per il futuro, seppure privo della figura del Porf. Masotti, ulteriori significativi traguardi e successi per l’El.En.”

I boschi urbani saranno finanziati dalla Regione

15 aprile 2021 – Il Comune di Calenzano è rientrato tra i 20 progetti sui boschi urbani che sono stati ammessi al finanziamento, nell'ambito del bando della Regione "Toscana Carbon Neutral".

Il progetto prevede la piantumazione di nuovi alberi per creare dei "boschi urbani" in tre aree verdi: nei giardini di via del Castagno/via Pertini, nel parco della Fogliaia vicino al centro commerciale, e nell'area verde di via dei Tessitori/via Poliziano, a ridosso dell'autostrada, per un investimento complessivo di 250mila euro.

Il progetto di Calenzano si è piazzato al 12° posto in graduatoria, su 54 comuni partecipanti, e riceverà un contributo di 136mila euro.

"Grazie a questa ottima iniziativa della Regione Toscana – hanno commentato il Vicesindaco Alberto Giusti e l'assessore all'ambiente Irene Padovani - Calenzano avrà 350 nuovi alberi, piantati in posizioni strategiche per migliorare la qualità dell'aria e mitigare le temperature estive. Questo risultato premia la capacità di progettazione del nostro Comune, che ci ha consentito di rientrare nel primo lotto di finanziamento. Ringraziamo gli uffici comunali per il grande lavoro svolto. Con Toscana Carbon Neutral e iniziative come Piantiamolo e AzzeroCO2, oltre che con i tanti altri progetti che portiamo avanti per la tutela ambientale, la riduzione della CO2 e il miglioramento della qualità dell'aria, in pochi anni possiamo mettere i semi di una Calenzano sempre più verde".

Le tre aree sono state individuate in base alla loro capacità di abbattere le emissioni, dato che si trovano lungo le principali viabilità del capoluogo e vicine ad alcune aree industriali. Gli interventi prevedono la creazione di aree alberate, complemento alla viabilità ciclabile e filtro nei confronti della viabilità.

Lotto difettoso delle mascherine ffp3

14 aprile 2021 – La protezione civile della Città Metropolitana ha comunicato che le mascherine ffp3, consegnate anche a Calenzano sabato scorso, rientrano nel lotto difettoso e non garantiscono quindi la capacità filtrante certificata per quel tipo di dispositivo.

Le mascherine ffp3 rimanenti non verranno distribuite. Chi le ha ricevute può comunque utilizzarle come mascherine di comunità, ossia quelle riutilizzabili non certificate industrialmente.

Le mascherine chirurgiche distribuite sabato scorso non rientrano nei lotti difettosi.

Prenotazione vaccini, si incrementa il servizio

13 aprile 2021 – Dopo una settimana si incrementa il servizio di informazione e supporto per la prenotazione online del vaccino anti-covid19. Oltre all’associazione comunale anziani e alla pubblica assistenza di Calenzano, anche il centro di ascolto di Calenzano mette a disposizione i propri volontari.

Si ricorda che il servizio:

  • è riservato ai residenti a Calenzano

  • riguarda i cittadini nati fra il 1941 e il 1951 e i cittadini fragili e che non abbiano compiuto 80 anni

  • è rivolto a chi non è in grado di provvedere in proprio, tramite il portale della Regione https://prenotavaccino.sanita.toscana.it e non ha nessun parente o conoscente cui rivolgersi per la prenotazione

Al momento è possibile solo raccogliere i dati dei cittadini (generalità, codice fiscale, numero di cellulare e indirizzo email, se ne sono in possesso). Quando il portale della Regione per le prenotazioni verrà riaperto, saranno le associazioni a contattare i cittadini per guidarli nella prenotazione.

Il servizio si attiva contattando telefonicamente le tre associazioni nei seguenti orari:

Associazione Anziani tel. 0558877004 il martedi e il mercoledi dalle 15 alle 18

Pubblica Assistenza tel. 3519964502 il lunedi e il giovedi dalle 9 alle 12

Centro di ascolto di Calenzano tel. 3713835933 il giovedì e il venerdì dalle 15 alle 17


Nella prima settimana sono state ricevute circa 70 telefonate, molte delle quali per avere informazioni e fare domande. Le richieste di prenotazione dei vaccini sono state in totale 16, tra fragili e nati tra il 1941 e il 1951.

Date le molte richieste di chiarimenti sulle modalità e i tempi della vaccinazione, è stata pubblicata sul sito del Comune una scheda informativa, con le domande più frequenti.

Nuove modalità per l'assegnazione degli alloggi a canone agevolato

12 aprile 2021 – La Giunta Municipale ha definito nuove modalità per la gestione delle graduatorie dell’affitto agevolato, prevedendo nuove procedure di assegnazione per coloro che sono in possesso dei requisiti richiesti : una riguarda tutto il patrimonio abitativo destinato a questo scopo e l’altra riguarda la residenza Don Brogi a Dietropoggio.

Per tutti gli alloggi a canone agevolato, è stata inserita una priorità per gli assegnatari di emergenza abitativa da almeno 6 mesi, che va ad aggiungersi alla riserva per i portatori di handicap e alla priorità già esistente per chi ha avuto disdette o sfratti da altri alloggi a canone calmierato, in seguito alla scadenza delle convenzioni.

L’altra novità riguarda invece la residenza Don Brogi, per la quale dopo 12 anni è decaduto l'obbligo del vincolo ministeriale sul progetto “Abitare il mondo” per l'assegnazione dei 12 alloggi / 30 posti a canone agevolato: l'amministrazione ha così deciso che potrà accedervi chiunque abbia i requisiti per stare nella graduatoria unica del canone agevolato, indipendentemente dalla nazionalità.

La Residenza Don Brogi fu realizzata grazie ad un progetto mirato, che recuperava il vecchio centro di accoglienza per lavoratori stranieri – spiega l’assessore al sociale Stefano Pelagatti -, e che, attraverso più linee di finanziamento, permise di incrementare notevolmente il patrimonio pubblico di Calenzano. Tale finanziamento era subordinato al fatto che, per almeno 12 anni, gli appartamenti fossero destinati a cittadini non comunitari, in virtù delle loro maggiori difficoltà nel reperire un alloggio. Ora l’obbligo del vincolo è scaduto ma non le difficoltà, per questo abbiamo pensato ad una soluzione che non prevedesse vincoli, ma che garantisse la continuità di un progetto realizzato con fondi destinati”.

La Giunta ha infatti deciso che, se in conseguenza delle assegnazioni dei prossimi anni, gli alloggi della struttura Don Brogi locati a cittadini non comunitari risultassero inferiori al 50%, i successivi alloggi di risulta, fino al raggiungimento di detta percentuale, siano assegnati ai soggetti non comunitari presenti in graduatoria, ferme restando le priorità valide per tutti gli alloggi a canone calmierato.

"Con questa decisione – ha concluso Pelagatti – diamo una risposta immediata a chi ha i requisiti seguendo l'ordine della graduatoria e prevediamo un'ulteriore priorità per coloro che si possono trovare in maggiore difficoltà. Allo stesso tempo, in attesa anche di possibili esecuzioni di lavori nell'ambito dell'edilizia sociale e comunque qualora se ne venissero a creare le condizioni, rimettiamo ad una valutazione futura l'eventuale completo superamento delle finalità con cui è nata la Don Brogi”.

Certificati online esclusi dal pagamento dei diritti di segreteria

9 aprile 2021 – Se i certificati vengono fatti online non si pagano i diritti di segreteria. L’ha definito la Giunta municipale per incentivare questo tipo di accesso ai servizi comunali.

Non è quindi più necessario pagare i diritti di segreteria per quei certificati che vengono richiesti e stampati autonomamente dall’utente, tramite i servizi dello sportello telematico.

Una ragione in più per utilizzzare il nostro sportello telematico – ha commentato l’assessore all’innovazione tecnologica Damiano Felli -. Chiedere un certificato online è facile, comodo e costa anche meno. È un ulteriore contributo che diamo per rendere i servizi comunali sempre più moderni ed efficienti”.

Sul sito del Comune, nella sezione dei certificati online, si possono trovare tutte le informazioni necessarie. Dopo essersi autenticati con SPID, è possibile scaricare e stampare i certificati anagrafici per se stessi, per componenti del nucleo familiare e per qualsiasi cittadino residente nel Comune.

Nei casi in cui le pubbliche amministrazioni chiedano al cittadino dichiarazioni sostitutive o autocertificazioni, è possibile accedere al servizio di ANPR per verificare i propri dati anagrafici e stampare autocertificazioni precompilate.

Una spiaggia fluviale lungo la Marina

09 aprile 2020 – Una spiaggia attrezzata lungo il fiume. Sorgerà nei pressi della briglia della Chiusa, da sempre frequentata dai cittadini nei mesi estivi. Online il bando per individuare il gestore.

La principale attività richiesta è l’allestimento della spiaggia urbana, mettendo a disposizione sedie, tavoli e sdraio, con servizio di sorveglianza. Sarà inoltre possibile posizionare strutture mobili per la preparazione e somministrazione di alimenti e bevande; e organizzare eventi e spettacoli.

Non sappiamo ancora cosa sarà possibile organizzare questa estate – ha commentato l’assessore alla cultura Irene Padovani -, ma sicuramente potremo approfittare della bella stagione per tornare ad un minimo di socialità all’aperto. Con la prima spiaggia urbana di Calenzano diamo una possibilità in più, in un luogo suggestivo, da sempre frequentato dai nostri cittadini. Valorizziamo così questo bel posto lungo il fiume, offrendo nuovi servizi con un’attenzione particolare alla sostenibilità ambientale e ai prodotti del territorio, punti specifici inseriti nel bando”.

Previsti punteggi per i progetti attenti all’ambiente e al riciclo dei rifiuti; e per la valorizzazione delle produzioni agroalimentari di eccellenza locali e regionali.

Il bando è pubblicato sul sito del Comune al link. Si può presentare domanda fino all’8 maggio. La concessione varrà per i mesi da giugno a settembre nel triennio 2021/2023.

Giornata nazionale della donazione degli organi

9 aprile 2020 – In occasione della giornata nazionale della donazione degli organi, domenica 11 aprile, il Sindaco Riccardo Prestini rivolge un appello ai cittadini: in questo momento storico è ancora più importante dare il proprio consenso.

Alta la percentuale di chi a Calenzano ha detto sì alla donazione: dall’inizio della campagna nel 2014 l’89,6% dei cittadini che hanno rinnovato la propria carta di identità ha dato il consenso.

Ci associamo alla nuova campagna promossa dal ministero della salute e dal centro nazionale trapianti – ha detto il Sindaco – per rimettere la donazione degli organi al centro dell’attenzione. La sua importanza è testimoniata dai dati diffusi dal ministero: in Italia sono 8.500 le persone in attesa di trapianto e, a causa della pandemia, è diventato più difficile prelevare gli organi e trapiantarli. Per questo è ancora più importante aumentare la platea delle possibilità”.

Calenzano è stato il primo comune in Toscana ad aderire, nel 2014, al progetto regionale “Una scelta in Comune”, introducendo la possibilità di dichiarare il proprio consenso alla donazione degli organi nella propria carta di identità. Possibilità che oggi è prevista direttamente dal format della carta elettronica e quindi utilizzata da tutti i comuni.

La nuova campagna ha lo scopo di informare sul tema, fare chiarezza e ridurre quindi ulteriormente i dinieghi, che a livello nazionale si attestano al 33,2% (contro il 10,4% di Calenzano). Spiegano dal centro nazionale trapianti: “la donazione è una scelta naturale, che non costa nulla dato che avviene dopo la morte, e che può salvare la vita fino a sette persone bisognose di un trapianto e restituire a molte altre una migliore qualità di vita con la donazione dei tessuti".

Info su www.sceglididonare.it.

Un nuovo presidio sociale nel centro cittadino

08 aprile 2021 – Un nuovo presidio sociale nel centro di Calenzano. Sorgerà nell’ex-comando della polizia municipale, dove avranno la loro sede due importanti associazioni che operano in questo ambito e che collaborano con il Comune: ASA e gruppo Don Lorenzo Milani.

Nei prossimi giorni saranno firmati i contratti di comodato. Poi saranno svolti alcuni lavori per adeguare i locali alle esigenze delle due associazioni.

Sia ASA che il gruppo Don Lorenzo Milani svolgono servizi molto importanti per i nostri soggetti più fragili – ha detto il Sindaco Riccardo Prestini –, che soprattutto in questo momento soffrono più di altri gli effetti sociali della pandemia. È quindi per noi ancora più significativo dar loro la possibilità di avere una sede adeguata nel centro cittadino, dove potranno sviluppare nuove progettualità”.

L'associazione sindromi autistiche (ASA) collabora da anni con il Comune con progetti per sostenere le famiglie e favorire l'autonomia dei soggetti con disturbi dello spettro autistico. Le famiglie ASA hanno commentato così la notizia: "Il comune di Calenzano è voluto andare incontro a chi ha poca voce e si fa, ancora, promotore di una società in cui la neurodiversità troverà sempre meno barriere che la isolano. Alla giunta calenzanese va tutta la nostra gratitudine".

"Da anni collaboriamo con ASA – ha commentato l'assessore al sociale Stefano Pelagatti - alla realizzazione di progetti dedicati a persone con disturbi dello spettro autistico. Fra gli ultimi "Autism Friendly" rivolto ad alcuni esercizi commerciali oppure "Laboratorio Inclusione" che ha coinvolto scuola, biblioteca e volontariato. Da un po' di tempo era in atto un confronto per individuare uno spazio dove poter promuovere progetti stabili, che potranno prevedere attività abilitative o riabilitative personalizzate volte all'apprendimento o potenziamento di autonomie quotidiane".

L’associazione gruppo Don Lorenzo Milani si occupa, tra le altre cose, del recupero scolastico e sociale di soggetti svantaggiati e del recupero delle famiglie con problemi legati al consumo di alcol. “Ringraziamo l’amministrazione comunale per la sensibilità e l’impegno dimostrati verso l’operato della nostra associazione riconoscendone l’alto valore sociale e culturale” ha commentato il Presidente Antonio Deiana.

L’associazione gruppo Don Lorenzo Milani garantisce un importante sostegno ai nostri bambini e ragazzi in età scolare – ha commentato l’assessore alla scuola Laura Maggi -, accompagnando nello studio extrascolastico chi ha anche difficoltà legate alla propria condizione familiare, su segnalazione del servizio sociale. Ora avranno una sede adeguata, nella quale poter organizzare tutte le loro attività e implementarle”.

Distribuzione mascherine per tutelare i più anziani

07 aprile 2021 – Una nuova fornitura di mascherine per i cittadini. È stata consegnata al Comune dalla Regione e sabato 10 aprile sarà distribuita ai nuclei familiari con almeno una persona con più di 65 anni.

La fornitura di mascherine chirurgiche e ffp2 è stata in numero ridotto rispetto alle precedenti, si è quindi deciso di destinarle a chi ha più di 65 anni e i loro familiari, andando così a proteggere tutto il nucleo in cui si trova la persona che rientra nella fascia di età a maggior rischio.

Ne saranno distribuite 10 per ogni componente del nucleo familiare. Ad esempio, un nucleo di 3 persone con almeno un over65, riceverà 30 mascherine. Si raccomanda di portare con sé borse o buste per poterle portare via agevolmente.

Sarà possibile ritirare le mascherine il giorno sabato 10 aprile presso vari punti di distribuzione sul territorio, suddivisi in base alle sezioni elettorali. È necessario portare con sé il documento della persona con più di 65 anni.

Sezione 1 e 5 - Casa del Popolo di Calenzano orario 8-13
Sezione 2 - Circolo Arci Il Molino orario 15-19
Sezione 3 - Circolo Mcl La Concordia orario 15-19
Sezione 4 - Misericordia di Calenzano orario 8-12
Sezione 6 e 7: Circolo Old River orario 15-19
Sezione 8 e 9: Circolo Arci Fogliaia/Pubblica Assistenza orario 15-19
Sezione 10 e 12: Circolo Arci La Vedetta Settimello, orario 15-19
Sezione 11: Circolo MCL Settimello, orario 15-19
Sezione 13 e 14: Misericordia di Carraia, orario 15-19
Sezione 15: Circolo Incontriamoci a Legri/Misericordia di Legri, orario 15-19
Sezione 16: Circolo Arci Le Croci, orario 15-19

Se non ricordi la tua sezione puoi consultare lo stradario elettorale a questo link.

L'Amministrazione ringrazia la Vab e tutti i circoli e associazioni del territorio che con i loro volontari si sono resi disponibili per la realizzazione dell'iniziativa.

Prenotazione vaccini, inizia oggi il servizio delle associazioni

07 aprile 2021 – Inizia oggi il servizio di informazione e supporto per la prenotazione online del vaccino anti-covid19, promosso dall’associazione comunale anziani e della pubblica assistenza di Calenzano e sostenuto dall’Amministrazione.

Il nuovo servizio, riservato ai residenti a Calenzano, riguarda i cittadini nati fra il 1941 e il 1951 e i cittadini fragili e che non abbiano compiuto 80 anni.

A partire da oggi pomeriggio si potranno contattare le due associazioni, per lasciare i propri dati (generalità, codice fiscale, numero di cellulare e indirizzo email, se ne sono in possesso). Quando il portale della Regione verrà riaperto saranno le associazioni a contattare i cittadini per guidarli nella prenotazione.

Il servizio si attiva contattando telefonicamente le due associazioni nei seguenti orari:

Associazione Anziani tel. 0558877004 il martedi e il mercoledi dalle 15 alle 18

Pubblica Assistenza tel. 3519964502 il lunedi e il giovedi dalle 9 alle 12

Per la giornata di oggi, nel caso non fosse possibile raggiungere telefonicamente l’associazione anziani, è possibile chiamare anche il numero della pubblica assistenza.

Legge antifascista, oltre 500 firme a Calenzano

2 aprile 2021 – Oltre 500 firme raccolte a Calenzano per la legge popolare con la quale si vuole istituire il reato di propaganda del regime fascista e nazifascista. Ad annunciarlo è il Sindaco Riccardo Prestini, che ha sostenuto e promosso l’iniziativa partita dal suo omonimo di Stazzema, Maurizio Verona.

In totale le firme raccolte a Calenzano, ai banchini organizzati dal Comune e allo sportello del cittadino, sono state 532. Il Sindaco Prestini è stato presente personalmente ai sette appuntamenti organizzati nel centro cittadino e in tutte le frazioni.

Il sostegno alla campagna per questa legge di iniziativa popolare è iniziato in un giorno simbolico – ha commentato Prestini -, il 27 gennaio, Giorno della Memoria, quando abbiamo ospitato in un incontro online il Sindaco di Stazzema Maurizio Verona. Da quella discussione è emersa la necessità di promuovere ulteriormente la raccolta firme, che infatti ha raggiunto importanti risultati. Sicuramente sono state superate le 50mila firme necessarie e, in attesa dei risultati ufficiali, si ipotizza che siano state triplicate. È un segnale importante per la libertà e la democrazia nel nostro Paese. Ringrazio tutti i cittadini che sono venuti a firmare”.

La legge di iniziativa popolare vuole istituire la pena detentiva per chi fa propaganda di contenuti propri del partito fascista o del partito nazionalsocialista, tra cui anche l’esposizione di emblemi o simboli riconducibili a questi partiti durante eventi pubblici.

300mila euro dalla Metrocittà per la ciclabile in via Giusti

1 aprile 2021 – Un finanziamento di 300mila euro per incrementare le piste ciclabili sul territorio. Lo ha ottenuto il Comune di Calenzano dalla Città Metropolitana, nell’ambito di un piano di intervento sulle ciclovie urbane.

I fondi saranno utilizzati per il completamento della pista di via Giusti, che dalla rotatoria con via Pertini arriverà fino a piazza Vittorio Veneto. Il progetto di fattibilità prevede che la pista sia realizzata in via Giusti, sulla corsia alberata, dove avverrà anche la sostituzione dei pini.

Si completa così il collegamento della frazione di Settimello alle funzioni del centro, in particolare il Municipio, l’Asl, la Polizia Municipale, i Carabinieri; così come il tratto in corso di realizzazione in via Don Milani-via Roma collega queste funzioni alla rete proveniente da Pratignone e dalla zona commerciale.

Il finanziamento servirà anche alla riqualificazione dei tracciati che collegano la fermata ferroviaria di Pratignone al centro cittadino, nei punti che oggi appaiono più deteriorati.

Aggiudicati i lavori per il ponte del Molino

31 marzo 2021 – Aggiudicata questa mattina la gara per la ricostuzione del ponte del Molino, chiuso al traffico lo scorso anno perché risultato instabile, in seguito ai controlli svolti dal Comune su tutti i propri ponti e passerelle. Il cantiere aprirà a maggio.

L’aggiudicazione provvisoria è andata ad un raggruppamento di imprese, che ha avuto il punteggio tecnico più alto, per le migliorie proposte per la demolizioine e ricostruzione del ponte e per la riduzione dei tempi di lavoro, oltre a un ribasso della base d’asta del 10,27%. Si provvederà ora con l’aggiudicazione definitiva e poi, trascorsi i tempi di legge, con la firma del contratto e la consegna dei lavori, che dovrebbe avvenire tra poco più di un mese.

“Sappiamo che la chiusura del ponte ha creato e sta creando dei disagi - ha detto il Vicesindaco Alberto Giusti – ma vista l’usura del cemento era assolutamente necessaria per garantire l’incolumità dei cittadini. L’Amministrazione si è attivata fin da subito per ridurre al minimo tempi e difficoltà, nonostante i problemi creati dalla pandemia in corso. Abbiamo previsto una viabilità alternativa e posizionato una passerella pedonale. Ora siamo in dirittura d’arrivo per la costruzione di un nuovo ponte, sicuro e dotato di pista ciclopedonale”.

Il progetto prevede il rifacimento completo dell’attraversamento fluviale. La passerella pedonale rimarrà fino all’effettiva demolizione del vecchio ponte. Sarà mantenuta una sola corsia per le auto, a causa del poco spazio di manovra dalla parte del Molino, ma sarà affiancata da una corsia ciclopedonale, collegata alla pista di via di Pagnelle.

Rimossi rifiuti in area boschiva e sul letto del Chiosina

30 marzo 2021 – Un motorino, tubi in plastica, taniche, una sdraio e altro materiale. Sono i rifiuti rimossi nei giorni scorsi da un’area boschiva in via di Baroncoli e dal letto del torrente Chiosina. È intervenuta la VAB sulla base della convenzione con il Comune.

"Ancora una zona del nostro bel territorio aperto che torna ad essere pulita e decorosa – ha commentato l’assessore all’ambiente Irene Padovani -. Questo grazie alla collaborazione tra il Comune, il gestore del servizio, la VAB, gli ispettori ambientali, la Polizia Municipale e cittadini. È grazie all’impegno di tutti che riusciamo a intervenire tempestivamente e anche ad individuare i responsabili degli abbandoni e a sanzionarli”.

La VAB, in accordo con il servizio protezione civile ed igiene urbana del Comune e con Alia Servizi Ambientali SpA, ha rimosso i rifiuti e li ha portati in area pubblica, dove l’azienda di smaltimento interviene per portarli via. Sul motorino sono in corso indagini della Polizia Municipale, mentre sui sacchi neri trovati in via di Baroncoli stanno indagando anche gli ispettori ambientali di Alia.

L’intervento è stato eseguito in seguito alla segnalazione di un cittadino sull’APP Municipium. Da inizio anno sono già 23 gli interventi effettuati da VAB in base alla convenzione.

Voglio ringraziare i volontari dell’associazione e i cittadini per il loro occhio sempre attento e per l’amore che dimostrano per Calenzano – ha concluso Padovani -. Tante sono le segnalazioni che riceviamo su Municipium e ultimamente sono sorti anche gruppi spontanei per il controllo del territorio, che noi abbiamo incontrato, fornendo tutte le indicazioni utili per agire in piena sicurezza”.

Sciopero della logistica, la solidarietà e il sostegno del Sindaco di Calenzano

29 marzo 2021 – C’era anche il Sindaco di Calenzano al presidio organizzato questa mattina dalle sigle sindacali di settore di Cgil, Cisl e Uil, in occasione dello sciopero della logistica. Riccardo Prestini ha portato ai lavoratori la solidarietà e il sostegno dell’amministrazione locale.

"Il settore della logistica ha dato moltissimo in questo anno di pandemia – ha detto Prestini -. Il rinnovo del contratto deve essere l’occasione per valorizzare professionalità e impegno. Senza la dedizione di questo settore tanti servizi, compresi quelli sanitari, si sarebbero fermati. È deprecabile che le rappresentanze datoriali non siano disposte ad un confronto serio e costruttivo su questioni essenziali come i turni, i carichi di lavoro e la stabilità occupazionale di tutti i lavoratori, questioni che attengono alla qualità e la dignità del rapporto di lavoro”.

Il presidio di questa mattina arriva a pochi giorni dal primo sciopero di Amazon, di cui Calenzano ospita una delle sedi.

Questo tipo di attività sono presenti in maniera massiccia sul nostro territorio – ha concluso Prestini -. Costituiscono certamente un’opportunità, contribuendo a fare di Calenzano una realtà industriale appetibile, in cui si offrono tanti posti di lavoro. Questo però non significa che vada tutto bene. Le controindicazioni ci sono: non solo per le condizioni di lavoro che spesso sono caratterizzate da rapporti autonomi fittizi, ma anche per l’alto impatto che tutto il settore della logistica ha sul nostro territorio, a partire dalle nostre infrastrutture viarie e per i riflessi negativi sulla mobilità generale, con conseguenti costi per la comunità. Così come resta difficile il rapporto con aziende multinazionali che sfuggono dal confronto e dalle responsabilità sociali, non solo con le organizzazioni sindacali rappresentative dei lavoratori, ma anche con le istituzioni”.

Raccolta olii esausti anche a Legri e Le Croci

26 marzo 2021 – Due nuovi punti di raccolta per gli olii alimentari esausti di provenienza domestica. Sono stati allestiti da Alia Servizi Ambientali SpA nelle ecotappe di Legri e Le Croci, inaugurate a fine gennaio scorso.

Diventano così tre i punti di raccolta di questo tipo di rifiuto sul territorio: la Casa del Popolo di Calenzano, il centro civico di Legri e il circolo delle Croci, dove però il contenitore è stato posizionato nel vicino parcheggio.

L’amministrazione, in collaborazione con il gestore del servizio, continua a incrementare le possibilità di raccolta differenziata sul territorio – ha commentato l’assessore all’ambiente Irene Padovani -. Ringrazio i circoli per il prezioso supporto e invito i cittadini a rispettare queste postazioni, conferendo i rifiuti come da regolamento ed evitando che si trasformino in elementi di degrado, come purtroppo è avvenuto in alcune zone”.

Si ricorda che i materiali devono essere posizionati all’interno dei contenitori, tutti ad accesso libero, e non lasciati fuori. Se un elettrodomestrico non entra dallo sportello, vuol dire che non è un “piccolo elettrodomestico” e quindi deve essere smaltito in altro modo, chiamando il ritiro ingombranti o portandolo agli Ecocentri presenti sul territorio. Si ricorda che i residenti nel Comune di Calenzano possono recarsi, oltre che nell’Ecocentro di via di Pratignone, anche nelle strutture prossime di Sesto Fiorentino, Scandicci, Vaiano, etc..

Le pile e i farmaci devono essere inseriti senza imballaggio, mentre per gli olii alimentari esausti di provenienza domestica sono stati posizionati nuovi contenitori - presto verrà cambiato anche quello alla Casa del Popolo - dove si possono trovare gli appositi bidoncini da portare a casa vuoti e riportare alla postazione quando sono pieni. In questa prima fase è possibile lasciare gli olii anche in bottiglie o altri recipienti in plastica, sempre all’interno del contenitore; questa procedura è valida anche per l’ecotappa della Casa del Popolo, fino all’installazione del nuovo contenitore.

Le ecotappe presenti sul territorio sono attualmente sette: Casa del Popolo di Calenzano, Design Campus, uffici comunali, Misericordia di Carraia, circolo Arci “La Vedetta” a Settimello, centro civico di Legri e circolo Arci Le Croci.

In tutte è possibile conferire piccoli RAEE (rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche come telefonini, radioline, sveglie, etc..di dimensioni inferiori a 25 cm), pile esauste e farmaci scaduti. Alla Casa del Popolo di Calenzano, a Legri e alle Croci si possono portare anche gli olii alimentari esausti.

Si ricorda che le Ecotappe sono accessibili soltanto per le utenze domestiche durante l’orario di apertura dei locali o degli uffici. Al momento, al fine di garantire la messa in atto delle misure di contenimento del Covid-19 anche nell’espletamento di questo servizio è necessario rispettare le misure di sicurezza ed accedere al conferimento una persona per volta, indossando la propria mascherina.

Le Ecotappe rappresentano un’opportunità di conferimento sul territorio aggiuntiva all’Ecocentro di Pratignone ed all’Ecofurgone, presente una volta al mese ai mercati di Calenzano e Settimello, per coloro che devono smaltire rifiuti particolari di piccole dimensioni che non sono conferibili nel normale ciclo di raccolta.

Si ricorda anche l’Infopoint, sportello informativo di Alia Servizi Ambientali SpA, attivo ogni mercoledì presso la sede comunale, oppure ogni I° e III° venerdì del mese presso l’Ecocentro, dove è possibile ritirare kit per la raccolta, avere informazioni, etc..

Per maggiori informazioni è possibile contattare il call center, attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 19.30 e il sabato dalle 8.30 alle 14.30, con i tre numeri 800 888 333 (da rete fissa, gratuito) o 199 105 105 (da rete mobile, a pagamento, secondo i piani tariffari del proprio gestore), 0571.196 93 33 (da rete fissa e rete mobile), oppure consultare il portale www.aliaserviziambientali.it e scaricare gratuitamente la APP Junker.


AppStore: https://apps.apple.com/it/app/junker-raccolta-differenziata/id982194860
Google Play: https://play.google.com/store/apps/details?id=it.giunko.junker&hl=it
Oppure il link del sito https://junkerapp.it/scarica-junker/

Nuova scuola primaria a Settimello. Approvato il progetto di fattibilità

26 marzo 2021 – Il progetto di fattibilità della nuova scuola primaria di Settimello, redatto con la collaborazione di Indire, è stato approvato dalla Giunta. Il nuovo edificio sorgerà davanti all’attuale plesso, che verrà demolito. Prevista anche la demolizione e ricostruzione della palestra. I lavori saranno svolti senza interrompere le attività didattiche e sportive.

L’edificio di Settimello risale agli anni Settanta ed è nato per ospitare le scuole medie. C’era quindi bisogno di ristrutturarlo, per adeguarlo alle nuove esigenze didattiche e alle attuali normative energetiche e antisismiche. Dagli studi effettuati nei mesi scorsi, è risultato più efficace e funzionale realizzare un nuovo edificio. Opzione che risulta anche più economica, considerato che non si dovranno realizzare strutture temporanee in cui ospitare le classi.

I lavori infatti prevedono prima la realizzazione della nuova palestra e la successiva demolizione della vecchia, per far posto alla nuova scuola. Realizzata quest'ultima verranno trasferite le classi e il vecchio plesso verrà demolito.

Il nuovo edificio è stato progettato secondo le indicazioni di ,Indire Istituto Nazionale Documentazione Innovazione Ricerca Educativa, e sulla base della consultazione degli insegnanti. Sarà su due piani, avrà una dimensione di 3200 metri quadri e potrà ospitare, così come l’attuale, 15 classi. Oltre alle aule, la nuova scuola avrà anche spazi informali, un cortile interno e luoghi di aggregazione, in cui poter riunire più classi per attività di gruppo.

Luci spente per l’ora della terra

25 marzo 2021 – Luci spente sabato 27 marzo per l’ora della terra. Il Comune di Calenzano aderisce alla campagna promossa dal WWF.

Sabato 27 marzo le luci del palazzo comunale rimarranno spente, come previsto dalla campagna che invita cittadini e istituzioni a spegnere simbolicamente la luce.

Spengere le luci del nostro palazzo ha un forte valore simbolico - ha detto l’assessore all’ambiente Irene Padovani –, per sensibilizzare sul risparmio energetico e la tutela del pianeta. Invitiamo i cittadini a fare altrettanto, a spegnere simbolicamente le luci esterne, sabato alle 20.30, per dare un segnale collettivo di rispetto dell’ambiente”.

Gli Uffizi Diffusi nella compagnia di Calenzano Alto

24 marzo 2021 – Le opere degli Uffizi nell’oratorio della Compagnia del Santissimo Sacramento, a Calenzano Alto, concessa in comodato d’uso al Comune.

È la proposta avanzata dal Sindaco Riccardo Prestini nella lettera inviata nei giorni scorsi al direttore delle Gallerie degli Uffizi Eike Schmidt, con la quale lo invita a una visita a Calenzano Alto, per valutare l’idoneità del luogo.

Considerando la valorizzazione storico-culturale del nostro patrimonio uno strumento fondamentale dell'azione politica – ha scritto il Sindaco -, ho accolto con grande entusiasmo la notizia del progetto Uffizi Diffusi, che costituirebbe un volano di sviluppo molto importante anche per il nostro territorio”.

Oltre all’alto valore storico-artistico della Compagnia, nella lettera il Sindaco illustra anche le peculiarità del borgo medievale, unico nel suo genere nel contesto industriale e produttivo della piana tra Firenze e Prato, con il museo del figurino storico, la pieve di San Niccolò, il palazzetto del podestà, la villa-fattoria della famiglia Ginori e il gioiello liberty di villa Peragallo.

Ospitare le opere degli Uffizi costituirebbe un grande prestigio per il nostro territorio – ha commentato il Sindaco -. L’iniziativa inoltre sarebbe coerente con l’obiettivo di costruzione di un sistema integrato e diffuso, sul territorio più vasto, dell’offerta turistico-culturale a cui tutti gli enti organizzati nel sistema turistico dell’Ambito Firenze e Area Fiorentina stanno lavorando oramai da tempo. Siamo però consapevoli che, per il successo dell’iniziativa dobbiamo affrontare e superare, sempre in un’ottica di area, diversi ostacoli, fra i quali uno dei più rilevanti riguarda gli scarsi collegamenti e la difficoltà di mobilità, soprattutto con mezzi pubblici, tra il capoluogo e i territori interni dell’Ambito, fattore essenziale per consentire ed incentivare i turisti a raggiungere i vari luoghi di eccellenza in cui saranno collocate le opere”.

Il Sindaco di Calenzano: le scuole devono rimanere aperte

24 marzo 2021 – Le scuole a Calenzano rimarranno aperte, almeno fino a che le norme nazionali e regionali lo consentiranno.

Il Sindaco Riccardo Prestini annuncia che non prenderà misure più restrittive e fa un appello alle istituzioni centrali: “le lezioni in presenza sono fondamentali per gli alunni e le famiglie. Le scuole devono essere le ultime a chiudere”.

L’appello del Sindaco è sostenuto anche da una recente ricerca, portata avanti da una squadra di epidemiologi, medici, biologi e statici, i cui risultati sono stati pubblicati nei giorni scorsi dai quotidiani nazionali. I dati più interessanti sono quelli relativi al tasso di positività tra i ragazzi, inferiore all’1% rispetto ai tamponi effettuati; la mancata discesa degli indici di contagio laddove è stata decisa la chiusura totale degli istituti; la percentuale di contagio tra i ragazzi, che è inferiore del 50% rispetto agli adulti, variante inglese compresa.

I dati di questa ricerca sono confermati anche dai dati del nostro Istituto Comprensivo – ha detto il Sindaco -. Attualmente abbiamo 66 classi che svolgono lezioni in presenza e 7 in quarantena, di cui 2 rientreranno in presenza entro la fine della settimana. Nel corso dell’anno scolastico sono state prese tutte le misure di sicurezza, si è attivata la didattica a distanza quando una classe o un alunno entravano in quarantena, si sono organizzate al meglio entrate e uscite, il trasporto scolastico e la mensa. Le vaccinazioni tra gli insegnanti stanno andando avanti a ritmo spedito. Che senso ha chiudere ora?”.

Il Sindaco Prestini risponde così anche alle sollecitazioni arrivate nelle ultime settimane dai genitori e in particolare dal comitato dei genitori che ha lanciato una campagna social di sensibilizzazione, pubblicando i cartelli scritti dagli alunni “io voglio andare a scuola”.

Insieme all’assessore alla pubblica istruzione Laura Maggi – ha concluso il Sindaco – ho preso informazioni e ascoltato le istanze legittime che sono giunte da genitori e ragazzi, in un rapporto di costante collaborazione con il dirigente dell’istituto comprensivo. Mi auguro che il nostro appello venga ascoltato e che le lezioni in presenza vengano garantite anche in zona rossa, come auspicato anche dalla ministra Bonetti”.

Calenzano aderisce alla giornata sull’endometriosi

24 marzo 2021 – Il Comune di Calenzano aderisce alla giornata di sensibilizzazione sull’endometriosi, promossa dal Team Italy della WorldWide Endomarch.

Sabato 27 marzo, in occasione della giornata mondiale dedicata a questa patologia, il monumento della Liberazione, sulla rotatoria tra via Giusti e via Pertini, sarà illuminato di giallo.

L’obiettivo della campagna è informare e favorire la prevenzione rispetto a questamalattia cronica ed invalidante, che colpisce una donna su dieci. Si stima che le donne affette da endometriosi siano 3 milioni in Italia e più di 175 milioni nel mondo.

Aggiudicazione per il rifacimento del manto dello stadio Magnolfi

18 marzo 2021 – Aggiudicata questa mattina la gara per la riqualificazione dello stadio Magnolfi a La Fogliaia. L’intervento prevede il rifacimento del manto in erba sintetica e altri lavori, per un valore complessivo di oltre 300mila euro. Il via al cantiere tra aprile e maggio.

Un intervento importante per il nostro stadio – hanno commentato il vicesindaco Alberto Giusti e l’assessore allo sport Laura Maggi -, che necessitava da tempo di una riqualificazione del manto e di altri interventi, tra cui il rifacimento della recinzione esterna. Continuiamo ad investire nei nostri impianti sportivi, progettandone di nuovi e mantenendo in efficienza quelli che abbiamo e che speriamo tornino presto ad essere utilizzati a pieno ritmo”.

I lavori, che avranno una durata di circa 4 mesi, prevedono la rimozione del manto sintetico, la sistemazione del sottofondo, il rifacimento degli impianti drenanti e la posa del nuovo manto in erba sintetica. Prevista anche la realizzazione delle protezioni di sicurezza, la sostituzione della rete di recinzione e l’asfaltatura dell’accesso carrabile destinato ai mezzi di soccorso.

Lettera di benvenuto ai nuovi nati

18 marzo 2021 – Il 21 marzo, oltre al primo giorno di primavera, da quest’anno sarà anche la giornata nazionale della gentilezza ai nuovi nati, promossa dalla rete degli assessorati alla gentilezza e sostenuta dal nostro Comune, nell’ambito del Progetto Nazionale “Costruiamo Gentilezza”.

Nei prossimi giorni sarà recapitata una lettera ai cittadini calenzanesi nati nei primi due mesi del 2021, unitamente ad una pergamena di benvenuto, all’accesso gratuito di tre lezioni di acquaticità presso la piscina comunale, offerto dal gestore Esseci Nuoto, e la tessera di CiviCa.

Aderiamo con convinzione a questa campagna – ha detto l’assessore alla gentilezza Laura Maggi -. In questo momento complicato accogliere e salutare una nuova vita, che si inserisce nella nostra comunità, è sinonimo anche di fiducia e speranza per il futuro, a cui dobbiamo guardare con visione ed audacia, come ad una rinascita. Il simbolo di questa giornata è una chiave, la chiave della gentilezza della città con la quale accogliamo i nuovi nati. Avremmo voluto organizzare un evento pubblico il 21 marzo, ma le condizioni sanitarie non ce lo consentono, per cui quest’anno ci rivolgiamo ai genitori attraverso la lettera, contando di poterli invitare tutti l’anno prossimo alla festa di benvenuto”.

Sul sito del Comune sarà creata una pagina specifica, con tutte le informazioni utili per i neo-genitori e la bacheca dei nuovi nati, dove verrà annunciato mensilmente l’arrivo dei nuovi nati nel nostro Comune.

Atterra i cartelli stradali alla rotonda. Preso grazie alla telecamere

16 marzo 2021 – Perde il controllo dell’auto e finisce contro i cartelli della rotatoria. È successo il mese scorso sulla provinciale per Barberino. Il responsabile dell’incidente è stato identificato grazie al sistema di videosorveglianza.

L’auto proveniva da Calenzano in direzione di Barberino e, a causa dell’alta velocità, ha sbattuto contro lo spartitraffico della rotatoria all’ingresso di Carraia. Il guidatore si è subito allontano, senza accorgersi di aver lasciato sul posto un indizio importante: la targa.

Quando sul posto è arrivata la pattuglia della Polizia Municipale, verificando i danni provocati sulla segnaletica stradale, ha recuperato tutti i dati ed è stato contattato il proprietario del veicolo, che però ha negato la propria responsabilità.

È stato possibile provare il collegamento tra il veicolo e il sinistro grazie al controllo delle immagini delle telecamere di videosorveglianza, che hanno ripreso l’auto, senza targa e con i danni compatibili con l’incidente, nei suoi passaggi successivi nella viabilità del territorio. Il soggetto è stato quindi sanzionato e dovrà risarcire i danni alla segnaletica.

Il sistema di videosorveglianza è stato recentemente incrementato e rinnovato, con l’installazione di 20 nuove telecamere e la riqualificazione della prima dotazione (17 telecamere), dotate ora della tecnologia per la lettura della targa e le riprese notturne.

I primi alberi di Piantiamolo!

12 marzo 2021 – Settanta nuovi alberi saranno piantati entro la prossima settimana, nell’ambito del progetto “Piantiamolo! Il tuo albero per Calenzano”, cui possono aderire singoli cittadini o associazioni per donare alberi da piantare nelle aree verdi urbane. I primi nove sono stati piantati questa mattina al parco del Neto, a cura delle associazioni anziani di Calenzano, Sesto e Intercomunale.

Calenzano è tra i pochissimi Comuni, insieme a Firenze, che permettono ai cittadini di piantare nuovi alberi tramite una piattaforma informatica – ha detto il vicesindaco Alberto Giusti -. Oggi mettiamo a dimora le prime piante di questo bel progetto, che vede cittadini, associazioni e istituzioni insieme per incrementare la forestazione urbana e contribuire quindi all’abbatttimento della CO2 e alla lotta ai cambiamenti climatici. Ringrazio i tecnici comunali per il grande lavoro fatto per sviluppare il progetto, in questo anno di pandemia”.

Domani, sempre nell’ambito di “Piantiamolo!” verranno piantati 25 alberi e 25 arbusti nel parco delle Rimembranze a Legri, a cura dell’associazione Lupo Appennico Calenzano, che si occuperà anche della manutenzione delle piante, insieme alla VAB.

Questa è una bella settimana - ha commentato l’assessore all’ambiente Irene Padovani -. Iniziata con le prime piante di Mosaico Verde, il progetto in collaborazione con Estra e Azzero CO2 per nuovi boschi urbani e conclusa con i primi alberi di Piantiamolo, cui si aggiungeranno le piantumazioni di domani e della prossima settimana, oltre ai progetti di forestazione nell’ambito del bando Toscana Carbon Neutral e ai tanti programmi di sostenibilità ambientale portati avanti da questa Amministrazione. Ci sembra un buon modo di preparsi ad accogliere la primavera”.

Altre piantumazioni saranno realizzate la prossima settimana: 5 alberi in via Breddo, a cura del Lions di Sesto Fiorentino e 3 alberi donati da singoli cittadini.

Abbiamo subito apprezzato l’iniziativa del Comune per piantare nuovi alberi – ha detto la presidente dell’associazione anziani Calenzano Maria Lazzerini – e quando abbiamo visto che tra le aree disponibili c’era il parco del Neto, ci è sembrato altamente simbolico piantare qui le nostre piante: sia perché il parco del Neto è un po’ il luogo di convergenza delle associazioni anziani di Calenzano e Sesto, sia perché è un luogo molto importante per gli anziani dei due Comuni, che vogliono così lasciare un segno visibile alle nuove generazioni. Ringrazio tutti i volontari per l’impegno e l’affetto che dimostrano ogni giorno per questo parco”.

Appena le condizioni sanitarie lo consentiranno, l’associazione anziani di Calenzano, che gestisce l’apertura e chiusura del parco, organizzerà una visita guidata, che si concluderà con l’inaugurazione della nuova area alberata, contraddistinta da un cartello con il nome delle associazioni donatrici.

Compostiere agli orti sociali

11 marzo 2021 – Trentasette nuove compostiere per agli orti sociali di Dietropoggio e Carraia. I dispositivi per l'organico sono stati consegnati ieri e oggi dal personale di Alia Servizi Ambientali SpA agli assegnatari che ne avevano fatto richiesta.

I dispositivi permetteranno di riciclare gli scarti provenienti dalle coltivazioni e anche i rifiuti organici di casa, producendo compost da utilizzare negli orti stessi. Gli scarti di grosse dimensioni potranno essere trinciati, con il trituratore messo a disposizione dal Comune, e poi messi in compostiera oppure interrati.

"Con questi strumenti - hanno detto l'assessore all'ambiente Irene Padovani e l'assessore al sociale Stefano Pelagatti - andiamo a rendere i nostri orti sociali ancora più etici, favorendo il corretto smaltimento degli scarti vegetali, in un ciclo a strettissimo raggio che vede realizzarsi in pochi metri la produzione e lo smaltimento. Sono stati gli stessi assegnatari a richiedere le compostiere, a riprova della grande attenzione all'ambiente da parte dei nostri cittadini".

Alcuni assegnatari avevano già la loro compostiera, ma nelle scorse settimane il Comune, insieme ad Alia Servizi Ambientali SpA, ha fatto una ricognizione generale, chiedendo a tutti se volevano questo tipo di dispositivo, per il quale usufruiscono di una riduzione sulla TARI.

Ecobonus, tutte le informazioni in Comune

9 marzo 2021 – Uno sportello dedicato all’ecobons o superbonus, che prevede un'aliquota di detrazione del 110% per le spese sostenute. Sarà aperto negli uffici comunali, a cura di Estra.

Per avere informazioni, assistenza e risposte sugli incentivi per l'efficientamento energetico basterà recarsi allo sportello del cittadino il venerdì mattina, a partire dal 12 marzo e fino al 23 aprile.

Questi gli orari nel dettaglio:

venerdì 12/03/2021 dalle ore 9 alle ore 12

venerdì 26/03/2021 dalle ore 9 alle ore 12

venerdì 09/04/2021 dalle ore 9 alle ore 12

venerdì 23/04/2021 dalle ore 9 alle ore 12

Pietra d’inciampo per il bambino con la pagella

05 marzo 2021 – “Qui aspettando il giovane del Mali, morto annegato il 18 aprile 2015 portando una pagella sul cuore. Ogni insegnante giusto lo avrebbe accolto”. È la targa che gli alunni della scuola secondaria di primo grado trovano all’ingresso dell’edificio.

È stata svelata questa mattina alla presenza del Sindaco Riccardo Prestini, del Dirigente Scolastico Giuseppe Tito e di alcuni alunni.

Purtroppo la tragedia del 2015 si è ripetuta più volte in questi anni e continua a ripetersi – ha detto il Sindaco Riccardo Prestini -. La pietra d’inciampo vuole ricordare ogni giorno, alle alunne e agli alunni che varcano questa soglia, che sui barconi ci sono ragazzi come loro, con i loro stessi sogni, con la loro stessa voglia di una vita serena; ragazzi che scappando da guerra, fame o persecuzioni scelgono di portarsi dietro la pagella, come simbolo della loro voglia di rinascere, con impegno e dedizione, in un mondo nuovo in cui possano costruirsi un futuro. Ringrazio i proponenti dell’iniziativa e tutte le forze politiche che l’hanno sostenuta in consiglio comunale, proposta che abbiamo subito accolto e messo in pratica”.

L’assessore regionale alla pubblica istruzione Alessandra Nardini ha mandato i suoi saluti agli studenti di Calenzano: "La vicenda di questo bambino ha toccato profondamente le nostre coscienze e le nostre emozioni: quando un bambino muore così, muore una parte di noi e della nostra civiltà. Purtroppo sono molte e molti le bambine e i bambini la cui promessa di vita è stata interrotta nel Mediterraneo, nelle continue e disperate navigazioni verso un futuro migliore. Il nostro mare, che ha una storia di incontro, di scambio e di dialogo è diventato in questi anni un luogo di divisione e di morte. Non possiamo rassegnarci a questo, dobbiamo essere all'altezza delle sfide epocali che la contemporaneità ci pone davanti senza mai perdere il nostro senso di umanità e di accoglienza. Trovo molto educativa la scelta di porre in una scuola questa pietra di inciampo per ricordarci che tutte le bambine e tutti i bambini hanno diritto a un futuro, eppure ancora oggi, a molte e molti di loro non è garantito".

La “pietra d’inciampo” è stata posta in ricordo del giovane migrante trovato in fondo al Mediterraneo, con la pagella cucita nella tasca interna della giacca. La cerimonia era in programma un anno fa, il 6 marzo 2020, in occasione della Giornata Europea dei Giusti, ma non si tenne a causa del lockdown, scattato proprio il giorno precedente.

Oggi non è un bel giorno, perché ricorre un anno dalla chiusura della scuola – ha detto il Dirigente Scolastico Giuseppe Tito, rivolgendosi alle alunne e agli alunni presenti -, ma è comunque un giorno importante, perché ricorda il momento in cui vi siete resi drammaticamente conto di quanto la scuola fosse importante per voi. Lo stesso valeva per questo ragazzo, che purtroppo non è mai arrivato nelle nostre scuole, ma che rappresenta un simbolo di volontà e speranza nel futuro”.

L’impegno a ricordare il giovane del Mali era stato preso dall’Amministrazione in risposta ad una mozione approvata dal Consiglio Comunale.

I prossimi appuntamenti con la raccolta firme antifascista

05 marzo 2021 – Prosegue la campagna del Comune per promuovere la raccolta firme per la legge popolare, con la quale si istituisce il reato di propaganda del regime fascista e nazifascista.

Il banchino per la raccolta firme sarà presente domani, sabato 6 marzo, dalle 10 alle 13 al mercato di piazza della Resistenza.

La prossima settimana sarà presente giovedì 11 marzo, dalle 16 alle 18 in piazza dell’Unità a Carraia e sabato 13 marzo, dalle 9.30 alle 12 in via di Gricciano a Legri, davanti al centro civico.

Saranno presenti il Sindaco Riccardo Prestini e gli Assessori, che potranno rispondere anche a domande e segnalazioni dei cittadini.

La legge di iniziativa popolare vuole istituire la pena detentiva per chi fa propaganda di contenuti propri del partito fascista o del partito nazionalsocialista, tra cui anche l’esposizione di emblemi o simboli riconducibili a questi partiti durante eventi pubblici.

Oltre che ai banchini sul territorio, si può aderire alla proposta di legge, dal titolo “norme contro la propaganda e la diffusione di messaggi inneggianti a fascismo e nazismo e la vendita e produzione di oggetti con simboli fascisti e nazisti”, firmando il modulo allo sportello del cittadino.

Parco del Neto, rinnovata la convenzione con l’associazione anziani

4 marzo 2021 – Rinnovata per quattro anni la convenzione con l’associazione anziani di Calenzano per il parco del Neto, che prevede principalmente l’apertura e chiusura dei cancelli e attività di sorveglianza.

La nuova convenzione sarà in vigore fino al 2024. I volontari dell’associazione si occuperanno anche della gestione dei locali all’ingresso del parco, della pulizia dei cestini e in generale del mantenimento della pulizia dell’area verde, di piccole manutenzioni.

Previste anche attività di promozione, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale, dell’area naturalistica tramite visite guidate e iniziative socio-culturali.

Ampia partecipazione al premio letterario di CiviCa

03 marzo 2021 – Ancora un'ampia partecipazione al premio letteraio di CiviCa, promosso dal Comune in collaborazione con l’associazione Amici di CiviCa, giunto alla seconda edizione.

Alla scadenza del 28 febbraio, si sono registate 226 iscrizioni, di cui 126 per la sezione racconti e 100 per la sezione poesia. Le opere presentate in totale sono 407. Numeri in linea con quelli dell'anno passato, con un incremento degli iscritti che provengono da fuori provincia e da fuori regione.

"Anche quest'anno siamo felici di registrare un così buon risultato per questa iniziativa proposta dal Comune e dall'associazione – ha commentato l'assessore alla cultura Irene Padovani -. Un evento che conferma sia l'importanza della scrittura e quindi della possibilità di mettere su carta sentimenti ed emozioni, sia il valore di questo strumento per la promozione del territorio. I numeri infatti ci dicono che il concorso letterario di CiviCa si conferma sempre più a carattere nazionale, contribuendo quindi a far conoscere Calenzano, i suoi luoghi della cultura, il suo territorio, le sue specificità".

La scorsa edizione gli iscritti da altre regioni erano 90, il 40% del totale; in questa edizione sono 109 pari al 48%. Gli iscritti di altre province erano 45 nella prima edizione, pari al 19%, percentuale che si è mantenuta pressoché inalterata anche quest'anno.

"Questi risultati confermano l’ottimo lavoro fatto sia dall'Amministrazione che dall'associazione – dicono gli Amici di CiviCa -, che ha consentito di mantenere elevato il numero delle iscrizioni, nonostante che il bando sia stato emanato nel novembre 2020, un mese dopo rispetto allo scorso anno, mantenendo la scadenza del 28 febbraio 2021, e soprattutto perché a causa della pandemia alcuni canali informativi sono venuti a mancare".

Il POC sarà presentato online

02 marzo 2021 – Inizia con la presentazione pubblica online la nuova fase di partecipazione per il Piano Operativo Comunale, adottato dal consiglio comunale nella seduta dell’11 febbraio scorso.

La presentazione si terrà domani, mercoledì 3 marzo alle 18, sui canali social FB e Youtube Calenzano Post. Parteciperanno il Sindaco Riccardo Prestini, la progettista Arch. Gianna Paoletti e la responsabile dell’are urbanistica ed edilizia Arch. Alessandra Guidotti.

I cittadini potranno inserire domande e considerazione nei commenti, le risposte saranno date durante la diretta.

Il piano e tutti gli elaborati sono disponibili sul sito del Comune. Con la pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Toscana, si sono aperti i termini per le osservazioni, che potranno essere presentate fino al 26 aprile 2021.

A breve verrà aperto uno sportello dedicato proprio alle osservazioni, per le quali è stato predisposto un modulo apposito. Il percorso partecipativo prevede inoltre alcune videoconferenze rivolte ai tecnici.

Educare in comune, progetto contro il bullismo

02 marzo 2021 – Costruire una comunità educante coesa, capace di trasmettere i valori del rispetto e della non-violenza. È lo scopo del progetto “Educare in comune”, promosso dal Comune di Calenzano in collaborazione con la cooperativa sociale Convoi, l’Istituto Comprensivo e le associazioni sportive del territorio e rivolto alla fascia di età 6-14, maggiormente vittima di episodi di bullismo.

Il progetto prevede attività di formazione, rivolte a genitori, insegnanti, educatori e allenatori sportivi, sui temi del bullismo e cyberbullismo, violenza verbale-fisica-psicologica, uso di sostanze alcoliche e stupefacenti. Lo sport è inteso come una sorta di vaccino, un mezzo di prevenzione di ogni forma di discriminazione e un veicolo di inclusione.

Previsti poi incontri di gruppo - nelle scuole, negli impianti sportivi e nei luoghi di aggregazione -, laboratori, sportelli di ascolto, animazione di strada e un evento conclusivo, con la produzione di video educativi sui temi trattati.

Una grande area naturalistica nel cuore della città

27 febbraio 2020 – Inizia il percorso di partecipazione per il parco delle Carpugnane, il cui progetto di fattibilità è stato presentato online dal Sindaco Riccardo Prestini, dal Vicesindaco Alberto Giusti e dal progettista Arch. Lorenzo Vallerini.

Nei prossimi giorni la presentazione sarà pubblicata sul sito del Comune e si potranno inviare le proprie osservazioni.

Il progetto presentato prevede la creazione di una grande area naturalistica, in cui si troveranno ambienti umidi di diversa tipologia, delimitati dal torrente Chiosina e protetti lungo l’area del parco tramite piccoli rilievi e aree boscate, in modo da favorire la sosta di uccelli migratori e la presenza di altri animali.

L’area naturalistica sarà il nucleo centrale del parco, attorno al quale si svilupperanno tante altre attività, tra cui una zona con attrezzature sportive, un’altra dedicata al ciclismo, orti condivisi, un’area per i bambini e uno spazio polivalente in cui poter organizzare eventi.

Le osservazioni al progetto potranno essere inviate per email a giunta@comune.calenzano.fi.it

Il parco delle Carpugnane in diretta social

25 febbraio 2020 – L’iter per la progettazione del parco delle Carpugnane è arrivato ad un punto decisivo e si apre quindi un nuovo processo di partecipazione. La bozza del progetto finale del parco sarà presentata domani in diretta social, dopo di che si raccoglieranno proposte e osservazioni.

La diretta sarà sui canali FB e Youtube “Calenzano Post”, alle ore 17 di venerdì 26 febbraio. Saranno presenti il Sindaco Riccardo Prestini, il Vicesindaco Alberto Giusti e il progettista Arch. Lorenzo Vallerini.

Nel corso della diretta sarà presentato il progetto, con la proiezione delle slide dove si potrà vedere l’organizzazione che si pensa di dare al parco, le sue funzioni e i servizi che conterrà. Domande e considerazioni potranno essere inserite nei commenti, le risposte saranno date durante la diretta.

Banchino per la raccolta firme antifascista

24 febbraio 2021 – Prosegue la campagna del Comune per promuovere la raccolta firme per la legge popolare, con la quale si istituisce il reato di propaganda del regime fascista e nazifascista.

Il banchino per la raccolta firme sarà presente domenica 27 febbraio dalle 9.30 alle 12.30 davanti al circolo Arci Le Croci, in via di Barberino, dove sarà presente il Sindaco Riccardo Prestini, che potrà rispondere anche a domande e segnalazioni dei cittadini.

La legge di iniziativa popolare vuole istituire la pena detentiva per chi fa propaganda di contenuti propri del partito fascista o del partito nazionalsocialista, tra cui anche l’esposizione di emblemi o simboli riconducibili a questi partiti durante eventi pubblici.

Oltre che ai banchini sul territorio, si può aderire alla proposta di legge, dal titolo “norme contro la propaganda e la diffusione di messaggi inneggianti a fascismo e nazismo e la vendita e produzione di oggetti con simboli fascisti e nazisti”, firmando il modulo allo sportello del cittadino.

PUMS, presentazione in diretta social

23 febbraio 2021 – Inizia con il PUMS il nuovo ciclo di partecipazione sugli atti di programmazione del territorio, che dovrà avvenire in remoto, con dirette online sui canali social.

Domani, mercoledì 24 febbraio alle 18, il Sindaco Riccardo Prestini, il Vicesindaco Alberto Giusti e il tecnico incaricato della redazione del piano Ing. Stefano Ciurnelli presenteranno il piano particolareggiato del piano della mobilità sostenibile (PUMS), adottato dal consiglio comunale nell’ultima seduta.

I documenti sono già disponibili nella pagina dedicata sul sito internet del Comune. Saranno illustrati in videoconferenza e i cittadini potranno inserire considerazioni e domande tra i commenti, le risposte saranno date in diretta.

Le osservazioni ufficiali al piano possono essere inviate all’Amministrazione via PEC.

Il 2020 della Polizia Municipale, tra controlli, servizi Covid e nuovo comando

23 febbraio 2021 – Un anno segnato pesantemente dalla gestione dell’emergenza Covid. È il 2020 della Polizia Municipale, le cui statistiche sono state presentate questa mattina dal Sindaco Riccardo Prestini e dalla Comandante Maria Pia Pelagatti.

Quello che balza subito agli occhi è la consistente diminuzione delle violazioni al codice della strada e quindi delle relative sanzioni, praticamente dimezzate: 3.414 contro le 6.628 del 2019. Un dato dovuto sicuramente alle norme anticontagio e quindi alle limitazioni alla circolazione, che hanno portato a una netta diminuzione dei veicoli in strada, e alla proroga delle scadenze, che ha limitato i controlli per assicurazioni e revisioni.

Ringrazio la Comandante e tutto il corpo di Polizia Municipale – ha detto il Sindaco Riccardo Prestini – per il lavoro portato avanti in un contesto di grande difficoltà, durante il quale abbiamo garantito la massima operatività dei servizi essenziali, in particolare della Polizia Municipale, che è stata sempre disponibile, in presenza o telefonicamente, per aiutare tutta la comunità e in particolare i soggetti più fragili ad affrontare una situazione inedita e difficile. Un lavoro fatto con impegno, professionalità e senso di appartenenza”.

Così come sono diminuiti i veicoli in circolazione, c’è stato anche un netto calo dei sinistri: 113 contro i 160 del 2019. Il sinistro mortale è stato uno, 4 quelli con lesioni gravi, 58 con lesioni a persone e 46 quelli con danni solo a cose. Le strade in cui questi si verificano maggiormente sono quelle più trafficate: via di Prato, SP8, via Vittorio Emanuele.

La novità del 2020 sono ovviamente i controlli per le misure anti-covid: 1.183 hanno riguardato le autocertificazioni, tutte riscontrate e verificate, 44 di questi si sono conclusi con una sanzione; 311 hanno riguardato imprese e cantieri, con 5 titolari sanzionati; le altre attività hanno riguardato il controllo dei provvedimenti di isolamento domiciliare e i tanti contatti telefonici per spiegare i DPCM e rassicurare sui sistemi di isolamento, oltre che per raccogliere segnalazioni di violazione delle norme anticontagio.

Il 2020 è stato per tutti un anno zero – ha detto la Comandante Maria Pia Pelagatti -, che ci ha messo profondamente alla prova, sia dal punto di vista professionale che umano. Questo comando è stato sempre aperto e a disposizione dei cittadini, sia per la gestione di questa particolare situazione sia per le nostre normali attività. Abbiamo lavorato con impegno e dedizione, oltre che in totale sicurezza, tanto che fino ad ora il nostro personale è risultato sempre negativo ai tamponi e, chi aveva l’età giusta, ha fatto già la prima dose del vaccino per chi ha meno di 55 anni, come previsto dal piano vaccinale”.

Il 2020 è stato anche l’anno del completamento e adeguamento tecnologico del sistema di videosorveglianza che, anche grazie a finanziamenti ministeriali e regionali, ha visto il passaggio da 17 a 44 telecamere disposte su tutto il territorio.

I controlli relativi a urbanistica e commercio hanno portato ad un totale di 43 relazioni: il 16% per il commercio, il 5% per l’edilizia, il 5% per accertamenti ambientali e il 72% per accertamenti trasversali, come per esempio le verifiche sulle aziende, il progetto “lavoro sicuro”, il controllo delle emissioni odorigene e la collaborazione con altri enti, come i Carabinieri Forestali e l’ENPA.

Un anno, il 2020, che si è concluso con il trasferimento nella nuova sede, in piazza Gramsci. “La Polizia Municipale ha ora una sede più adeguata e funzionale – ha concluso il Sindaco Prestini -, che per noi è motivo di soddisfazione. Con questa struttura infatti si completa l’obiettivo di aggregare attorno al Municipio tutte le funzioni del Comune, concludendo così il polo istituzionale”.

Centenario di Martini, il ricordo dell’Amministrazione

18 febbraio 2021 – Cento anni fa, nella corte di via del Molino, nasceva Alfredo Martini, grande sportivo e noto commissario tecnico della nazionale di ciclismo, che visse a Calenzano fino ai 12 anni.

Voglio ricordare la sua elevata personalità, il suo grande carisma, la sua auterovelozza e passione – ha detto il Sindaco Riccardo Prestini -, che lo ha sempre accompagnato, nell’impegno sportivo ai tempi di Coppi e Bartali e nel suo ruolo di indimenticato CT della nazionale, che ha portato i nostri ciclisti a vincere per ben sei volte il campionato mondiale”.

Nel 2014 Martini venne a Calenzano, nella sua corte, accolto da parenti, vecchi amici, sportivi di ieri e atleti di oggi. In nome delle sue indiscusse qualità, il Comune gli conferì la cittadinanza onoraria.

Alfredo Martini è stato l’esempio vivente della dignità, dell’onestà e della fierezza di chi ha fatto dello sport una ragione di vita – ha detto l’assessore allo sport Laura Maggi -. Siamo fieri di contarlo tra i nostri cittadini illustri, non solo per il suo indiscutibile valore tecnico, ma soprattutto per lo spessore morale che lo caratterizzava, nel suo impegno contro il doping, che lui chiamava un gesto di vigliaccheria, contrapposto alla capacità di saper accettare i propri limiti, che la bicicletta insegna ad ogni traguardo. Martini deve essere fonte d'ispirazione per tutti e soprattutto per i giovani”.

Le celebrazioni per il centenario di Martini non si concluderanno con la giornata di oggi. L’Amministrazione organizzerà altri momenti di ricordo nel corso dell’anno, compatibilmente con le norme anti-contagio previste dai decreti governativi e dalle ordinanze regionali.

I progetti per il territorio in diretta social

18 febbraio 2021 – Il futuro del territorio di Calenzano in tre dirette social. A partire dalla prossima settimana il Sindaco e la Giunta, insieme ai tecnici, presenteranno online il piano della mobilità sostenibile (PUMS), il piano operativo (POC) e il progetto del parco delle Carpugnane.

Le assemblee si terranno in diretta social sui canali FB e Youtube “Calenzano Post”. Domande e considerazioni potranno essere inserite nei commenti, le risposte saranno date durante la diretta.

Il primo appuntamento è per mercoledì 24 febbraio alle 18 con il piano della mobilità sostenibile (PUMS), cui saranno presenti il Sindaco Riccardo Prestini, il Vicesindaco Alberto Giusti e il tecnico incaricato della redazione del piano Ing. Stefano Ciurnelli.

Venerdì 26 febbraio alle 17 sarà presentato il progetto del parco delle Carpugnane, con il Sindaco Riccardo Prestini, il Vicesindaco Alberto Giusti e il progettista Arch. Lorenzo Vallerini.

Ultimo appuntamento mercoledì 3 marzo alle 18 con il piano operativo (POC), alla presenza del Sindaco Riccardo Prestini, della progettista Arch. Gianna Paoletti e della responsabile dell’are urbanistica ed edilizia Arch. Alessandra Guidotti.

Educazione stradale a distanza

17 febbraio 2021 – Proseguono anche nel 2021 i progetti di educazione stradale della Polizia Municipale nelle scuole di Calenzano. Le lezioni vengono tenute tramite la didattica a distanza.

Il progetto “scuola sicura insieme” prevede lezioni alla scuola dell’infanzia e alla scuola primaria sulla sicurezza stradale, con particolare riferimento ai comportamenti di pedoni e ciclisti.

La difficile situazione in cui si trova tutta la nostra società e in particolare le scuole – ha commentato la Comandante della Polizia Municipale Maria Pia Pelagatti -, non ha fermato il progetto, che portiamo avanti da anni, per educare i nostri giovani cittadini al rispetto delle regole stradali, dando loro gli strumenti per vivere in sicurezza l’ambiente urbano”.

In base alle norme anticontagio i due progetti si concluderanno con la consegna del patentino per la bici alla scuola dell’infanzia e l’iniziativa “vigili per un giorno”, quando i ragazzi accompagneranno gli agenti sul territorio per elevare “multe morali” a chi non rispetta le regole.

Novità di quest’anno è il concorso per la scuola primaria, che prevede la realizzazione di un segnale stradale che indichi i vari divieti anti-contagio, divenuti ormai patrimonio comune.

Acustica, gli atti per la classificazione e il risanamento

15 febbraio 2021 – Due atti per migliorare il clima acustico di Calenzano: il piano di classificazione e il piano di risanamento. Sono stati adottati dal consiglio comunale nell’ultima seduta, in coerenza con gli altri due atti di programmazione, il Piano Operativo e il Piano della Mobilità Sostenibile.

Entrambi gli atti sono frutto del monitoraggio dell’impatto acustico nelle varie aree del territorio, dovuto principalmente alla viabilità e alla presenza di attività produttive.

Tra le principali novità, c’è la congruenza con i Piani di Classificazione Acustica dei Comuni limitrofi e la norma secondo la quale tra una zona e l’altra non possono esserci variazioni superiori a una classe, anche quando le due zone ricadono su Comuni diversi. Sono state inoltre definite alcune zone silenziose, dove le norme sul rumore sono più stringenti, come per esempio il parco di Travalle.

Gli obiettivi di risanamento acustico sono stati definiti in accordo con il POC e il PUMS. Vengono per esempio definite le linee guida per il rilascio di autorizzazioni per interventi edilizi e per l’adeguamento degli edifici secondo la classificazione acustica dell’area in cui ricadono. Nel PUMS sono stati inseriti alcuni interventi relativi all’acustica, come per esempio l’utilizzo di asfalto fonoassorbente, l’allontamento del traffico pesante dai centri abitati, le zone 30.

Il Piano di Classificazione Acustica è stato adottato con 10 voti favorevoli, 3 contrari e 2 astenuti. Il Piano di Risanamento Acustico è stato adottato con 10 voti favorevoli e 5 astenuti.

I prossimi appuntamenti con la raccolta firme antifascista

15 febbraio 2021 – Prosegue la campagna del Comune per promuovere la raccolta firme per la legge popolare, con la quale si istituisce il reato di propaganda del regime fascista e nazifascista.

Il banchino per la raccolta firme sarà presente mercoledì 17 febbraio al mercato di Calenzano, dove saranno presenti alcuni consiglieri comunali di maggioranza e venerdì 19 febbraio al mercato di Settimello, dove sarà presente il Sindaco Riccardo Prestini e gli Assessori, che potranno rispondere anche a domande e segnalazioni dei cittadini.

La legge di iniziativa popolare vuole istituire la pena detentiva per chi fa propaganda di contenuti propri del partito fascista o del partito nazionalsocialista, tra cui anche l’esposizione di emblemi o simboli riconducibili a questi partiti durante eventi pubblici.

Oltre che ai banchini sul territorio, si può aderire alla proposta di legge, dal titolo “norme contro la propaganda e la diffusione di messaggi inneggianti a fascismo e nazismo e la vendita e produzione di oggetti con simboli fascisti e nazisti”, firmando il modulo allo sportello del cittadino.

Il Consiglio adotta gli atti di programmazione del territorio

12 febbraio 2021 – Sono stati adottati ieri dal consiglio comunale i principali strumenti di programmazione del territorio: il Piano Operativo Comunale (POC), con 10 voti favorevoli, 3 contrari e 2 astenuti; e il Piano della Mobilità Urbana Sostenibile (PUMS), con 10 voti favorevoli e 4 astenuti. Ci sarà ora un periodo per le osservazioni e poi l’approvazione dei due atti.

Il Sindaco Riccardo Prestini nella sua presentazione in consiglio ha espresso “soddisfazione per l’ottimo lavoro svolto nella redazione degli atti, per il quale ringrazio tutta la squadra, i tecnici dell’ufficio urbanistica, gli assessori e i gruppi consiliari di maggioranza, per il contributo dato”.

Gli atti di programmazione adottati ieri, in coerenza con il Piano Strutturale approvato dalla precedente Amministrazione, regoleranno nei prossimi cinque anni lo sviluppo della città, caratterizzandone la trasformazione attraverso azioni di rinnovamento del tessuto edilizio e finalizzate al recupero e alla riqualificazione del patrimonio edilizio esistente.

Con il nuovo Piano si pongono poi le premesse – ha continuato il Sindaco -, anche mediante misure incentivanti, per attivare processi di riconversione del tessuto edilizio mediante il riuso e la rigenerazione urbana all’interno del territorio urbanizzato, migliorando e riqualificando il patrimonio edilizio, residenziale e produttivo, in termini di efficienza energetica, sicurezza sismica, contrasto dei fenomeni connessi ai cambiamenti climatici e, non ultimo, la sua qualità architettonica”.

Il nuovo Piano inoltre disciplina la tutela e la valorizzazione del territorio non urbanizzato, con particolare riferimento al territorio rurale, promuovendone la transizione in direzione di un modello economico urbano/rurale di sviluppo delle attività insediate e/o insediabili nel territorio rurale inserite in un’ottica di distretto rurale biologico.

Altro tratto caratteristico del nuovo Piano – ha detto il Sindaco - è l’attenzione alla “Città Pubblica” e quindi a quelle dotazioni territoriali e a quegli standard urbanistici che si traducono in servizi a disposizione dei cittadini, in qualità del vivere”.

In piena coerenza con il POC, il consiglio comunale ieri ha adottato anche il piano particolareggiato del PUMS, lo strumento di programmazione che disegna la riorganizzazione complessiva della viabilità a Calenzano, nell’ottica di una riduzione del traffico a motore, una maggiore sicurezza e una mobilità sempre più sostenibile.

Arriviamo all’adozione di entrambi gli strumenti dopo un articolato percorso partecipativo – ha concluso il Sindaco – che ha coinvolto cittadini, tecnici, categorie economiche, aziende, Comuni limitrofi e altre istituzioni territoriali. Un percorso non scontato, che ha portato alla redazione di strumenti condivisi con le varie parti sociali”.

Emergenza Covid, nuovi contributi per affitto e spesa

11 febbraio 2021 – Un contributo straordinario per l’affitto finanziato interamente dal Comune e una nuova tranche di buoni spesa. Sono le ulteriori misure messe in campo dall’Amministrazione, per dare una risposta a chi ancora ha difficoltà economiche in seguito all’emergenza sanitaria.

Il Comune di Calenzano ha stanziato fondi propri, 35mila euro, per un secondo contributo straordinario per l’affitto, dopo quello erogato per i mesi di aprile, maggio e giugno con le risorse messe a disposizione dalla Regione.

È stata pubblicata sul sito del Comune la graduatoria dei 18 beneficiari, individuati in base ai criteri stabiliti alla fine dello scorso anno: nuclei familiari con ISE non superiore a 28.770 euro, che hanno subito una riduzione del reddito di almeno il 30% a causa della pandemia. L’ammontare del contributo sarà fino ad un massimo del 50% per chi ha un canone superiore a 600 euro e fino ad un massimo di 300 euro per chi ha un canone inferiore a 600 euro.

In base alle richieste che abbiamo ricevuto per il contributo straordinario per l’affitto e in attesa di quello ordinario – ha spiegato l’assessore al sociale Stefano Pelagatti -, abbiamo alzato il valore mensile del contributo, per garantire il maggior sostegno possibile ai nuclei per i quali sono stati verificati i requisiti richiesti. Questo ci consentirà di garantire un aiuto immediato a chi sta avendo maggiori difficoltà nel pagamento del canone di affitto, prevenendo così situazioni di disagio abitativo".

In arrivo anche una terza tranche di buoni spesa, con i fondi governativi, per i quali è stata prorogata al 30 aprile la convenzione con gli esercizi commerciali. Per usufruirne è necessario avere un ISEE ordinario 2021 fino a 6000 euro oppure un ISEE corrente fino a 9.360 euro.

Chi ha già beneficiato dei buoni spesa nei mesi di dicembre 2020 e gennaio 2021, sarà contattato dagli uffici dei servizi alla persona del Comune, previa verifica del mantenimento dei requisiti. Chi non ha avuto diritto ai buoni o non aveva presentato domanda e si trovi in stato di necessità, potrà rivolgersi alla propria assistente sociale o al segretariato sociale: 055 6930269 dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 14.

Per i buoni spesa – ha concluso l'assessore Pelagatti - rinnoviamo la misura, continuando così a dare un sostegno concreto alle famiglie, consentendo loro di rispondere al bisogno primario alimentare e nel contempo di fare economia per ulteriori necessità".

Piazze Reali online

08 febbraio 2021 – Tornano a partire da domani le dirette di “Piazze Reali online”, iniziate alla fine del 2020 in sostituzione delle assemblee di bilancio.

L’appuntamento social del Sindaco e della Giunta diventa fisso: saranno online ogni secondo martedì del mese alle 18. Si inizia domani, martedì 9 febbraio, sulla pagina FB e il canale Youtube “Calenzano Post”.

Il Sindaco e gli Assessori presenteranno interventi, eventi, servizi e campagne delle prossime settimane e risponderanno in diretta ai cittadini, che potranno inserire domande e valutazioni tra i commenti di entrambi i social.

Al Pratignone un centro metropolitano della mobilità sostenibile

06 febbraio 2021 – Arrivare alla stazione in bici, lasciarla in un parcheggio protetto, con tanto di armadietto per il casco e poi prendere comodamente il treno. Sarà possibile farlo anche a Pratignone, uno dei quattro hub intermodali progettati dalla Città Metropolitana nei Comuni intorno a Firenze, nell’ambito del Piano della Mobilità Sostenibile.

“Abbiamo seguito da vicino lo studio di fattibilità con sopralluoghi congiunti nei pressi della stazione – ha detto il Vicesindaco Alberto Giusti - e crediamo che questo sia davvero un progetto qualificante per il nostro territorio, al quale deve necessariamente seguire l’impegno della Regione per il potenziamento dei servizi ferroviari”.

La fermata ferroviaria di Pratignone diventerà così uno degli snodi di mobilità della Città Metropolitana, in previsione di un incremento del numero giornaliero di treni, già oggi molto utilizzati dai pendolari.

I vantaggi non sono soltanto per chi viaggia in bici. L’hub intermodale infatti ha l’obiettivo di favorire il cambio del proprio mezzo di trasporto, dando la possibilità di scegliere quello più adatto alla propria destinazione: treno, bus o bici.

Il progetto prevede la realizzazione di un grande parcheggio scambiatore: si passerà dagli attuali 80 stalli a un totale di 541, mentre i posti per le moto passeranno dagli attuali 15 a un totale di 56. I nuovi parcheggi saranno realizzati a nord della ferrovia e saranno collegati ai binari da percorsi ciclopedonali. L’attuale parcheggio su via di Pratignone sarà invece riqualificato.

Nei giorni scorsi la Città Metropolitana ha presentato il progetto di fattibilità dei primi quattro hub, tra cui quello di Calenzano, per i quali è stato richiesto l’inserimento tra le opere finanziate dal PNRR (piano nazionale di ripresa e resilienza) nell’ambito dei fondi del Next Generation EU.

La riqualificazione della fermata ferroviaria dovrà necessariamente passare anche dal superamento delle barriere architettoniche. L’Amministrazione infatti è in costante contatto con RFI, con cui è stata concordata l’installazione di un ascensore per raggiungere i binari, la cui progettazione è in via di ultimazione.

Raccolta differenziata al 77%

5 febbraio 2021 – Più 7%. Una crescita netta della raccolta differenziata registrata da Calenzano nel 2020. Le percentuali comunicate dal gestore Alia Servizi Ambientali SpA passano dal 70,94% del 2019 al 77,03% del 2020. Importante anche la diminuzione dei rifiuti indifferenziati, che calano di oltre 1.663 tonnellate.

"Il 2020 è stato il primo anno interamente gestito con il nuovo sistema di raccolta in vigore da giugno 2019 – ha commentato l’assessore all’ambiente Irene Padovani – e i dati riportano un aumento significativo di rifiuti differenziati e un’ingente diminuzione di indifferenziato. Questi valori, in parte condizionati dai mesi primaverili, quando molte attività sono state chiuse, dimostrano il grande impegno dei nostri cittadini nella gestione dei rifiuti e la validità di questo sistema, che abbiamo via via messo a punto e migliorato anche sulla base delle segnalazioni ricevute”.

A Calenzano viene utilizzato un sistema misto di raccolta: in alcune zone con il porta a porta integrale e in altre con il porta a porta per determinati rifiuti e i cassonetti stradali a chiavetta per altri.

L’altro importante risultato ottenuto – ha concluso l’assessore Padovani – è stata la scomparsa del fenomeno dei ‘sacchi neri’, rifiuti industriali che venivano lasciati dentro e fuori dai cassonetti, pregiudicando l’impegno dei cittadini e andando a gravare sui costi di gestione. Con l’eliminazione dei cassonetti stradali a utenza libera, come previsto, si è evitata la diffusione di questa pratica”.

Altri tipi di abbandoni si sono registrati nelle zone più isolate, principalmente in campagna. Su questi è intervenuta la VAB, in base ad una specifica convenzione con il Comune: i volontari dell’associazione, in accordo con gli uffici comunali e con Alia Servizi Ambientali SpA, spostano i rifiuti in area pubblica, dove l’azienda di igiene urbana può intervenire. Nel 2020 la VAB ha svolto 60 interventi.

Un ruolo importante, al fine del controllo del servizio e per il contrasto all’abbandono dei rifiuti, è quello degli Ispettori Ambientali di Alia e della Polizia Municipale, insieme al servizio di controllo con telecamere dedicate: 50 le sanzioni elevate nel 2020. Per segnalare la presenza di rifiuti abbandonati si può usare l’APP Municipium.

Il Sindaco al banchino per la raccolta firme antifascista

4 febbraio 2021 – Partirà la prossima settimana la campagna del Comune per promuovere la raccolta firme per la legge popolare, con la quale si istituisce il reato di propaganda del regime fascista e nazifascista. Il Sindaco, gli Assessori e alcuni Consiglieri Comunali saranno presenti in alcuni punti del territorio, con un banchino per la raccolta firme.

Il primo appuntamento è per mercoledì 10 febbraio dalle 9.30 alle 12.30 al mercato di Calenzano, dove saranno presenti il Sindaco Riccardo Prestini e gli Assessori, che potranno rispondere anche a domande e segnalazioni dei cittadini.

La scorsa settimana, in occasione del Giorno della Memoria, abbiamo ospitato il Sindaco di Stazzema Maurizio Verona – ha detto Prestini -, promotore dell’anagrafe antifascista, cui il nostro Comune ha aderito nel febbraio del 2019, e della legge popolare sul reato di propaganda fascista. Da quella discussione è emersa la necessità di promuovere ulteriormente la raccolta firme. Non solo è importante coltivare la memoria delle atrocità commesse dal regime fascista, ma è anche necessario considerare che ad esempio se per qualcuno il saluto romano o una bottiglia con il volto di Mussolini è un semplice oggetto goliardico, per altri ha rappresentato la fine della propria famiglia. Forse solo così si riesce a sviluppare una forte condanna dell’intolleranza e dell’odio verso ciò che riteniamo altro da noi. Purtroppo è nel guaradre altrove, nel dire non mi riguarda, che si crea terreno fertile per i regimi totalirari. Mai abbassare la guardia”.

La legge di iniziativa popolare vuole istituire la pena detentiva per chi fa propaganda di contenuti propri del partito fascista o del partito nazionalsocialista, tra cui anche l’esposizione di emblemi o simboli riconducibili a questi partiti durante eventi pubblici.

Oltre che ai banchini sul territorio, si può aderire alla proposta di legge, dal titolo “norme contro la propaganda e la diffusione di messaggi inneggianti a fascismo e nazismo e la vendita e produzione di oggetti con simboli fascisti e nazisti”, firmando il modulo allo sportello del cittadino.

Fermiamo la corsa agli armamenti

3 febbraio 2021 – “Ogni organo istituzionale deve far sentire il proprio dissenso nei confronti di una politica internazionale basata sulla forza e non, come dovrebbe essere, sulla pace e sul rispetto dei popoli”.

Il Presidente del Consiglio Comunale Alessio Pedrini interviene nella discussione sull’ordine del giorno presentato dalla Commissione Pace e Cooperazione e approvato dal Consiglio Comunale all’unanimità.

Nel documento si chiede al Governo italiano di adoperarsi nelle sedi internazionali per aprire una nuova fase di distensione dei rapporti tra Stati. Il Consiglio Comunale di Calenzano esprime una forte preoccupazione per le tendenze al riarmo e il rischio di una nuova escalation nucleare e la ferma contrarietà all’installazione di armi nucleari nel nostro Paese, prevista dai programmi della Nato, in violazione del trattato di non proliferazione nucleare sottoscritto dall’Italia nel 1975.

Ci troviamo di fronte a una preoccupante corsa agli armamenti – ha detto Pedrini – iniziata con la decisione degli Stati Uniti di ritirarsi dal trattato di non proliferazione nucleare e culminata con la decisione di installare armi nucleari nelle basi Nato europee. Esprimiamo il nostro dissenso, in attesa di capire se la Presidenza Biden aprirà una fase di dialogo e distensione internazionale, che porti ad un progressivo disarmo”.

Scarica il testo dell'odg

Due nuove ecotappe nelle frazioni

30 gennaio 2021 – Sono sette adesso le Ecotappe di Alia Servizi Ambientali SpA attive nel comune di Calenzano, dove gli utenti possono liberamente conferire rifiuti di piccole dimensioni, che non trovano corretta destinazione della raccolta porta a porta o con contenitori stradali.

Oltre ai punti di raccolta già attivi alla Casa del Popolo di Calenzano, al Design Campus, presso gli uffici comunali, alla Misericordia di Carraia e al circolo Arci “La Vedetta” a Settimello, i cittadini adesso possono recarsi anche al centro civico di Legri e al circolo Arci Le Croci.

Nei due nuovi punti di raccolta appositamente attrezzati è possibile conferire piccoli RAEE (rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche come telefonini, radioline, sveglie, etc..di dimensioni inferiori a 25 cm), pile esauste e farmaci scaduti. E nelle prossime settimane sarà posizionato anche il bidone per la raccolta di olii alimentari esausti, attualmente presente soltanto alla Casa del Popolo di Calenzano.

"Ancora un passo avanti per sostenere i cittadini nel loro impegno nel differenziare i rifitiuti – ha dichiarato l’assessore all’ambiente Irene Padovani -. Andiamo ad ampliare ancora i nostri servizi sul territorio, arrivando a coprire tutte le frazioni, grazie alla preziosa collaborazione dei circoli, che ringraziamo. Questo tipo di servizio è particolarmente importante per le frazioni della zona alta, i cui cittadini hanno minori occasioni di recarsi al centro di raccolta in via Pratignone”.

Si ricorda che le Ecotappe sono accessibili soltanto per le utenze domestiche durante l’orario di apertura dei locali o degli uffici. Al momento, al fine di garantire la messa in atto delle misure di contenimento del Covid-19 anche nell’espletamento di questo servizio è necessario rispettare le misure di sicurezza ed accedere al conferimento una persona per volta, indossando la propria mascherina.

Le Ecotappe rappresentano un’opportunità di conferimento sul territorio aggiuntiva all’Ecocentro di Pratignone ed all’Ecofurgone, presente una volta al mese ai mercati di Calenzano e Settimello, per coloro che devono smaltire rifiuti particolari di piccole dimensioni che non sono conferibili nel normale ciclo di raccolta.

Si ricorda anche l’Infopoint di Alia, per informazioni e ritiro del kit per il porta a porta (sacchetti, chiavette….), aperto presso lo sportello del cittadino tutti i mercoledì mattina.

I dettagli sulle strutture presenti sul territorio ed i rifiuti conferibili sono consultabili sul portale aziendale nella sezione dedicata, https://www.aliaserviziambientali.it/ecocentri/ecotappe-ed-ecofurgoni/elenco-completo-ecotappe-ed-ecofurgoni/ .

Per maggiori informazioni è possibile contattare il call center, attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 19.30 e il sabato dalle 8.30 alle 14.30, con i tre numeri 800 888 333 (da rete fissa, gratuito) o 199 105 105 (da rete mobile, a pagamento, secondo i piani tariffari del proprio gestore), 0571.196 93 33 (da rete fissa e rete mobile).

Alla Fogliaia un polo scolastico all’avanguardia

29 gennaio 2021 – “Il progetto di fattibilità della nuova primaria è frutto di un approfondito lavoro, svolto dai nostri uffici in collaborazione con enti esterni, per individuare la localizzazione e le caratteristiche ottimali di quella che sarà una bella scuola per i nostri bambini”. Il Vicesindaco Alberto Giusti è intervenuto ieri in Consiglio Comunale in merito al nuovo plesso della Fogliaia, in via di progettazione.

Giusti ha risposto ad un’interpellanza presentata dal gruppo consiliare Sinistra per Calenzano: “Le dimensioni della nuova scuola rispettano ampiamente le esigenze della popolazione scolastica di Calenzano, sulla base degli studi demografici, che registrano una netta diminuzione delle nascite sul nostro territorio”.

Le nascite infatti vedono un costante calo negli ultimi anni, passando dalle 178 nel 2015 alle 130 del 2020 e per il prossimo anno scolastico sono previste 675 iscrizioni nel capoluogo per un totale di 6 sezioni. “I dati demografici – ha sottolineato Giusti – non indicano la necessità di creare due classi prime ogni anno, anzi. Le dimensioni della scuola sono pienamente adeguate alle necessità”.

La localizzazione della nuova scuola è stata scelta in base ad uno specifico studio dell’Università di Firenze che ha comparato luoghi diversi, individuando quello della Fogliaia come il più adeguato ad ospitare il plesso. “Alla Fogliaia sorgerà un polo scolastico completo, dal nido alla primaria, con caratteristiche all’avanguardia, valutate insieme all’ente di ricerca del Ministero dell’Istruzione INDIRE, proprio per offrire ai nostri bambini uno spazio innovativo, capace di adattarsi a esigenze didattiche in continuo rinnovamento”.

La nuova scuola sorgerà infatti al centro di un quartiere residenziale, al quale sarà collegata da più percorsi pedonali, avrà una superficie verde di oltre 1500 metri quadri, aule più ampie degli standard (50 mq contro i 45 regolamentari), organizzate secondo un costante scambio con gli spazi circostanti, con accessi diretti al giardino e altre soluzioni innovative. Non ci sarà per esempio il refettorio, definito uno “spazio sprecato” in quanto viene utilizzato soltanto per un’ora al giorno e che presenta problemi di rumore. Per la mensa saranno utilizzati piccoli spazi polivalenti, come del resto avviene in tante scuole da quest'anno, a causa della pandemia.

Dopo la progettazione preliminare eseguita dagli uffici comunali, è in corso la gara per assegnare la progettazione definitiva ed esecutiva.

Calenzano Shopping, i negozi di vicinato sbarcano sul web

29 gennaio 2021 – Sarà online nei prossimi giorni il sito di e-commerce per i negozi di vicinato, bar, ristoranti e servizi alla persona, messo a disposizione dal Comune, cui hanno aderito oltre 50 attività in centro e nelle frazioni, dando vita ad un vero e proprio centro commerciale naturale online.

"Mettiamo a disposizione dei negozi di vicinato questa nuova possibilità per promuovere prodotti e attività – ha detto il Sindaco Riccardo Prestini -, per sostenerli e aiutarli in un momento particolarmente complicato per le piccole realtà. Il primo anno le spese saranno interamente sostenute dal Comune, in modo che gli esercizi possano sperimentare questo nuovo strumento e ampliare la propria clientela. Nelle prossime settimane lanceremo pubblicamente l’iniziativa, allo scopo di incrementare le adesioni, coinvolgendo anche attività di servizi e non solo commerciali”.

Sul sito www.calenzanoshopping.it si potranno visitare le vetrine virtuali dei negozi, si potranno fare ricerche per categoria merceologica e acquistare i prodotti, scegliendo la consegna a domicilio o fissando l’orario di ritiro della merce.

“Civica di Calenzano”, seconda edizione del premio letterario

25 gennaio 2021 – Ancora un mese per partecipare alla seconda edizione del premio letterario “Civica di Calenzano”, promosso dal Comune e dall’associazione Amici di CiviCa.

Suddiviso in due sezioni, poesia e racconto breve, si potrà partecipare da tutta Italia. La scadenza è il 28 febbraio.

Gli elaborati dovranno essere inediti e redatti da cittadini maggiorenni residenti in Italia. Per ogni iscrizione, di 10 euro, si potranno presentare tre poesie o un racconto breve di non più di 10mila battute. I primi tre classificati riceveranno un premio in denaro, mentre ai primi dieci sarà consegnato un attestato.

Vai al bando

Lotta alla processionaria

25 gennaio 2021 – Va avanti fino a marzo/aprile la campagna per la lotta alla processionaria, l’insetto urticante dannoso per persone e animali.

Nei giorni scorsi il Comune ha monitorato le aree pubbliche, per verificare la presenza dell’infestante, che risulta presente in diverse aree del territorio, frequentemente con nidi già ad un importante stadio di sviluppo, di cui è stata programmata la rimozione nelle prossime settimane.

Il Sindaco ha inoltre firmato un’ordinanza per i proprietari di aree verdi, che sono obbligati a verificare la presenza dei nidi sugli alberi di loro proprietà e provvedere quindi alla rimozione, rivolgendosi a ditte specializzate, prima che le larve fuoriescono e scendano lungo i tronchi o sul terreno.

Aggiudicazione provvisoria per la gestione del Manzoni

22 gennaio 2021 – Si è conclusa oggi la gara per la gestione del Teatro Manzoni, che è stata aggiudicata provvisoriamente alla Macchina del Suono.

Si terranno ora le verifiche previste dalla legge, prima di procedere con l’aggiudicazione definitiva e poi con la firma del contratto, nei tempi fissati dalla normativa.

Lavori sull’argine della Marina. Divieto di sosta

22 gennaio 2021 – Sono previsti la prossima settimana i lavori sull’argine della Marina nella zona del Molino, nei pressi del circolo.

È stato istituito un divieto di sosta in via Dietropoggio, nel parcheggio lungo il torrente, da lunedì 25 a mercoledì 27 gennaio. L’intervento del Consorzio di Bonifica prevede la rimozione di alcuni alberi pericolosi.

I pioppi sono infatti instabili e a rischio caduta. Si trovano inoltre nell’alveo della Marina e rappresentano quindi un pericolo in caso di piene. Saranno ripiantati in altre aree.

Riapre MuFiS, museo del figurino

20 gennaio 2021 – “La cultura che apre è un segnale di speranza”. L’assessore alla cultura Irene Padovani commenta così la riapertura del museo del figurino storico.

Appena è stato possibile ci siamo tutti attivati, gestori e Comune, per poter riaprire – ha detto Padovani -, in sicurezza e nel pieno rispetto delle regole. Sappiamo che nelle prossime settimane potrebbero esserci ulteriori restrizioni, ma intanto noi riapriamo le nostre sale, sperando di poter al più presto ampliare l’orario al fine settimana. Siamo felici di poter tornare ad offrire la nostra collezione ai visitatori, sperando che questo sia di buon auspicio per tutti gli altri luoghi della cultura”.

Il museo del figurino sarà aperto il giovedì e il venerdì dalle 14.30 alle 19.

Per venire incontro agli utenti abbiamo ampliato l’orario di apertura – ha detto la direttrice Elisabetta Carovani -. Sarà l’occasione anche per visitare la mostra su D’Annunzio, presentata all’inizio della settimana con un convegno online”.

Info: MuFiS, museo del figurino storico. Via del Castello, 7. 055 0500234. museofigurinostorico@atccalenzano.it

Piantiamolo! Il tuo albero per Calenzano

20 gennaio 2021 – È online la piattaforma per aderire al progetto “Piantiamolo! Il tuo albero per Calenzano”, dalla quale si può prenotare la propria pianta da collocare nei giardini pubblici.

La campagna si aggiunge agli altri progetti messi in campo dall’Amministrazione per aumentare gli alberi a Calenzano: i boschi urbani del bando Toscana Carbon Neutral, quelli di Mosaico Verde, le aree che verranno piantumate direttamente dalle associazioni e ora quelle che vedranno in contributo del singolo cittadino.

Un albero in città – hanno commentato il Vicesindaco Alberto Giusti e l’Assessore all’Ambiente Irene Padovani -, oltre a contribuire all’abbattimento della CO2, ha un forte significato simbolico, a maggior ragione se a piantarlo è un cittadino. ‘Piantiamolo’ è frutto del grande lavoro di squadra degli uffici comunali, che ringraziamo, sia dal punto di vista ambientale che tecnologico. Uno strumento innovativo, con il quale sono stati selezionati accuratamente alberi e luoghi ed è stata creata una piattaforma semplice e intuitiva, che permette di fare tutto comodamente dal proprio smartphone”.

Sul sito del Comune si trovano tutte le informazioni, la mappa con cui si individua l’albero, dotato di specifico codice da riportare sul modulo di adesione, che si compila e si invia direttamente dal sito, dopo essersi autenticati con il proprio SPID o con la tessera sanitaria. La mappa potrà essere implementata nelle prossime settimane con ulteriori zone.

Nel modulo si può indicare il nome della persona cui si intende dedicare l’albero, che verrà poi riportato su una targhetta. Ogni donazione potrà essere accompagnata da una dedica, che sarà visibile navigando sulla mappa telematica.

Per ogni albero viene chiesta una donazione di 150 euro, tramite il sistema Pago PA. La donazione sarà di 75 euro se effettuata entro 30 giorni dalla registrazione anagrafica di un nuovo nato. Con questa il Comune si impegna ad acquistare, mettere a dimora la pianta ed ad averne cura. Gli alberi donati, saranno piantati nel primo periodo disponibile (o entro marzo 2021 oppure entro dicembre 2021), a seconda della data del completamento dell’istruttoria, che avrà una durata massima di 15 giorni.

20 anni di Giorno della Memoria

19 gennaio 2020 – Diretta con Maurizio Verona sulle leggi razziali e incontro di Kitty Braun con gli studenti dell'Istituto Comprensivo di Calenzano. Con queste due iniziative il Comune di Calenzano celebra il Giorno della Memoria, a 20 anni dalla sua istituzione con la legge n. 211 del 20 luglio 2000, anticipando quindi la risoluzione Onu che è del novembre 2005.

Nonostane il covid, ferma è la nostra volontà di celebrare una ricorrenza così importante a 20 anni dalla sua istituzioneha commentato il Sindaco Riccardo Prestini -. È un impegno verso tutta la cittadinanza e in particolar modo verso le nuove generazioni, perché ricorda una parte atroce della nostra storia, affinché non si ripeta. Nel 2021, così come è stato nel 2020, purtroppo non si potranno accompagnare i ragazzi nel Viaggio della Memoria, ma sono convinto che le parole di Kitty Braun sapranno imprimersi nella memoria dei nostri studenti. Ringrazio il nostro Istituto Comprensivo, per il ruolo fondamentale nella formazione e preparazione delle nuove generazioni, e ringrazio Maurizio Verona, per il suo impegno costante affinchè la storia non abbia ad essere riscritta”.

Mercoledì 27 gennaio, alle 18 in diretta sui canali social di Facebook e Youtube “Calenzano Post”, si terrà l'incontro Il fascismo e le leggi razziali: ieri, oggi... domani? con i saluti del Sindaco Riccardo Prestini. Ne discutono Italo Casadio, Presidente della Commissione Consiliare Pace e Coooperazione del Comune di Calenzano e Maurizio Verona, Sindaco di Stazzema e Presidente del Parco della Pace di Sant'Anna di Stazzema.

La mattina di martedì 2 febbraio Kitty Braun, sopravvissuta all'Olocausto, racconta la sua esperienza, dalle leggi razziali ai campi di sterminio nazisti, agli studenti delle terze medie dell'Istituto Comprensivo di Calenzano. L'incontro, in videoconferenza, prevede i saluti del Sindaco Riccardo Prestini, del Dirigente Scolastico Giuseppe Tito e l'introduzione di Camilla Brunelli, Direttore Museo della Deportazione di Prato. L'Amministrazione Comunale donerà una copia del libro La mia Testimonianza di Kitty Braun (La Giuntina) ai partecipanti.

Il Comune vicino ai cittadini

14 gennaio 2021 – Agenti della Polizia Municipale a piedi, in centro e nelle frazioni, per garantire una maggiore vicinanza dell’amministrazione ai cittadini. È il progetto dei vigili di prossimità, per il quale il Comune ha ottenuto un finanziamento della Regione Toscana.

Gli agenti si metteranno a disposizione dei cittadini, con particolare riferimento a quelli più deboli o vulnerabili, raccogliendo segnalazioni o reclami, garantendo un maggiore controllo del territorio e rafforzando quindi la percezione di sicurezza.

Gli agenti a piedi costituiranno un importante presidio di controllo sul territorio – ha commentato il Sindaco Riccardo Prestini –, svolgendo anche una funzione deterrente per azioni di vandalismo e altri reati. Saranno inoltre un punto di riferimento per i cittadini, che potranno chiedere chiarimenti o presentare istanze direttamente ai vigili presenti in strade, piazze e giardini”.

Gli agenti avranno anche il ruolo di coordinamento delle segnalazioni presentate tramite la app Municipium, sia per la verifica delle stesse, sia per monitorare la soluzione dei problemi evidenziati dai cittadini, da parte degli uffici competenti.

Il progetto ha l’obiettivo di garantire una maggiore presenza sul territorio – ha spiegato la Comandante della Polizia Municipale Maria Pia Pelagatti -, favorendo la cultura del dialogo, dell’ascolto e della partecipazione attiva, del rispetto delle regole e della legalità. Il vigile di prossimità infatti potrà entrare in relazione diretta con i cittadini, informando e spiegando le regole e anche intervenendo con le sanzioni laddove necessario”.

Una presenza particolare sarà garantita nelle frazioni di Carraia, Le Croci e Legri, dove gli agenti di prossimità si recheranno almeno una volta a settimana. Qui, oltre alla presenza a piedi, ci sarà anche l’ufficio mobile della Polizia Municipale, che potrà servire da vero e proprio presidio istituzionale.

Riprende lo screening oncologico a cura di ISPRO

07 gennaio 2021 – Dalla prossima settimana riprenderanno gli screening per il tumore al colon-retto, a cura dell’ISPRO. Per facilitare la partecipazione, le provette verranno inviate per posta, con tutte le indicazioni utili alla consegna dei campioni.

In questi mesi, sia per paura sia perché ritenuto non prioritario, è avvenuto un brusco calo di prestazioni, interventi diagnostici e terapeutici – ha commentato l’Assessore alle Politiche Sociali Stefano Pelagatti -. I fattori socio-economici influiscono sulla salute delle persone, con il Covid questi fattori potrebbero diventare esponenziali non solo per la contagiosità del virus, ma anche per gli effetti indiretti che questo avrà sulle future patologie, di cui sono venute meno le cure preventive. Ben venga quindi questa iniziativa di ISPRO, per promuovere la prevenzione. Invito tutti i cittadini interessati ad aderire alla campagna".

A partire dalla metà di gennaio, i cittadini tra i 50 e i 70 anni riceveranno per posta la provetta per effettuare il test del sangue occulto direttamente a domicilio. Insieme alla provetta saranno inviate tutte le indicazioni per il test e per la consegna dei campioni alla Casa della Salute entro 6/8 settimane dal ricevimento dell’invito. L’invio sarà graduale e proseguirà fino a fine febbraio.

Calenzano aderisce alla rete antidiscriminazione Re.a.dy

5 gennaio 2021 – Il Comune di Calenzano aderisce a RE.A.DY, rete nazionale delle pubbliche amministrazioni anti discriminazioni per orientamento sessuale e identità di genere.

L’obiettivo è la diffusione di politiche, condivise tra le amministrazioni locali, che promuovano l’inclusione sociale per lesbiche, gay, bisessuali e transgender (LGBT).

Secondo l’art. 3 della Costituzione tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono uguali davanti alla legge senza distinzione di sesso – ha detto l’Assessore alle Pari Opportunità Laura Maggi -, tuttavia la nostra Carta, e in particolare questo articolo, non potrà dirsi pienamente attuato fino a che non vengano garantiti i diritti di gay, lesbiche, bisessuali e transgender. L’Amministrazione è sensibile a questi temi e già portiamo avanti politiche in questo senso. Operare in rete, a livello regionale, nazionale e anche europeo, ha l’obiettivo di fare la differenza”.

La carta di intenti della rete prevede l’individuazione di attività di promozione, campagne di comunicazione, esperienze formative, progetti da condividere a livello nazionale ed europeo, azioni concordate con le associazioni LGBT, che abbiano come finalità il riconoscimento dei diritti di tutti i cittadini, a prescindere dal loro orientamento sessuale.

In Italia – si legge nella carta di intenti della rete - le persone lesbiche, gay, bisessuali, transessuali e transgender (lgbt) non godono ancora di pieni diritti e spesso vivono situazioni di discriminazione nei diversi ambiti della vita familiare, sociale e lavorativa a causa del perdurare di una cultura condizionata dai pregiudizi”.

Prime vaccinazioni alla RSA Villa Magli

01 gennaio 2021 – Domenica prossima saranno vaccinati gli ospiti della RSA Villa Magli. Inizia così anche a Calenzano la campagna di vaccinazione contro il Covid-19.

"Iniziamo questo nuovo anno con una buona notizia – ha detto il Sindaco Riccardo Prestini -, sperando che si possa arrivare in tempi rapidi a immunizzare tutti i soggetti più fragili. Il nostro auspicio è che le autorità sanitarie, centrali e regionali, definiscano modalità eque di somministrazione del vaccino, che diano priorità ai soggetti maggiormente a rischio, senza creare corsie preferenziali e discriminazioni”.

Anche il Consiglio Comunale, con una mozione presentata e votata dai gruppi di maggioranza, PD e Calenzano Futura, ha espresso la necessità di una campagna di vaccinazione che agevoli la partecipazione dei soggetti più fragili, che sia rapida e lineare e che preveda adeguati presidi territoriali a Calenzano.

Come ogni campagna di vaccinazione è importante che i cittadini siano adeguatamente informati – ha concluso il Sindaco -, sia sulle modalità per accedere alla protezione, in base alle priorità definite dalle autorità, sia in merito agli aspetti più prettamente scientifici, definiti dal sistema sanitario e veicolati anche con i mezzi di comunicazione a nostra disposizione. Vaccinarsi è un dovere e un atto di responsabilità per tutelare la propria salute e proteggere quella degli altri, a partire dai nostri cari, con i quali siamo in contatto. Anch’io, appena possibile mi vaccinerò, certamente dopo coloro che sono a maggiore rischio”.

Valibona, anniversario virtuale della battaglia

28 dicembre 2020 – Il 3 gennaio saremo in zona rossa e non sarà possibile organizzare la cerimonia per il 77° anniversario della battaglia di Valibona. Alcuni rappresentanti del Comune e dell’ANPI saliranno sulla Calvana per una cerimonia che sarà trasmessa online sui social Calenzano Post.

Purtroppo non sarà possibile celebrare come di consueto l’anniversario della battaglia – ha detto il Sindaco Riccardo Prestini -. Il 3 gennaio infatti i cittadini non possono muoversi, essendo, sia Calenzano che tutto il Paese, in zona rossa. Sarà comunque presente una delegazione con Amministratori e ANPI per deporre la corona e ricordare i tre partigiani morti in battaglia”.

Tutte le celebrazioni dovranno svolgersi con la sola presenza della delegazione istituzionale.

Inizieranno dal cimitero di Calenzano, dove è sepolto il partigiano Vladimiro, giustiziano a Valibona al termine della battaglia. Ci si sposterà poi davanti alla caserma dei Carabinieri per un omaggio alla memoria del Maresciallo Alfredo Pierantozzi, morto per mano fascista a margine della battaglia. Sarà infine deposta la corona alla lapide in piazza Vittorio Veneto e poi la delegazione si sposterà a Valibona, per la cerimonia al cippo.

Per permettere ai cittadini di assistere alle orazioni istituzionali che si terranno a Valibona, queste saranno registrate e poi trasmesse sui canali FB, Instagram e Telegram Calenzano Post nel tardo pomeriggio.

La scomparsa del “Generale”. Il ricordo del Sindaco

26 dicembre 2020 – Il 2020, anno già terribile per l’emergenza COVID-19, si porta via anche Giovanni Trallori, noto come “Il Generale”, deceduto la vigilia di Natale, a sei mesi dalla scomparsa del fratello.

Personaggio noto ai calenzanesi, Trallori ha rappresentato negli anni un interlocutore politico, sia per i militanti che per gli Amministratori che si sono susseguiti sugli scranni del Consiglio Comunale. L’Amministrazione ha quindi accettato la proposta di accogliere la salma nella sala consiliare, dove sarà esposta la mattina di lunedì 28 dicembre a partire dalle ore 10.


Riportiamo il ricordo del Sindaco Riccardo Prestini.


Trallori era un personaggio molto conosciuto nella comunità di Calenzano, soprattutto tra le persone che hanno maggiori legami e radici con il “Paese”, che ha vissuto negli ultimi decenni una profonda trasformazione da una realtà rurale,  in una cittadina dinamica, produttiva e attiva in tutti i settori economici-sociali-culturali.

Fin dalla mia candidatura a Sindaco e poi dopo la mia elezione, ho avuto modo di parlare spesso con Gianni, potendone apprezzare l’ecletticità, la capacità di spaziare tra argomenti diversi: dalla discussione politica, alla storia e alla filosofia della vita.

Di Gianni ricordo soprattutto la grande coerenza, con un sistema di valori, politici e sociali, che oggi vengono ritenuti superati, ma che il Generale riteneva ancora essenziali, vedendo nella loro messa in discussione e nella loro perdita, un impoverimento e un dannoso allontanamento da princìpi e da comportamenti che mettessero al centro della vita sociale la persona e i suoi diritti, oltre che i suoi doveri.

Questa etica Gianni l’aveva appresa in una prima fase, da adolescente, con il contatto, anche se parziale, con Don Milani e poi con l’adesione alla visione politico-sociale marxista-leninista degli aspetti economici-sociali-culturali.

Ci mancheranno certamente il suo gusto per la conversazione sugli argomenti più disparati -  politica, cultura, senso della vita - la sua schiettezza nel discutere di politica, con interlocutori sia di “destra” ch di fatti ed eventi di una Calenzan e di “sinistra”, così come il ricordo, dovuto alla sua esperienza, di fatti ed eventi di una Calenzano indubbiamente remota ma che ha contribuito, in termini di valori, impegno e capacità intellettuale, a rendere possibile e costruire la realtà odierna.

Riposa in pace Gianni.

Il Sindaco Riccardo Prestini

Lavori per oltre un milione alla cassa di espansione La Gora

22 dicembre 2020 – Oltre un milione di euro dalla Regione Toscana per il completamento della cassa di espansione La Gora.

Con la delibera n. 1368/2020, la Regione ha approvato lo schema di accordo di programma con il Ministero dell’Ambiente, il 5° Accordo integrativo finalizzato alla programmazione ed al finanziamento di interventi urgenti e prioritari per la mitigazione del rischio idrogeologico. Tra gli interventi finanziati è presente il completamento della cassa di espansione La Gora per un importo di € 1.241.500.

L’Assessore Monia Monni: "La Regione è fortemente impegnata per la messa in sicurezza dei nostri territori sotto l’aspetto del rischio idraulico. Con l’ultimo accordo di programma, firmato con il Ministero dell’Ambiente, sono stati stanziati € 20.000.000,00, tra queste opere è stato finanziato anche il completamento della cassa di espansione de La Gora per € 1.241.500,00. L’opera sarà realizzata dal Consorzio di Bonifica che ringrazio per la professionalità e per il lavoro che svolge per tenere in sicurezza i nostri torrenti.”

Il Sindaco di Calenzano Riccardo Prestini: “Ringraziamo la Regione per questo ulteriore finanziamento, che ci consente di mettere definitivamente a regime la cassa di espansione La Gora. Con questa completiamo il percorso, iniziato molti anni fa, che ha portato alla messa in sicurezza idraulica di tutto il nostro territorio. La Regione Toscana dimostra ancora una volta lungimiranza, volendo investire sulla sicurezza idrogeologica, andando a finanziare opere specifiche e a recuperare quindi le situazioni che presentano maggiori rischi di alluvioni e allagamenti”.

Nuovo sito web: lavori in corso

22 dicembre 2020 – Il 2021 si aprirà con il nuovo sito del Comune, con nuove funzionalità, un’accessibilità migliore e una nuova grafica. La migrazione è già in corso, per cui potrebbero verificarsi disagi nei prossimi giorni.

Il nuovo sito avrà la veste dello sportello telematico online, già attivo da un paio d’anni e utilizzato per i pagamenti di alcuni servizi. I contenuti rimarranno gli stessi dell’attuale sito.

Il nuovo sito del Comune di Calenzano sarà conforme alla normativa vigente e alle linee guida, dell'Agenzia per l'Italia Digitale, che nascono con la finalità di stabilire regole di usabilità web e design condivise, garantendo così al cittadino maggiori informazioni e un migliore accesso ai servizi.

Nel passaggio dal vecchio al nuovo sito potrebbero verificarsi disagi nella navigazione e di questo ce ne scusiamo fin da ora, ma vi chiediamo pazienza e anche collaborazione se vorrete segnalarci eventuali "bachi" sfuggiti alla nostra attenzione.

Potete inviare le vostre segnalazioni a e.petrolini@comune.calenzano.fi.it - i.melani@comune.calenzano.fi.it

La gentilezza nelle immagini di Calenzano: il calendario 2021

21 dicembre 2020 – Dodici immagini che rappresentano i paesaggi, le opere storiche e architettoniche e l’ambiente naturale di Calenzano. È il calendario 2021 del Comune, quest’anno dedicato al tema della gentilezza.

Ci affacciamo al nuovo anno – scrive il Sindaco Riccardo Prestini nell’introduzione - con l’auspicio che il peggio sia passato, che i momenti più duri della pandemia siano trascorsi e che si possa pensare a come riallacciare i rapporti nelle nostre comunità”.

Il calendario sarà pronto a partire da domani, martedì 22 dicembre. Quest’anno non potrà essere organizzata la consueta presentazione pubblica, ma si sono individuati otto punti, in centro e nelle frazioni, in cui sarà possibile trovare il calendario: sportello del cittadino, biblioteca, presidio ASL, ATC, farmacie di Settimello e Carraia, circoli di Le Croci e Legri.

Ogni mese, oltre a una bella foto di Calenzano, troverete una parola gentile – ha commentato l’Assessore alla Comunicazione Irene Padovani -, perché siamo convinti che, soprattutto in questo anno ancora così incerto e difficile, ci sia bisogno di riannodare i tanti fili di rapporti sociali, umani e emotivi che si sono incrinati nel 2020”.

Il calendario rientra nelle azioni di comunicazione gentile, che la Giunta si è impegnata a sostenere con l’adesione al manifesto della comunicazione non ostile, approvato nel dicembre 2019.

Nuova scuola primaria: approvato il progetto di fattibilità

16 dicembre 2020 – Approvato dalla Giunta il progetto di fattibilità della nuova scuola primaria, che sorgerà a La Fogliaia, nell’area compresa tra la scuola dell’infanzia Rodari e l’asilo nido Il Trenino.

La prima fase della progettazione, interna al Comune, darà il via al finanziamento nell’ambito del protocollo sottoscritto con Cassa Depositi e Prestiti e alla gara per l’affidamento dei servizi tecnici.

La realizzazione della nuova scuola primaria, oltre a soddisfare il crescente fabbisogno della popolazione scolastica, atteso per il prossimo triennio, consentirà al contempo, attraverso un’opportuna configurazione spaziale, di rispondere ai modelli didattici contemporanei, attraverso la creazione di spazi educativi innovativi, flessibili, accessibili, inclusivi e informatizzati.

L’edilizia scolastica è una delle sfide principali per la nostra amministrazione – ha commentato il Vicesindaco Alberto Giusti -, costruire scuole significa investire nel futuro di Calenzano. Approviamo un progetto di qualità che i progettisti della fase definitiva-esecutiva dovranno, se possibile, migliorare ancora, tenendo fede alla filosofia che sta improntando il nostro percorso: quella di un nuovo assetto e distribuzione degli spazi scolastici e della massima innovazione tecnica. Ringrazio gli uffici del Comune per la dedizione a questo progetto e per questo primo piccolo risultato raggiunto, nonostante le difficoltà di questo 2020”.

La nuova scuola sarà su due piani e caratterizzata da due blocchi funzionali, oltre al volume della palestra, il cui utilizzo sarà aperto a tutta la cittadinanza e avrà quindi un ingresso indipendente. L’edificio potrà ospitare due sezioni, oltre ad aule per laboratori, spazi per lo studio individuale e per lo studio collettivo, aula insegnanti, un locale per lo sporzionamento dei pasti e il refettorio.

Il progetto è stato redatto sulla base del protocollo di intesa sottoscritto con INDIRE, l’Istituto Nazionale di Documentazione, Innovazione e Ricerca Educativa, ente di ricerca del Ministero dell’Istruzione. L’obiettivo è la progettazione di spazi educativi coerenti con le innovazioni tecnologiche e con le evoluzioni della didattica, anche rispetto ad un nuovo rapporto con il territorio.

Crediamo in una scuola  che, come diceva Maria Montessori, “possa rendersi adatta alle capacità di ciascuno” - ha commentato l’Assessore alla Pubblica Istruzione Laura Maggi - e quella che stiamo costruendo nasce per rendere possibile tutto ciò. Grazie alla struttura ed agli arredi, la nuova scuola sarà in grado di riorganizzarsi, in modo dinamico e agile,  in “spazi” diversi ma sempre a misura di bambino, tenendo presente le esigenze e le caratteristiche di ognuno. Il percorso intrapreso con Indire ed Istituto Comprensivo ha come obiettivo finale di far sentire ogni piccolo alunno in un luogo sereno, sicuro ed accogliente. In un luogo in cui ci siano le condizioni ottimali perchè possa tirar fuori le proprie vocazioni ed acquisire amore per il sapere”.

I blocchi di cui è composto l’edificio si articolano intorno a un atrio, la piazza, che potrà ospitare le funzioni pubbliche della scuola, quali riunioni, feste della comunità scolastica, spettacoli e videoproiezioni. È questo il luogo centrale dell’edificio, sviluppato per favorire l’incontro, lo scambio e l’aggregazione della comunità scolastica.

La nuova scuola permetterà l’organizzazione di forme di apprendimento che esulano dal concetto di lezione frontale professore-alunno, a favore di spazi diversificati e complementari, per permettere agli alunni di vivere la scuola nella sua interezza. Spazi così concepiti favoriranno il coinvolgimento, la sinergia e l’esplorazione attiva dello studente, i legami cooperativi e lo “star bene a scuola”.

Aperto il bando per i buoni spesa

16 dicembre 2020 – Una nuova tranche di buoni spesa sarà erogata dal Comune, utilizzando le 95mila euro destinate dal Governo a Calenzano, così come è stato fatto la scorsa primavera, durante la prima ondata. Per richiederli c’è tempo fino al 29 dicembre, compilando il modulo pubblicato sul sito del Comune.

I buoni avranno validità fino a febbraio e il loro importo varia in base ai componenti del nucleo familiare. Possono richiederli quelle famiglie che, a seguito dell’emergenza sanitaria, non sono in grado di soddisfare le necessità più urgenti ed essenziali, secondo determinati requisiti.

Si dà così un ulteriore sostegno a quelle famiglie che sono state più esposte agli effetti economici a causa della pandemia – ha commentato l’Assessore al Welfare Stefano Pelagatti -, rispondendo ad un bisogno primario come quello alimentare. Questa misura si integra al servizio, attivo tutto l’anno, di erogazione di pacchi alimentari da parte del Centro di Ascolto Interparrocchiale, in collaborazione con il servizio sociale del Comune”.

Le persone in carico al servizio sociale professionale potranno rivolgersi o saranno chiamati dall'assistente sociale di riferimento.

Per info e modulistica clicca qui. Tel. 055 8833298 attivo dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13.

Il modulo di domanda dovrà essere inviato, a partire da martedì 15 dicembre 2020, alla e-mail del Comune di Calenzano: calenzano.protocollo@postacert.toscana.it, con allegata copia del documento di identità del firmatario e, per i cittadini stranieri, copia del permesso di soggiorno in stato di validità. I richiedenti saranno contattati telefonicamente dagli uffici comunali per concordare le modalità del ritiro dei buoni spesa.

Multiutility. Il Sindaco Riccardo Prestini: condividiamo la proposta, ma occorre coinvolgere tutte le comunità

11 dicembre 2020 - Il Sindaco Riccardo Prestini commenta le dichiarazioni in merito alla nascita della multiutility per rifiuti, energia e servizio idrico.

Condividiamo la proposta di creare una multiutility che aggreghi la gestione dei servizi pubblici essenziali: rifiuti, energia e servizio idrico. Esigenza peraltro da noi più volte sollecitata nell'ambito della Società Consiag S.p.A., dove sono rappresentati diversi comuni dell'area fiorentina e pratese, nella quale abbiamo sostenuto l’esigenza di costituire un soggetto capace di conseguire una crescita qualitativa e quantitativa dei nostri servizi, rendendoli più efficaci e permettendo una diminuzione dei costi per le nostre comunità, al fine di garantire, soprattutto dal punto di vista impiantistico ed organizzativo, una piena autonomia dei nostri territori rispetto a realtà operanti in altre regioni.

Quindi, niente da eccepire rispetto all'obiettivo strategico e sui tempi celeri entro i quali conseguirlo.

Quello che riteniamo vada ancora invece discusso, in modo aperto, trasparente e coinvolgendo tutte le realtà territoriali interessate al processo aggregativo - non dandolo come già definito, come invece traspare dalle dichiarazioni e dallo schema progettuale presentato dai Sindaci del Comune di Firenze, di Prato e di Empoli e dal Presidente Giani – riguarda altri aspetti essenziali: quali l'ingresso nella multiutility dei capitali privati e del loro ruolo in termini di controllo dei servizi pubblici; la modalità di scelta di chi deve supportare i Sindaci nel processo di individuazione e valutazione delle migliori soluzioni da mettere in atto, in coerenza con gli indirizzi prefissati.

Non possiamo permetterci - proprio per l'importanza della decisione intrapresa e per l'urgenza di dotare i nostri territori, e la Regione Toscana tutta, di una realtà all'altezza delle sfide che abbiamo d'avanti - di sottovalutare le esperienze passate, lasciando ai privati un ruolo decisivo nel governo di una società che deve garantire il controllo effettivo alla parte pubblica.

Dobbiamo dar vita a un soggetto la cui missione non sia esclusivamente quella di realizzare valore e risultati

economici per i soci,  ma piuttosto di conciliare l'economicità e l'efficienza delle gestioni all'attenzione allo sviluppo di servizi, alla loro gestione fuori da logiche emergenziali, ad un elevato livello di qualità, affidabilità e a prezzi giusti, realizzando in definitiva un alto valore anche sociale per i nostri territori e le nostre comunità.

Attendiamo i necessari approndimenti riguardo al percorso prospettato ieri e ci impegneremo per approfondire quanto ci verrà messo a disposizione.

Auspichiamo che da parte degli enti promotori ci sia la disponibilità all'ascolto e alla valutazione di quelle posizioni che, pur ribandendo la volontà di procedere nel progetto della Multiutility, pongono quesiti reali e importanti, cui dobbiamo dare risposta.

Riccardo Prestini

Sindaco di Calenzano

Il Sindaco invia gli auguri ai novantenni

10 dicembre 2020 – Quest’anno non sarà possibile organizzare la tradizionale Festa dei Novantenni, che di solito si tiene nel mese di dicembre.

Le norme infatti non consentono di organizzare eventi e, anche se nel frattempo le restrizioni dovessero allentarsi, non è certo opportuno invitare ad un evento collettivo le persone anziane, maggiormente esposte alle conseguenze del contagio.

Il Sindaco Riccardo Prestini ha quindi deciso di inviare a casa la pergamena-ricordo che di solito veniva consegnata quel giorno, nella quale si invia un augurio per “aver superato la venerabile soglia dei novant’anni, con il proprio bagaglio di esperienze di vita e la disponibilità a trasmetterle agli altri”.

Reato di propaganda del regime fascista

10 dicembre 2020 – Una legge di iniziativa popolare per introdurre il reato di “propaganda del regime fascista e nazifascista” e quindi la pena detentiva per chi fa propaganda di contenuti propri del partito fascista o del partito nazionalsocialista, tra cui anche l’esposizione di emblemi o simboli riconducibili a questi partiti durante eventi pubblici.

Si può aderire alla proposta di legge, dal titolo “norme contro la propaganda e la diffusione di messaggi inneggianti a fascismo e nazismo e la vendita e produzione di oggetti con simboli fascisti e nazisti”, firmando il modulo allo sportello del cittadino, così come hanno già fatto il Sindaco Riccardo Prestini, gli Assessori e alcuni consiglieri comunali.

Scopo di questa proposta di legge è dare attuazione nel modo più ampio possibile al divieto costituzionale di ricostituzione del disciolto Partito Fascista, tema già affrontato dalla “proposta di legge Fiano”, che però è stata approvata solo da un ramo del Parlamento durante la passata legislatura.

Piazze reali “online”

07 dicembre 2020 – Giovedì 10 dicembre alle 18 si terrà il prossimo appuntamento di “Piazze reali online”, il ciclo di dirette social organizzato al posto delle assemblee nei circoli, previste fino a metà dicembre. Il Sindaco e la Giunta saranno in diretta sul canale Youtube e sulla pagina FB “Calenzano Post”.

I cittadini potranno interagire, inserendo le proprie domande tra i commenti di entrambi i social. Il Sindaco e gli Assessori risponderanno durante la diretta. Ogni diretta è in sostituzione di un’assemblea che avrebbe dovuto tenersi in un circolo e partirà da un argomento specifico, relativo alla zona in cui si trova il circolo che avrebbe dovuto ospitarla.

L’iniziativa di giovedì prossimo sostituisce l’assemblea del circolo Arci di Carraia, pertanto la discussione partirà dagli interventi e le opere del POC che riguardano la frazione, la pista ciclabile Carraia-Calenzano finanziata da Autostrade, il giardino lungo la Marina e la ex-polveriera.

CiviCa riapre su prenotazione

07 dicembre 2020 – Sulla base dell’ultimo DPCM CiviCa riaprirà al pubblico dal 9 dicembre, ma solo su prenotazione.

Ecco i servizi che sarà possibile prenotare:

  • postazioni studio, postazioni internet e emeroteca;
  • consultazione a scaffale rispettando il numero massimo di persone consentito per evitare assembramenti e aggregazione;
  • prestito con ritiro al desk.

Le restituzioni del materiale continueranno ad essere consentite esclusivamente nel box esterno h24.

La sala bambini rimane chiusa.

Si ricorda che per accedere alla biblioteca è obbligatorio indossare la mascherina e igienizzarsi le mani. Potrà essere rilevata la temperatura corporea impedendo l'accesso in caso di temperatura superiore a 37,5°.

La biblioteca sarà aperta il lunedì dalle 15 alle 19, dal martedì al venerdì dalle 9 alle 19, il sabato dalle 9 alle 13.

Info e prenotazioni: 055 8833421 biblioteca@comune.calenzano.fi.it

CiviCa per le feste: pacchi sorpresa ed eventi online

04 dicembre 2020 – Pacchi sorpresa e circa venti eventi online. CiviCa rimane accanto agli utenti e offre nuovi servizi e occasioni di svago e approfondimento culturale.

Gli ultimi provvedimenti governativi ci prospettano festività invernali all’insegna dell’isolamento – ha commentato l’Assessore alla Cultura Irene Padovani –, ma noi vogliamo comunque offrire un’opportunità di intrattenimento e crescita culturale ai nostri cittadini. Non possiamo organizzare il tradizionale programma di ‘Luci d’inverno’, ma proponiamo una corposa rassegna online e nuovi servizi per agevolare la scelta dei materiali da prendere in prestito. Sarà la cultura a tenerci compagnia”.

Dal 9 al 23 dicembre sarà possibile prenotare un pacco a sorpresa. Basterà scegliere il settore di interesse e fare la propria richiesta per email o per telefono. Il personale di CiviCa preparerà un pacco sorpresa da prendere in prestito.

Una ventina gli eventi online organizzati tra letture animate, poesia e incontri a tema, come le quattro puntate di “Una notte in biblioteca”, gli eventi per bambini di “Olga e Vladimiro in biblioteca”, gli “Assaggi di autore”, i “Racconti del brivido” e gli incontri sulla gentilezza.

Scarica il programma completo.

Contributo straordinario per l’affitto

04 dicembre 2020 – 35mila euro per sostenere i nuclei in difficoltà con il pagamento dell’affitto, perché hanno avuto una riduzione del reddito causata dalla pandemia. È lo stanziamento del Comune, grazie al quale si rinnova la misura già presa per i mesi di aprile, maggio e giugno.

"Abbiamo deciso di mettere fondi interamente comunali per un nuovo contributo straordinario per l’affitto – ha spiegato l’Assessore alla Casa Stefano Pelagatti -, dopo quello del primo semestre finanziato in parte dalla Regione. In questo modo vogliamo dare un sostegno alle famiglie o ai singoli, permettendo loro di uscire da questo momento di difficoltà e prevenendo quindi sfratti e altre situazioni di emergenza sociale”.

Potrà accedere al contributo chi ha avuto una riduzione del reddito di almeno il 30%, a causa dell’emergenza sanitaria. Il contributo potrà essere richiesto per un massimo di tre mesi, anche non consecutivi, da luglio a dicembre 2020.

Il bando sarà pubblicato il 9 dicembre e si potrà fare richiesta fino all’11 gennaio.

Rinnovata la riduzione della TARI per imprese e negozi

2 dicembre 2020 – Oltre 250 mila euro a sostegno di imprese, negozi e altre realtà che hanno dovuto sospendere la propria attività, a causa della pandemia di Covid19. Sono le risorse destinate dal Comune dall’inizio dell’anno, sia per la riduzione della TARI durante la prima fase della pandemia sia per questa nuova riduzione.

Alcune attività hanno risentito in maniera pesante degli effetti economici della pandemia – ha commentato l’Assessore al Bilancio Damiano Felli, il rinnovo di questa misura dà loro un po’ di respiro, con la consapevolezza che le conseguenze delle restrizioni si faranno sentire ancora nei prossimi mesi e che ci sarà bisogno di ulteriori interventi da parte delle istituzioni nazionali e regionali”.

La riduzione della TARI è contenuta nell’ultima variazione di bilancio, approvata lunedì dal Consiglio Comunale e quindi sarà detratta dall’acconto TARI 2021. È calcolata, con percentuali diverse in base al tipo di attività, nella parte variabile della tariffa, che per alcune categorie viene praticamente azzerata.

Cammino di San Jacopo. Calenzano aderisce al progetto

2 dicembre 2020 – Calenzano ha aderito al progetto di valorizzazione del “Cammino di San Jacopo”, approvato all’unanimità dal Consiglio Comunale. Un percorso storico-naturalistico che collega Firenze a Prato, Pistoia e Lucca, passando anche dal nostro territorio.

Noto come il “piccolo cammino di Santiago” in Toscana, il percorso riscopre e valorizza un’antica direttrice viaria, la Via Cassia – Clodia. Si snoda per 110 km, passando da 17 diversi Comuni e costituisce un tratto del Cammino verso Santiago di Compostela, attraversando un territorio ricco di testimonianze storiche, artistiche, naturalistiche e religiose.

Sul percorso calenzanese si trovano, importanti presidi storici e architettonici, come il Castello e il borgo medievale di Calenzano Alto, la pieve di San Donato, oltre alle bellezze naturalistiche, come il punto panoramico alle Cappelle di Settimello, il parco di Travalle.

Uno degli obiettivi del progetto, presentato dall’Associazione Comunità Toscana il Pellegrino di Firenze e che riunisce tutti i Comuni coinvolti nel cammino, è quello di valorizzare i territori e le attività economiche e ricettive presenti.

Un obiettivo quanto mai importante nel momento in cui il settore turistico vive un momento di grande incertezza, dal quale sta emergendo l’esigenza di incrementare le vacanze all’aria aperta, il turismo lento, basato su parchi naturali e cammini storici.

Piazze reali “online”

1 dicembre 2020 – Giovedì 3 dicembre alle 18 si terrà il prossimo appuntamento di “Piazze reali online”, il ciclo di dirette social organizzato al posto delle assemblee nei circoli, previste fino a metà dicembre. Il Sindaco e la Giunta saranno in diretta sul canale Youtube e sulla pagina FB “Calenzano Post”.

I cittadini potranno interagire, inserendo le proprie domande tra i commenti di entrambi i social. Il Sindaco e gli Assessori risponderanno durante la diretta. Ogni diretta è in sostituzione di un’assemblea che avrebbe dovuto tenersi in un circolo e partirà da un argomento specifico, relativo alla zona in cui si trova il circolo che avrebbe dovuto ospitarla.

L’iniziativa di giovedì prossimo sostituisce l’assemblea del circolo Arci La Vedetta di Settimello, pertanto la discussione partirà dai progetti di forestazione, della nuova scuola primaria, del parco delle Carpugnane e del monitoraggio sulla qualità dell’aria svolto con le centraline di Arpat e dell’Università.

Mercatino di filiera corta

30 novembre 2020 – Un mercato di filiera corta con i prodotti delle aziende agricole del territorio. È promosso dal Comune e organizzato dall’ATC per domenica 6 dicembre, dalle 10 alle 18 in piazza Vittorio Veneto.

L’evento è stato organizzato per dare la possibilità alle aziende agricole di vendere i propri prodotti, data la difficoltà della vendita diretta a causa della restrizione degli spostamenti in zona rossa.

Al momento sono 11 le aziende ad aver aderito, ma le iscrizioni sono aperte fino a giovedì 3 dicembre, presso l’ATC 055 0502161 – segreteria@atccalenzano.it

Al mercatino troverete Villa Humbourg, Mugello Tartufi, Dimitri Costantini, Podere Montisi, CasaMatta, Fattoria di Macia, Scorgiano, Lama, Villani-Semia, Massedonica, Orto di Casaglia.

L’evento si svolgerà nel rispetto delle normative anti-contagio. Si dovrà indossare la mascherina, igienizzare le mani, mantenere la distanza di almeno un metro dalle altre persone.

Cambia la raccolta dei rifiuti per i positivi

27 novembre 2020 – Nuove modalità per la raccolta rifiuti per i cittadini positivi, che potranno conferire i rifiuti direttamente in strada, secondo le indicazioni fornite da Alia. In questo modo si conta di snellire i tempi e recuperare quindi i ritardi accumulati.

Nelle ultime settimane ci sono stati numerosi disagi, a causa dei ritardi nell’attivazione del servizio di raccolta rifiuti per i cittadini positivi al Covid – ha detto l’Assessore all’Ambiente Irene Padovani -. Insieme agli altri Comuni, abbiamo sollecitato più volte il gestore per individuare modalità più tempestive e efficaci. Ringraziamo i cittadini per le segnalazioni e ci auguriamo che il nuovo sistema sia risolutivo e che riesca a fornire un servizio adeguato a chi ha già molte preoccupazioni e problemi organizzativi in seguito al contagio”.

I problemi sono stati dovuti, soprattutto nella fase iniziale, principalmente ai ritardi nel tracciamento, a causa dell’elevato numero di casi, da parte del Dipartimento di Prevenzione che segnala i casi positivi al Comune e di conseguenza al gestore. Questo ha fatto sì che le richieste di attivazione del servizio rifiuti potevano essere inviate in notevole ritardo.

Successivamente il problema sollevato da Alia è stato quello di dover gestire molte richieste in una modalità, il ritiro a domicilio, che prevedeva notevole impegno di tempo e persone. Con il precedente sistema, previsto da un’ordinanza regionale del marzo scorso quando i casi erano notevolmente inferiori, i cittadini positivi dovevano inserire i rifiuti non differenziati nei sacchi forniti da Alia, opportunamente chiusi e inseriti in un bidoncino, che gli operatori ritiravano direttamente al domicilio e lo sostituivano con uno nuovo.

La Regione Toscana è intervenuta con una nuova ordinanza: ai cittadini in quarantena perché positivi al Covid-19 verrà consegnato un kit con i sacchi e il materiale per la chiusura, da utilizzare per il conferimento dei rifiuti, che non vanno differenziati, direttamente in strada. Il ritiro avverrà secondo il calendario comunicato, con una cadenza di due volte a settimana in orario prevalentemente notturno.

I cittadini che sono in quarantena perché sono stati in contatto diretto con un positivo, non riceveranno il kit. Non devono differenziare i rifiuti e devono conferirli con le modalità previste per i rifiuti indifferenziati nella propria zona.

Per contattare Alia Servizi Ambientali chiamare il Call Center, attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 19.30 e il sabato dalle 8.30 alle 14.30, ai numeri 800.888.333 (da rete fissa, gratuito), 199.105.105 (da rete mobile, a pagamento, secondo i piani tariffari del proprio gestore) oppure 0571-1969333 (da rete fissa e rete mobile).

Bonus sport esteso alla fascia 0-5 anni

26 novembre 2020 – Il contributo del Comune per le spese sportive sostenute dalle famiglie per l’anno sportivo in corso, inizialmente previsto per i bambini da 6 a 14 anni, è stato esteso anche alla fascia di età 0-5 anni.

L’ulteriore bonus è stato definito dalla Giunta per i nuclei che hanno un’attestazione ISEE non superiore a 25mila euro.

Sarà un contributo una tantum di 50 euro, rivolto ai bambini iscritti ad un’associazione sportiva, attribuito secondo una graduatoria unica comunale. Le domande andranno presentate entro il 20 dicembre. Vai al bando.

Il centro commerciale naturale diventa virtuale

25 novembre 2020 – Ancora non sappiamo di che colore sarà la nostra Regione per le festività, ma il Comune mette a disposizione alcuni servizi per sostenere negozi di vicinato e aziende agricole, che maggiormente hanno sofferto delle limitazioni della propria attività.

Prima delle festività sarà operativa una piattaforma per la vendita online, realizzata dal Comune e collegata al sito ufficiale dell’ente, cui potranno aderire i negozi di vicinato per vendere i propri prodotti a domicilio.

Abbiamo incontrato i commercianti nei mesi scorsi – ha detto il Sindaco Riccardo Prestini -, rilevando un diffuso interesse a questo progetto. Tramite la piattaforma i negozi di vicinato avranno la possibilità di mostrare i prodotti che hanno a disposizione e di venderli direttamente online, come avviene per le grandi realtà della vendita virtuale. Andiamo così a costituire una sorta di centro commerciale naturale virtuale, allo scopo di sostenere le realtà commerciali che stanno risentendo in maniera pesante delle restrizioni anti-contagio”.

Sempre con l’obiettivo di mantenere vivo il tessuto commerciale e di produzione agricola e artigianale locale, il Comune ha confermato l’allestimento di luci natalizie per le vie del capoluogo e in piazza Vittorio Veneto.

Inoltre domenica 6 dicembre si terrà un mercatino dei prodotti del territorio, cui potranno aderire le aziende agricole, che hanno avuto difficoltà nella vendita diretta a causa delle restrizioni sugli spostamenti. Il mercatino, promosso dal Comune e organizzato dall’ATC si terrà in piazza Vittorio Veneto dale 10 alle 18.

Erp: aperto il bando mobilità

25 novembre 2020 – E’ aperto fino al 15 dicembre il bando per la mobilità tra alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica, destinato a chi è già assegnatario di casa popolare e ha l'esigenza di spostarsi in un alloggio più adatto alla sua situazione familiare.

I motivi possono riguardare i casi di sovraffollamento, sottoutilizzo, barriere architettoniche, necessità legate alle cure assistenziali e casi sociosanitari. Nei primi mesi del nuovo anno sarà pubblicato invece il bando generale ordinario per  l'accesso agli alloggi ERP.

In occasione del bando sono state svolte alcune verifiche, allo scopo di individuare situazioni di sovraffollamento o di sottoutilizzo degli alloggi presenti a Calenzano, come previsto dalla legge regionale, con l’obiettivo di razionalizzare gli spazi e dare quindi maggiori opportunità con il patrimonio edilizio esistente.


“La mobilità potrà avvenire su richiesta dei nuclei familiari o anche d’ufficio – ha spiegato l’Assessore alla Casa Stefano Pelagatti -, ma tenendo conto di alcuni importanti principi. Oltre all’adeguatezza dello spazio per il nucleo familiare, si terrà conto anche di altri fattori, come il mantenimento dei legami sociali stretti dai nuclei familiari e quindi il rispetto della zona scelta dagli assegnatari”.

Per poter avviare il procedimento d’ufficio quindi sarà necessario che l'alloggio a disposizione sia nella stessa zona di quello originariamente assegnato o nella zona richiesta dall’interessato. Se l’alloggio proposto non viene accettato, verrà garantita la permanenza nell’alloggio di origine attraverso un adeguamento del canone, come previsto dalla normativa.

Inoltre per procedere d'ufficio deve trattarsi di una situazione consolidata, cioè esistente da almeno due anni e tali procedimenti non potranno essere avviati nei casi in cui il nucleo sia composto da soggetti con più di 70 anni o siano presenti soggetti con certificazione di handicap o invalidità.

“Con il bando della mobilità – ha concluso Pelagatti – vogliamo razionalizzare gli spazi a nostra disposizione, salvaguardando le condizioni sociali e aumentando la capacità di risposta ad un bisogno sempre crescente. Siamo ben coscienti che questo non basta a dare una risposta, se non viene affiancato al più presto da una vera azione politica su questo tema, di livello nazionale e regionale, assente già da troppo tempo, che porti all'aumento del patrimonio immobiliare a disposizione e quindi a un numero maggiore di nuove assegnazioni”.

Scarica il bando di mobilità

Progetto esecutivo per il muro in via di Casaglia

24 novembre 2020 – Approvato il progetto esecutivo per il rifacimento di un muro in via di Casaglia. Si potrà ora avviare la gara, per l’intervento da svolgere nel 2021.

Nel tratto di strada che conduce alla chiesa di San Pietro a Casaglia è infatti presente da alcuni anni uno smottamento, causato dalle piogge intense, che ha portato al cedimento del muro di sostegno della strada. Il progetto prevede quindi il consolidamento e la sistemazione del tratto di muro, per circa 20 metri.

L’intervento prevede un investimento di 70mila euro, per il quale il Comune ha ottenuto un contributo regionale nell’ambito della difesa del suolo.

La fabbrica delle esperienze, nuovo progetto per bambini e famiglie

24 novembre 2020 – Si chiama “Community HUB: la fabbrica delle esperienze” ed è un progetto della Cooperativa Convoi in collaborazione con il Comune, rivolto ai bambini da 0 a 6 anni e alle loro famiglie.

La fabbrica delle esperienze verrà realizzata nei locali dell’asilo nido CLAP e prevederà laboratori e dimostrazioni di vere e proprie botteghe artigiane, per i bambini insieme ai genitori. Il progetto prevede anche la messa a disposizione di uno spazio da destinare ai genitori che stanno lavorando in “smart working”.

Verrà inviato un questionario alle famiglie per coinvolgerle nel progetto – ha detto l’Assessore alla Pubblica Istruzione Laura Maggi -, al fine di avviare con loro una relazione di ascolto e co-progettazione di interventi, partendo dai loro bisogni per creare spazi polifunzionali e innovativi, da affiancare ai nidi e alle scuole di infanzia, che ne costituiranno un’estensone di esperienze e servizi alla comunità”.

Rinviata “Calenzano premia lo sport”

23 novembre 2020 – “Calenzano premia lo sport”, la tradizionale festa con cui si premiano gli sportivi più meritevoli, è stata rinviata a quando la situazione sanitaria lo consentirà.

E’ una festa molto sentita sia dall’Amministrazione che dalle associazioni e dai singoli atleti – ha commentato l’Assessore allo Sport Laura Maggi -. Per questo ci è sembrato doveroso mantenere tale occasione rimandandola a quando sarà possibile organizzare eventi di questo tipo. La data e i modi della premiazione saranno condivisi con la consulta dello sport per trovare il momento più idoneo a sottolineare il talento dei nostri atleti ed il valore di tutte le società sportive di Calenzano”.

Intanto è stata inviata la comunicazione a tutte le associazioni per chiedere la segnalazione degli atleti che si sono distinti in competizioni di carattere regionale, nazionale e mondiale. Gli atleti calenzanesi che fanno parte di società di altri Comuni, possono inviare una segnalazione a sport@comune.calenzano.fi.it

Violenza sulle donne: campagna social e eventi online

23 novembre 2020 – Metti qualcosa di rosso alla tua finestra. È la campagna social promossa dal Comune in occasione del 25 novembre, Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne, insieme ad alcuni eventi online promossi da CiviCa.

Da oggi e per tutta la settimana si potrà postare una foto della propria finestra o del proprio balcone, dove si è appeso qualcosa di rosso, il colore simbolo della giornata. La foto potrà essere caricata sulla pagina FB Calenzano Post o sul proprio profilo Instagram con l’hashtag #calenzanocontrolaviolenzasulledonne

Il 25 novembre, sulla pagina FB di CiviCa saranno pubblicati alcuni contributi culturali su questo tema. Alle ore 11 "Quelle strane frequenze del cuore " con Alessia De Rosa e Andrea bruni dell’Associazione Culturale Zera. Alle ore 4 una lettura da "La donna che sbatteva nelle porte" di Roddy Doyle a cura di Manola Nifosì del Centro iniziative Teatrali. Alle ore 17 la lettura del racconto "La Paura" di Alba de Céspedes a cura di Lorenzo Degl'Innocenti con introduzione di Marco Vichi. Alle ore 19 un saluto di Daniela Morozzi su "Bread&Roses. Storie di ordinaria discriminazione".

La banda ultralarga sbarca a Calenzano

19 novembre 2020 – Si concludono a fine mese i lavori di Estracom per la rete ultraveloce, installata sia in zona residenziale che industriale nel capoluogo e a Settimello.

Questo progetto è partito prima della pandemia – ha commentato il Sindaco Riccardo Prestini -, quando ancora non era così evidente e diffusa la necessità di una tecnologia all’avanguardia, capace di supportare un utilizzo massivo della rete, come poi è avvenuto durante il lockdown con lo smartworking e la didattica a distanza”.

La rete è realizzata in modalità Fiber To The Home (FTTH), letteralmente “fibra fino a casa”. L’intera tratta dalla centrale all’abitazione del cliente è infatti in fibra ottica. Una rete “a prova di futuro”, in grado di supportare tutte le potenzialità delle nuove tecnologie che arriveranno nei prossimi anni.

Grazie alla collaborazione con Estracom – ha concluso il Sindaco - riusciamo a fornire un servizio di eccellenza ai cittadini e alle imprese, garantendo la loro competitività sul mercato globale, della zona più urbanizzata, contando che arrivino presto finanziamenti statali per rispondere anche a quelle zone considerate ‘a fallimento di mercato’, ossia Carraia, Legri e Le Croci. In queste frazioni è comunque è presente il servizio ADSL e l’Amministrazione ha chiesto a Telecom un incremento delle postazioni disponibili, per garantire l’accesso a tutti gli utenti”.

Il progetto riguarda:

  • la copertura di 6228 unità abitative

  • la copertura di 1123 utenze business

  • la posa di circa 50 km di infrastruttura di cui più del 60% è stata realizzata grazie al riutilizzo di cavidotti e infrastrutture di rete esistenti, evitando nuovi scavi;

  • velocità di connessione fino a 1 Gigabit/sec assicurando così perfomance elevate, maggiore affidabilità di connessione e maggiore efficienza rispetto alle tecnologie tradizionali in rame.

Estracom da tempo non si occupa solo di portare le infrastrutture nei territori – ha spiegato Fabio Niccolai direttore generale di Estracom - per noi è fondamentale dialogare con chi amministra per poter creare dei progetti che grazie alla tecnologia Fiber to the home, altamente performante, possono rispondere a esigenze mirate”.

Paolo Abati direttore generale di Estra ha ribadito l'importanza del rapporto tra la multiutility e i territori di riferimento: "Estra è un’azienda solida e dinamica ma non ha mai perso di vista le sue origini. E questo è anche il valore aggiunto per le nostre comunità di riferimento. La fibra è un esempio: siamo stati tra i primi ad investire nel cablaggio e grazie a questo oggi molti Comuni come Calenzano possono usufruire di servizi digitali innovativi”.

Interventi della VAB per la pulizia dei boschi

18 novembre 2020 – Due interventi di pulizia dei boschi da discariche abusive. Li ha tenuti la VAB nei giorni scorsi, sulla base della convenzione con il Comune per la rimozione dei rifiuti abbandonati in area boschiva.

Le aree ripulite sono state a Baroncoli, dove erano stati gettati materiali edili, principalmente cartongesso; e in via delle Cantine, dove era stati abbandonati mobili. Sulla base della convenzione, la VAB rimuovono i rifiuti e, in accordo con gli uffici comunali e con ALIA, li portano in area pubblica, dove l’azienda di smaltimento dei rifiuti può intervenire.

Questa convenzione ci permette un controllo costante delle nostre zone più isolate – ha commentato l’Assessore all’Ambiente Irene Padovani –, a riprova dell’importanza di tenere puliti i nostri boschi e le nostre campagne e di trovare sempre meno abbandoni e degrado. Ringraziamo i volontari dell’associazione per l’impegno e per la prontezza con la quale si attivano quando vengono chiamati. Ringraziamo anche i cittadini per le preziose segnalazioni, che ci consentono di intervenire tempestivamente e di avvertire gli ispettori di ALIA per avviare in tempi utili le indagini per individuare i responsabili”.

L’associazione può attivarsi solo in presenza di rifiuti urbani non pericolosi, negli altri casi, come per esempio in presenza di amianto o altri materiali pericolosi, dovrà fare una segnalazione al Comune.

Per segnalare la presenza di rifiuti abbandonati si può usare l’APP Municipium.

Calenzano Post: un Comune sempre più social

18 novembre 2020 – Nuovi canali social, dirette e un maggior numero di informazioni veicolate online. È il progetto del Sindaco e della Giunta di Calenzano per far fronte alla mancanza di confronto diretto con la cittadinanza.

A partire dalla prossima settimana, oltre a incrementare le informazioni veicolate sulla pagina Facebook Calenzano Post e sull’omonimo canale Youtube, sarà aperto un profilo Instagram e un canale Telegram, sempre denominati Calenzano Post.

Purtroppo non possiamo sapere quando sarà possibile tornare a organizzare incontri e assemblee – ha detto il Sindaco Riccardo Prestini –, ma sentiamo l’esigenza di mantenere aperto il confronto con i cittadini, sia in vista dell’approvazione del bilancio del prossimo anno sia per condividere progetti e visioni del futuro della nostra comunità.”

I primi incontri online sono stati organizzati, oltre che per i processi partecipativi del Piano Operativo e del Piano della Mobilità, per sostituire le assemblee nei circoli, che tradizionalmente l’Amministrazione di Calenzano tiene in occasione del bilancio di previsione e proseguiranno fino a metà dicembre.

Piazze reali online sono molto seguite dai cittadini – ha commentato l’Assessore alla Comunicazione Irene Padovani -, che hanno interagito con noi ponendoci domande e dandoci quindi un’ulteriore conferma di quelle che sono le esigenze e le aspettative cui rispondere. Con questi nuovi canali andiamo a incrementare il rapporto social tra il Comune e i cittadini, che speriamo di poter tornare presto ad affiancare con gli incontri di persona”.

I vari social si chiameranno tutti Calenzano Post. Per rimanere aggiornati sulle informazioni social del Sindaco e della Giunta basta mettere “mi piace” alla pagina FB, seguire il profilo Instagram e il canale Youtube e unirsi al canale Telegram.

[1]


HTML 5
CSS 3