Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Solidarietà con il popolo curdo

12 febbraio 2020 – Solidarietà al popolo curdo è stata espressa nel corso del convegno organizzato dal Comune sabato scorso, per approfondire la situazione del Rojava.

Un’iniziativa molto partecipata, che ha ripercorso la storia recente del Kurdistan, la divisione politica, l’inquadramento attuale, la lotta contro il regime siriano e l’invasione turca.

La regione del Rojava si sta organizzando su basi completamente diverse rispetto a quanto è possibile osservare nel resto del pianeta – ha detto il Presidente della Commissione Pace e Cooperazione Italo Casadio -. In questa zona, infatti, la democrazia è davvero un fenomeno partecipato dal basso nell'ambito di una società antirazzista e multietnica, con rispetto dei diritti umani e delle libertà fondamentali, il pluralismo etnico, religioso e linguistico/culturale, il principio di uguaglianza, la convivenza pacifica fra i diversi segmenti della società, la separazione tra Stato e religione”.

Gli interventi dei due esponenti delle associazioni dei curdi in Italia UIKI e MLRKI hanno approfondito gli aspetti sociali delle comunità autonome del Rojava, caratterizzate da un modello di democrazia dal basso, fondato sulle assemblee popolari, che mettono in primo piano la cultura e l’ecologia, il ruolo delle donne che godono di diritti, come l’istruzione e il divorzio, molto moderni per quell’area. Da Manfredi Lo Sauro, di Arci Firenze, è emersa la proposta di stringere patti di amicizia con questa area.



HTML 5
CSS 3