Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

"Ristretti" i mercati settimanali

Dal 18 novembre 2020 l’accesso all’area mercatale è consentito solo agli operatori che vendono generi alimentari, agli imprenditori agricoli che occupano i posteggi loro riservati e a chi vende fiori freschi, piante e parti di piante, sementi e generi agricoli attinenti.

A causa delle disposizioni governative più restrittive, con ordinanza n. 303/2020, da mercoledì 18 novembre 2020, e fino all’adozione di nuove disposizioni, l'accesso all’area mercatale è consentito esclusivamente agli operatori che vendono generi alimentari, agli imprenditori agricoli che occupano i posteggi loro riservati ed agli operatori che vendono fiori freschi, piante e parti di piante, sementi e generi agricoli attinenti. Non è ammessa la presenza di “spuntisti”.

Inoltre  per lo svolgimento in sicurezza dei mercati settimanali del territorio tutti gli operatori dovranno adottare le disposizioni seguenti:

▪ pulizia e disinfezione quotidiana delle attrezzature prima dell’avvio delle operazioni di mercato di vendita;
▪ è obbligatorio l’uso delle mascherine, mentre l’uso dei guanti può essere sostituito da una igienizzazione
frequente delle mani;
▪ messa a disposizione della clientela di prodotti igienizzanti per le mani in ogni banco;
▪ rispetto del distanziamento interpersonale di almeno un metro.
▪ rispetto del distanziamento interpersonale di almeno un metro dagli altri operatori anche nelle operazioni di
carico e scarico;
▪ nel caso di acquisti con scelta in autonomia e manipolazione del prodotto da parte del cliente, dovrà essere resa obbligatoria la disinfezione delle mani prima della manipolazione della merce. In alternativa, dovranno essere messi a disposizione della clientela guanti monouso da utilizzare obbligatoriamente;
- gli operatori dovranno preferibilmente essere presenti sul plateatico e dare inizio alle operazioni di allestimento
dei banchi non oltre le ore 7.30.



HTML 5
CSS 3